DAILY MAGAZINE

Primo Piano

N-Style...Cult Guarda tutto

Inchiesta seria ma ci sono falle!!! De Luca si è dimesso. ADR: Perrella spinge e De Luca parla e risponde professionalmente

in News by
delucafanpage

Perrella parla e De Luca risponde tecnicamente. Perrella insiste e De Luca parla di tecnici. Perrella parla di non vederci più perché De Luca è pericoloso, De Luca non lo caca. Perrella vuole l’interlocutore e se lo sceglie pure, in quanto trova muro da Roberto De Luca e la telefonata lo conferma. Fermiamoci qua perché non sta a noi giudicare però seguiremo, anche perché ci sono domande senza risposta, cioè: a chi giova quest’operazione giornalistica? C’è un business economico dietro questa inchiesta? Il Perrella camorrista che tenta il suo riciclo potrebbe avere conseguenze “di pubblicità gomorriana”? Ci sono altre 10/15 domande che ci poniamo ma ne parleremo più avanti. Si è dimesso ma non lo doveva fare ma comprendiamo che è solo per rispetto della Magistratura. Però l’insistenza di questo giornale Web mandando la giornalista per fare confusione, non va bene!!! Educazione, perché se esce una falla salta l’immagine di tutta la stampa!!!!

Il 4 marzo si avvicina: l’unica certezza è la scheda elettorale ma attenti alle novità

in News by
scheda-elettorale-2-2

La nuova legge elettorale è complessa ma votare sarà semplicissimo. Prima di tutto, il 4 marzo si riceveranno due schede, una per la Camera e l’altra per il Senato. In entrambe ci sarà un nome di un candidato che sovrasta uno spazio occupato da più simboli di partito (le coalizioni di centrodestra e di centrosinistra) oppure da un simbolo solo. Per esprimere il proprio voto si può fare la croce sul nome del candidato preferito oppure su quella di un partito, non su entrambe. In questo caso il voto andrà sia al candidato che al partito o ai partiti a lui collegati. Quindi è possibile mettere una croce o solo sul nome del candidato per la quota maggioritaria oppure sul nominativo e simbolo assieme. La nuova legge elettorale è proporzionale, quindi a lato di ogni partito ci sarà un elenco di nomi che saranno eletti se il partito supererà il 3% a livello nazionale, a partire dal primo nome. Se quindi, si vota il simbolo di un partito, automaticamente si vota per il listino collegato. Non si può effettuare il voto disgiunto, ossia non si può votare un candidato di una coalizione o di un partito e un partito non collegato. In questo caso il voto sarà nullo. Tutto chiaro? Attenti!

Napoli, flop di Coppe: colpe o virtù?

in News/Sport by
sarricolpe

Una sconfitta inaspettata ma neanche troppo: il Napoli si lecca le ferite dopo il pesante ko interno nella gara di andata dei sedicesimi di finale di Europa League contro il Lipsia (1-3) ed è ad un passo dal salutare la competizione europea. Un cammino più che negativo nelle coppe stagionali: eliminazione ai gironi di Champions, al terzo posto; scivolone ancora a Fuorigrotta ai quarti di Coppa Italia ai danni dell’Atalanta ed ora anche in Europa League. L’obiettivo primario è il campionato, non c’è dubbio, ma i tifosi non chiedevano di certo la finale, bensì onorare l’impegno in maniera differente. Una prestazione senza arte né parte, con una squadra che può contare in maniera affidabile su 15 elementi della rosa, nonostante a mancare sia stato l’approccio mentale anche dei titolarissimi.
Di chi sono quindi le “colpe”? Di una squadra non matura nell’affrontare al top ogni competizione? Di un direttore sportivo che non ha mai completato un organico che punta allo scudetto, per permettergli inoltre di affrontare più sfide e di poter schierare un Napoli B ugualmente competitivo? Di un allenatore che non riesce ancora ad inculcare le giuste motivazioni extra campionato? O forse, è giusto questo percorso, è giusto fare all in sul campionato…sperando vada bene e di non ritrovarsi con un pugno di mosche. Ai posteri, anzi, al campo, l’ardua sentenza…

Cadono i calcinacci in via Tasso a Napoli: cosa si aspetta, l’ennesima tragedia?

in News by
viatassocalcinacci

Via Tasso, una delle strade più belle, suggestive e panoramiche di Napoli ma che, ormai da tempo cade a pezzi. Non in senso lato ma ben più reale e cinico: anche oggi, numerose pietre e pezzi di cornicione sono caduti con forza in strada da un edificio di Calata San Francesco che collega Corso Vittorio Emanuele alla nota strada. Ma non solo: gli stessi cittadini parlano di edificio non a norma ed avvertono che in quella porzione di strada, passano i bambini per andare a scuola. Le barriere di protezione ai balconi non sono sufficienti, non più. Ed allora, perché non si agisce subito? Cosa si aspetta? L’ennesima tragedia? Uomo avvisato, mezzo salvato. Ah, saperlo…

Golden Tulip Volalto, il presidente Turco: “Noi club serio ed importante che non accetta ricatti. Chi è con noi riceve il 101% ma bisogna rispettare le regole”

in News by
volaltolalalal

Presidente Turco, dopo un intero girone, finalmente è arrivata la vittoria

“Io sono prima tifoso!!! Si è stata una liberazione, un successo meritato che avrebbe anche potuto essere più rotondo. Volevo una squadra arrabbiata, decisa e determinata. Ero e sono stanco di vedere le giocatrici che indossano la maglia della VolAlto subire, senza reagire,  parziali così netti. Contro Montecchio in parte ho avuto le risposte che cercavo, anche se il quarto set non mi è affatto piaciuto e dagli spalti non ho nascosto il mio disappunto facendo sentire la mia voce sia alle atlete che ai tecnici in panchina e confesso che ho avuto la tentazione di mandare anche loro a casa”

Sei mesi vissuti sempre in prima linea per il bene del team che rappresenta Caserta

“Da quando è cominciata la stagione non abbiamo fatto mai mancare nulla alla squadra. Abbiamo consentito alle ragazze di pensare solo a giocare, azzerando al massimo ogni pensiero e problematica. Abbiamo provato a coniugare al massimo l’idea di top club con quello di famiglia. Nel senso che le nostre ragazze devono venire a Caserta sapendo di far parte di un club serio dove vigono regole precise e inderogabili e dove saranno sempre accolte come in una grande famiglia. Spesso, però, siamo rimasti delusi da alcuni comportamenti in campo e fuori, le sconfitte e soprattutto, il modo in cui sono maturate, mi hanno spinto a prendere in questa stagione alcune drastiche decisioni”.

Come quella di ridurre gli stipendi.

“Sino alla scorsa mensilità siamo stati puntuali. Stavolta, proprio per il discorso che facevo prima, ho deciso di dare solo metà delle spettanze alle giocatrici. Una decisione ponderata e voluta per mandare un chiaro segnale a tutti. Da come la squadra ha reagito mi sembra che il messaggio è stato ben recepito”

I procuratori delle atlete hanno avuto da ridire

“Francamente non me ne importa niente. Basta dare tanta importanza a queste figure. Le atlete sono sotto contratto con la VolAlto e certamente noi non accettiamo minacce più o meno velate da parte di chi le rappresenta. Tra pochi mesi finirà la stagione e senza dubbio nel nostro progetto di crescita andremo a lavorare solo con determinati procuratori e agenzie di ampio respiro internazionale e persone serie”.

Presidente, insomma, vale il vecchio adagio del bastone e carota?

“Domani faccio saldare il restante 50% , e sia ben chiaro: se da qui a fine stagione vedrò sempre impegno massimo, totale dedizione alla causa, fierezza di rappresentare Caserta e piena convinzione di far parte di un club importante quale è la VolAlto, non ci saranno frizioni o contrasti. Chi indossa questa maglia deve dare sempre il 101% perché da noi riceverà sempre il 101%”. Altrimenti farò una conferenza stampa e insieme a tutti i giornalisti casertani decideremo a quale Chiesa daremo i loro stipendi in beneficenza. L’anno prossimo agiremo diversamente, chi verrà a Caserta avrà fideiussione bancaria e firmerà disciplinare societario. Diritti e doveri sia da parte nostra e sia dalle atlete. Già ho pagato uno scotto che non auguro al peggior mio nemico, voglio serietà!!!”

Lo avevano tutti sottovalutato. In ogni club escono 1/2 atleti forti. Ed anche in politica è così

in News by
delucajuunior

De Luca Junior, orologio a destra, vestito come tutti i figli delle persone perbene di oggi, sempre sorridente e pieno di ragazzi intorno. Ad ogni manifestazione ha una padronanza di un italiano perfetto, educato e cordiale. E’ figlio di De Luca, embè? Chi genitore non si ammazzerebbe per un figlio? Ve ne raccontiamo qualcuno: 20 figli di big nazionali nascosti in Invitalia con consulenze da capogiro. Noi siamo forti perché abbiamo il coraggio di prendere posizione più con i coraggiosi che con i falsi moralisti del pisello!!!

Analisi dei candidati di Forza Italia

in News by
28053668_10215827009731499_1183877091_n

Sarro, politico di potere senza voti sempre sopra come l’olio. Grimaldi, parte eletto di culo con il PSI si lega a Caldoro viene rieletto in Consiglio regionale e oggi se la gioca ma non è stato mai un leader. Cicia, il fidanzamento con Antropoli, la piazza prima non eletta in Consiglio Regionale, la forza di Antropoli la candida alla Camera altrimenti non era neanche a numero. Lonardo, dopo le vicissitudini e la rinascita di Clemente Mastella è una candidatura forte da non sottovalutare. Lotito, la sua candidatura è guardata come una candidatura economica si pensa che finanza F.I., sarà vero? Del Gaudio, una candidatura di servizio, non potrà essere eletto ma serve per farlo rientrare in gioco al Comune. Vairo, sempre candidata: le piace apparire ma non è utile e candidatura riempitiva. Magliocca ha sbaragliato e stravolto il dato delle ultime Provinciali per sua capacità, ha fatto alzare la testa al centrodestra, niente da dire. Zinzi, silurato e preso a calci in culo da Forza Italia, lo trattano come ragazzo di barbiere, forse aspetta il 5 Marzo? De Siano, un coordinatore regionale che ha perso tutto, Regione e Comuni, è amico di Franceschella dalle provinciali 2008/2009. Carfagna amata dal Biscione e riciclata da Bocchino alle Regionali 2010: a lei vogliono mettere per far vincere di nuovo De Luca. Ecco chi sono nel manifesto elettorale.

1 2 3 22
Go to Top