DAILY MAGAZINE

Primo Piano

Primo Piano

Blitz contro rete pedofili in 15 regioni, anche neonati tra le vittime

Maxi operazione contro la pedopornografia in tutta Italia. La Polizia Postale ha individuato una rete di pedofili italiani che su una nota piattaforma di messaggistica scambiavano materiale pedopornografico. Eseguite 50 perquisizioni e arresti in 15 regioni per detenzione, diffusione, e in alcuni casi di produzione di materiale pedopornografico. Sequestrati file con immagini raccapriccianti di abusi su minori, ritraenti vere e proprie pratiche di sadismo dove le vittime erano anche neonati. Sono oltre 200 gli investigatori del Centro Nazionale di Contrasto alla Pedopornografia Online e del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Torino che stanno conducendo la più grande e complessa operazione di Polizia degli ultimi anni, volta al contrasto della pedopornografia online, con il coordinamento della Procura di Torino. L’attività di indagine, fatta anche attraverso veri e propri pedinamenti virtuali, ha consentito di dare una identità certa ai nickname utilizzati in rete dai pedofili.

N-Style Guarda tutto

L’ex leader della Lega, Umberto Bossi, ricoverato in ospedale a Varese per accertamenti

in Breaking news by

Umberto Bossi, fondatore della Lega, è in ospedale a Varese, dove è stato portato ieri sera in ambulanza. La notizia è stata anticipata dal Gazzettino Padano, secondo cui Bossi non sarebbe in gravi condizioni. Secondo quanto appreso dall’Ansa, il Senatur è ricoverato nel reparto di Gastroenterologia.

Uil, Bombardieri eletto nuovo segretario generale. Voto unanime del Consiglio Federale

in Breaking news by

Pierpaolo Bombardieri è il nuovo segretario generale della Uil. Lo ha eletto all’unanimità il Consiglio confederale nazionale riunito a Roma. Bombardieri prende il testimone da Carmelo Barbagallo, che ha lasciato dopo quasi sei anni la guida del sindacato di via Lucullo ed è passato al vertice della Uil pensionati.

Whirlpool, protesta dei dipendenti: la fabbrica finisce ‘in vendita’ su Ebay, base d’asta 1 euro

in Breaking news by

Finisce provocatoriamente in vendita su Ebay la sede di Napoli della Whirlpool. È la forma di protesta degli operai della fabbrica di Napoli est. “Causa incapacità di gestione delle politiche industriali – si legge nell’annuncio – cedesi fabbrica di lavatrici pluripremiata per affidabilità e qualità, sita in Napoli a pochi chilometri dal porto, adiacente alla rete ferroviaria e autostradale”. “Si offrono incentivi statali ‘Prendi i soldi e scappa’ – scrivono i ‘venditori’ – per dare l’illusione ai suoi 420 lavoratori e togliere la patata bollente al Governo”. “Per info – prosegue l’annuncio – contattare il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, solo dopo cena essendo impegnato durante il giorno nelle dirette Facebook”. Prezzo a base d’asta 1 euro e “ritiro gratuito dell’oggetto in zona”. Nella scheda relativa al prodotto in vendita, è specificato che si tratta di un “oggetto usato, ma tecnologicamente avanzato”.

Coronavirus, Campania: dieci i pazienti risultati positivi. Processati 2411 tamponi, tre i guariti

in Breaking news by

In Campania sono stati eseguiti nelle ultime 24 ore 2411 tamponi di cui dieci sono risultati positivi. Nella Regione sono 4712 i positivi, a fronte di 289253 tamponi “processati’. Tre, invece, i pazienti affetti da Covid 19 che sono stati dichiarati guariti. Il totale guariti è dunque di 4.083 (di cui 4.083 totalmente guariti e 0 clinicamente guariti). Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti che, dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione virologicamente documentata da Sars Cov-2, diventano asintomatici per risoluzione della sintomatologia clinica presentata ma sono ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione.

Coronavirus, nuova fiammata di contagi in Veneto. Zaia: “Ricovero coatto per chi rifiuta le cure”

in Breaking news by

Improvvisa fiammata dei contagi Covid in Veneto, regione dove la battaglia sembrava vinta e che invece – ha informato Luca Zaia – ha visto risalire il rischio da ‘basso’ ad ‘elevato, con l’R con T salito da 0,43 a 1,63. Un’impennata dei casi – al momento sotto controllo – dovuta ad focolaio scoperto a Vicenza: un imprenditore rientrato da un viaggio in Bosnia, che dopo i sintomi aveva rifiutato anche il ricovero. Per questo il governatore ha annunciato che inasprirà le misure di prevenzione, chiedendo il ricovero coatto per chi rifiuta le cure.

Mondragone, De Luca: “Focolaio risolto, dopo 14 giorni nuovi tamponi”

in Breaking news by

Abbiamo affrontato il focolaio di Mondragone con rigore e tempestività, abbiamo fatto i tamponi a tutti gli abitanti delle palazzine ex Cirio, sia italiani sia bulgari e persone di varia nazionalità. Dopo i 14 giorni rifacciamo tamponi a tutti i residenti, se ci dovessero essere altri positivi saranno portati in strutture covid ma libereremo le palazzine”. Lo ha detto il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, su Facebook. “Oltre i primi 43 tamponi trovati a Mondragone – ha detto – ci sono stati altri contagiati in un’impresa agricola in cui lavoravano alcuni residenti della zona rossa. Ricordo che abbiamo istituito la zona rossa senza aspettare pareri, nessuno entra e nessuno esce, tranne la prima notte quando non c’è stata una vigilanza adeguata da parte delle forze ordine. Oggi abbiamo la Campania a contagio zero, il focolaio di Mondragone è risolto, se e quando troviamo problemi li affronteremo, non occultiamo nulla, facciamo sempre operazioni di verità”. De Luca ha aggiunto rivolgendosi “ai cittadini della civilissima città di Mondragone”. “Faremo qualche bella iniziativa – ha detto – per rilanciare economia turistica e agricola del territorio. Mi è capitato di ascoltare ieri notizie su una cittadina nel Piemonte a Saluzzo, dove hanno scoperto che ci sono cittadini di altri Paesi che vanno a raccogliere la frutta, ho sentito che molti di essi dormono in giardini e parchi pubblici. Li hanno raccontati con la descrizione di un pic-nic nei prati fioriti, non mostrando le immagini di guerra come a Mondragone. Mi è parso insomma di rilevare una qualche diversità nel modo di presentare un problema quasi identico, ma come sapete la Campania appartiene alla categoria degli afflitti non dei fortunati”.

De Luca al 65%? Sondaggio non veritiero in quanto è al 70%, mentre le liste a quota 65%

in Breaking news by

Stamattina una nota agenzia di comunicazione ha pubblicato i dati relativi ad un sondaggio sulle imminenti elezioni regionali in Campania; sondaggio che vede il governatore uscente, ricandidato, De Luca attestarsi al 65%. Un dato non veritiero dal momento che De Luca viaggia a percentuali del 70% mentre le liste sono a quota 65%. Meglio, comunque, evitare clamore altrimenti scappano altri candidati dal centrodestra per candidarsi con De Luca. E spazi nel centrosinistra, è bene ricordare, non ce ne sono.

Dl semplificazioni, probabile Consiglio dei Ministri lunedì: tecnici al lavoro sul testo

in Breaking news by
Palazzo Chigi

Potrebbe svolgersi lunedì il Consiglio dei ministri sul decreto semplificazioni. È quanto emerge in queste ore da diverse fonti governative. Si è conclusa poco prima delle due, la scorsa notte, la riunione del preconsiglio sul decreto semplificazioni: i tecnici sono al lavoro per preparare il testo finale del provvedimento, che contiene una cinquantina di articoli su appalti, digitalizzazione della pa, semplificazioni normative e modifiche a norme come l’abuso d’ufficio e il danno erariale. Ma l’ipotesi ad ora più “probabile” è un Cdm lunedì per il varo del testo e l’intesa politica sui temi che ancora ieri dividevano la maggioranza.

Documento contro Carlo Marino e richiesta dimissioni del segretario. Motivo? Marino ha nascosto il pallone

in Breaking news by
marino tresca

La gestione Carlo Marino, capace nel nascondere la palla, fa incavolare i “compagni” del Pd cittadino. Dopo quattro anni di amministrazione ed alla vigilia delle Regionali l´area interna al Pd, che mette insieme ex Pci/Pds/Ds, sottoscrive un documento criticando il lavoro di Marino al Comune di Caserta e chiedendo le dimissioni del segretario cittadino Tresca. Le motivazioni sono nascoste; Marino non ha fatto toccare palla a nessuno e l’assessorato tecnico alla preside Vairo ha fatto impazzire i vecchi compagni. Marino, oltre ad essere sindaco di Caserta, è anche Presidente dell´Anci in Campania. Una nomina, questa, che Marino si è guadagnata sul campo senza l´aiuto di nessuno. Una nomina che, allorquando è stata ufficializzata, ha dato fastidio a non pochi. Ora si aspetta una controreplica da parte di Marino e Tresca. A fronte di una quarantina di firme (la maggior parte delle quali appartenenti allo stesso nucleo familiare) dell’area ex Pci/Pds/Ds, ovvero la sinistra interna al Pd, il documento pro Marino e Tresca sarà firmato, al contrario, da un numero considerevoli di amministratori, dirigenti e iscritti al Pd con un peso politico specifico e di gran lunga più autorevole. Zero a zero, allora, e palla al centro, con Marino che si riprende di nuovo il pallone.

Regionali in Campania, De Mita: “Faremo nostre liste di Prospettiva Popolare. De Luca? Un buon amministratore”

in Breaking news by

L’ex presidente del Consiglio dei Ministri ed ex leader Dc, attuale sindaco di Nusco, Ciriaco De Mita annuncia il suo impegno nella campagna elettorale per le regionali in Campania con Prospettiva Popolare. “Faremo le nostre liste e spero in un buon risultato”, ha spiegato De Mita in una intervista su Facebook. L’attuale governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ricaricato a un nuovo mandato “aveva gestito l’amministrazione con molta attenzione nel paese dove ha governato e – afferma de Mita, senza mai citarlo – ha avuto l’intelligenza di afferrare il dramma più grande che abbiamo avuto” e questa emergenza cambierà la organizzazione delle nostre vita e “avremmo bisogno di classi dirigenti che sappiano far riferimento a questo anche per non attivare processi di dilapidazione delle risorse”. “La Regione nella mia testa è l’istituzione dell’Europa unita. E’ un disegno che intravediamo anche se poi non c’è un comportamento che va in questa direzione. Di questo sono molto preoccupato”. Per questo, conclude De Mita, “la mia campagna elettorale è per il recupero del pensiero. dell’unità e del futuro”.

Falso in bilancio e bancarotta, arrestato l’imprenditore partenopeo Buontempo. Ai domiciliari anche il commercialista Scala

in Breaking news by

Falso in bilancio e bancarotta fraudolenta: sono questi i reati che la Procura di Napoli contesta all’imprenditore partenopeo Giancarlo Buontempo, residente a Roma, e al dottore commercialista napoletano Umberto Scala ai quali il Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli ha notificato gli arresti domiciliari. Le misure cautelari a Scala e Buontempo, quest’ultimo particolarmente noto in quanto assiduo frequentatore del jet set, sono state comminate in relazione al fallimento (il 4 gennaio 2019) della società immobiliare “Campalto Real Estate S.r.l.”, costituita nel 2007 a Montalcino, e partecipata in maniera quasi totalitaria da Buontempo, finalizzata alla costruzione e la vendita di immobili nella provincia di Siena. Nel provvedimento viene evidenziata la pericolosità degli indagati e l’attualità del pericolo di reiterazione degli stessi reati anche in considerazione del fatto che dagli atti analizzati emergono altre società immobiliari toscane, anche queste versanti in crisi, inizialmente partecipate ed amministrate dall’imprenditore e poi gestite da Scala.

Napoli, voto di scambio e camorra: 27 avvisi di conclusione delle indagini. Tra i nomi eccellenti: Marano, Milo, Lanzotti e Schiano di Visconti

in Breaking news by

Gli ex senatori Salvatore Marano (Fi) e Antonio Milo (Fi, poi Gal) l’attuale capogruppo forzista nel Consiglio comunale di Napoli, Stanislao Lanzotti (commissario del partito per l’area metropolitana partenopea), il consigliere regionale Michele Schiano di Visconti (Fdi) sono tra i politici coinvolti nell’indagine della Procura della Repubblica di Napoli sul voto di scambio a Napoli per le elezioni comunali del 2016. Gli inquirenti hanno complessivamente notificato 27 avvisi di conclusione delle indagini preliminari (firmati dai pm Maurizio De Marco e Henry John Woodcock) ad altrettanti indagati, tra cui politici e presunti appartenenti alla camorra, nei confronti dei quali vengono ipotizzati, a vario titolo, i reati di voto di scambio e ricettazione aggravati dalla finalità mafiosa.

Modena Volley al fianco dei giovani talenti campani, nasce la splendida sinergia con l’Asd Hidros

in Sport by
modenavolley

La società ASD Hidros Volley è lieta di annunciare la partnership con Modena Volley, una delle più importanti società del Campionato Italiano di SuperLega. Si tratta di un vero e proprio evento eccezionale quello che ha investito non solo l’Hidros Volley, società pallavolistica che opera sul territorio di Sant’Arpino in provincia di Caserta, che già da qualche anno ha saputo lasciarsi apprezzare acquisendo sul campo il diritto a essere considerata tra le migliori società campane nella crescita di giovani atleti, ma un’intera area geografica, molto spesso maltrattata e offesa. Al “Sud” sono vive realtà sportive fatte da persone capaci e competenti. Tutti coltiviamo nella vita almeno un sogno, quello dell’Hidros Volley si è appena avverato grazie alla affiliazione a Modena Volley Academy.

Il commento entusiasta del presidentissimo del sodalizio casertano Vincenzo D’Ambra: “Mentre tutti sono alle prese con le grandi manovre e le grandi coalizioni, noi, da quando è nata la Hidros, pensiamo al benessere degli atleti e non alla bacheca (vittoria di titoli), a cosa serve pensare a vincere i campionati e non alla vostra crescita? Noi non siamo come le società che vanno in giro a rastrellare atleti/e per le varie società o ingannarvi con la scusa delle selezioni, o magari promettervi di venire perché abbiamo una squadra forte e vi facciamo vincere il campionato. Come scrivo sempre “Be different, Be Hidros”, e in quest’ottica questo periodo ci ha fatto programmare meticolosamente la vostra crescita e il vostro benessere, il prossimo anno sportivo (quando ci saranno le certezze per la vostra incolumità), vedrà tante novità, in primis si disputeranno non solo campionati giovanili ma anche di “serie”, mentre lo staff tecnico sempre alla guida del Dott. Raffaele Guerra sarà curato in modo maniacale con migliorie e innesti, ma la novità più grande di tutte, è che da quest’anno la Hidros, fa parte di Modena Volley Academy. Si è proprio così, fatti non promesse, oltre ad essere l’unica società di tutta la provincia di Caserta ad avere il marchio d’argento, saremo una delle poche società dell’Italia meridionale ad essere affiliata ad uno dei club più antichi e titolati d’Italia, affiliazione che prevederà incontri, stage, formazione e prelazione sugli atleti per il palcoscenico internazionale e non un semplice campionatuccio provinciale. Vi dimostriamo con i fatti che per noi gli atleti e il loro benessere viene prima di qualsiasi titolo e qualsiasi riconoscimento, e vi assicuro che, finché ci sarete fiducia, sarà sempre così. A breve cercheremo di organizzare un incontro tra genitori e atleti per un piccolo saluto, e per illustrarvi le numerose novità, noi siamo Hidros forse possiamo non essere perfetti, ma amiamo tutti quelli che facciamo”

Lo sport non è solo un momento di aggregazione che dura il tempo di una partita, ma un insegnamento nella sua essenza più profonda, una casa grazie alla quale le giovani leve trovano rifugio dalle insidie della strada. Diamo ai giovani l’opportunità di realizzare non una visione onirica di ricchezza, ma di cogliere un’opportunità concreta e di imparare che, attraverso questa o quella disciplina sportiva, l’individuo possa migliorare se stesso non solo sotto l’aspetto agonistico,  ma soprattutto quello morale iniziando a rispettare le regole dello sport e poi quelle della “società civile”.

“Da soli si corre, ma insieme si va lontano”.

La corruzione? Fico: “Resta una piaga per l’Italia. Mina sviluppo, occupazione e equità”

in Breaking news by

“La corruzione, malgrado i provvedimenti adottati negli ultimi anni e l’impegno dell’Anac, rimane purtroppo una piaga nel nostro Paese. Ne mina infatti alla radice lo sviluppo, l’occupazione, l’equità, la giustizia e la coesione sociale, la fiducia dei cittadini nei confronti delle istituzioni e la credibilità internazionale”. Lo ha detto il presidente della Camera, Roberto Fico alla presentazione della Relazione annuale dell’Autorità nazionale anticorruzione. “L’Indice di Percezione della Corruzione di Transparency International – sostiene – vede l’Italia nel 2019 al 51° posto su 168 Paesi nel mondo. Serve dunque ancora un impegno deciso a 360 gradi nel contrasto alla corruzione, anche se si è registrato un miglioramento di due posizioni negli ultimi anni: ci stiamo infatti gradualmente allontanando dagli ultimi posti – nel 2015 eravamo al 61esimo – ma rimaniamo agli ultimi posti nell’Unione europea”.

Istat, a maggio continuano a diminuire gli occupati (-84mila). Da febbraio mezzo milione in meno

in Breaking news by

Nel mese di maggio “continua a ritmo meno sostenuto” la diminuzione dell’occupazione, che su base mensile segna un -0,4% pari a -84mila unità, coinvolgendo soprattutto le donne (-0,7% contro -0,1% degli uomini, pari rispettivamente a -65mila e -19mila). Lo rileva l’Istat nei dati provvisori su occupati e disoccupati. Il calo congiunturale dell’occupazione determina “una flessione rilevante” rispetto al mese di maggio 2019, registrando un -2,6% pari a -613mila unità, che coinvolge sia le donne (-270mila) che gli uomini (-343mila). Tra emergenza Covid e lockdown, indica l’Istituto, “da febbraio 2020 il livello di occupazione è diminuito di oltre mezzo milione di unità e le persone in cerca di lavoro di quasi 400 mila, a fronte di un aumento degli inattivi di quasi 900 mila unità”. A maggio, inoltre, torna a crescere il numero di persone in cerca di lavoro, con un aumento del 18,9% pari a +307mila unità, che si rileva maggiormente tra le donne (+31,3%, pari a +227mila unità) rispetto agli uomini (+8,8%, pari a +80mila). Il tasso di disoccupazione risale quidi al 7,8% (+1,2 punti) e tra i giovani al 23,5% (+2,0 punti).

Pietro Smarrazzo, amico di Armandino e più volte candidato in Forza Italia ma senza alcun risultato politico, chiede la candidatura a centrosinistra

in Breaking news by
cesaros

Anche Pietruccio (Smarrazzo, ndr), come lo chiamano gli amici, vuole approdare ai lidi del centrosinistra. Per gli addetti ai lavori vale il motto “imbarcare sempre e comunque”. Ora che Armandino (Cesaro, ndr) ha fatto finta di ritirarsi dalla partita (anche se siamo sicuri che alla fine si candiderà ed il caso del padre docet), Pietruccio va bene per portare quattro voti al centrosinistra. Quale sarà, stavolta, il risultato? Ah saperlo…

Sanità: Verdoliva contesta, punto per punto, quello che ha scritto Postiglione. Anche Russo si allinea. De Luca rischia di perdere punti per colpe altrui

in Breaking news by
de luca asl

Cose da kamikaze contro De Luca. Verdoliva (Asl Na1), con un documento, contesta le scelte del dirigente Postiglione. Russo, direttore generale dell’Asl di Caserta, si allinea e segue le orme di Verdoliva. Risultato? Tutti i centri accreditati sono contro De Luca. Piuttosto che stare fermi, hanno acceso un fuoco che, inevitabilmente, colpirà il governatore uscente. De Luca bene farebbe ad aprire gli occhi su questo vero e proprio asse che si è venuto a costituire contro di lui. Adesso non è il momento di metterli alla porta. Ora bisogna risolvere, dopo di che De Luca dovrà prendere seri provvedimenti.

Lega, Nespoli vuole Napoli più forte di Caserta e boicotta Salvini e Zinzi

in Breaking news by
collages

Acque agitate all’interno della Lega di Salvini in Campania. Nespoli vuole far uscire forte Napoli e indebolire Caserta, per tagliare le gambe, politicamente ed elettoralmente parlando, a Gianpiero Zinzi. Qualora Caserta dovesse uscire più forte di Napoli, l’asse di comando si sposterebbe inevitabilmente; un’ipotesi che Nespoli non gradirebbe affatto. Da qui il pressing per tentare di ridimensionare Zinzi. Le ultime vicissitudini in provincia di Caserta, del resto, ne sono la riprova.

Scuola, audizione del ministro Azzolina: “Mai detto che la didattica a distanza sostituirà presenza”

in Breaking news by

Nessuno ha mai affermato che la didattica digitale possa o debba sostituire la didattica in presenza. La configurazione concettuale e concreta dell’attività ‘a distanza’ rappresenta una sfida e al contempo un’opportunità, complementare alla didattica in presenza”. Lo ha detto la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, durante l’audizione in commissione Cultura al Senato. La “scuola non ha mai abbandonato le studentesse e gli studenti”, ha aggiunto la ministra. “L’emergenza ha fatto anche riemergere con forza problematiche decennali del sistema di Istruzione che ci hanno spinti a interventi immediati, per reagire alla crisi, e che ora ci sollecitano ulteriori interventi che guardino già al futuro. Vogliamo digitalizzare la scuola e farlo in fretta. Abbiamo stanziato oltre 400 milioni di euro, aumentandoli dagli iniziali 200, per potenziare la connettività delle scuole portando negli istituti”.

1 2 3 46
Go to Top