DAILY MAGAZINE

Primo Piano

N-Style Guarda tutto

Il Napoli del futuro prende forma, ecco il programma del ritiro di Dimaro

in News/Sport by
dimaro napoli

Il Napoli del futuro prende sempre più  forma. Ufficiale anche il programma del ritiro di Dimaro, come di consueto in Trentino. La rosa partenopea si radunerà il 9 luglio mattina a Castel Volturno in occasione delle convocazioni per le visite mediche. Il giorno dopo partirà alla volta di Dimaro. Il ritiro inizierà il 10 luglio e si protrarrà fino al 30. I calciatori impegnati in Nazionale potrebbero arrivare più tardi a seconda dei loro impegni al Mondiale in Russia. La presentazione di Carlo Ancelotti avverrà molto presumibilmente l’11 o il 12 luglio, sempre a Dimaro. Rese note anche le amichevoli, due delle quali si svolgeranno in ritiro: il 22 luglio contro il Padova e il 29 con il Chievo Verona. Da non dimenticare il test di lusso contro il Liverpool il 4 agosto a Dublino.

Napoli: nuovi cantieri a Piazza Garibaldi, traffico in tilt fino a settembre

in Campania/News by
garibaldi

Ancora caos e cantieri nella centralissima Piazza Garibaldi a Napoli. Restyling completo previsto dal progetto del metrò Linea 1 ai lavori nel sottosuolo per il sistema fognario ed è già pronto un nuovo dispositivo di viabilità per l’estate. Per 3 mesi, da luglio a settembre, la carreggiata di corso Garibaldi che si interseca con la piazza e con corso Umberto, costeggiando il lato destro di piazza Mancini, sarà ridotta da 5 a 2 corsie e   percorribile solo a senso unico, con la circolazione limitata soltanto all’attuale corsia preferenziale, destinata ai mezzi pubblici, che oggi è a doppio senso ma che diventerà ad un solo senso di marcia. Auto e bus finora distribuiti su 5 corsie adesso saranno costretti a circolare assieme su uno spazio di circa 5 metri. Un caos enorme, ancor più per il periodo, considerando che si tratta del centro della città, a ridosso di metro e stazione.

Giampiero Delli Bovi ha perso entrambe le mani, si indaga sul pacco bomba

in Campania/News by
delli bovi

Un pacco bomba creato per uccidere: è questa la prima ipotesi delle Forze dell’Ordine sull’assurdo caso che ha coinvolto l’Avvocato di Montecorvino Rovella, al quale è stato recapitato a casa un plico che è esploso. Quando è giunto al pronto soccorso del San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, i medici lo hanno immediatamente medicato e portato in Rianimazione per evitare che perdesse troppo sangue. Lo hanno visitato, si sono accertati che non aveva alcun tipo di lesione interna e lo hanno portato di corsa in sala operatoria dove gli è stata pulita la mano sinistra, ormai monca, e si è cercato di salvargli il metacarpo di quella destra per meglio posizionare una futura protesi. Gli investigatori che lavorano al caso hanno al momento un’unica certezza: chi ha confezionato quell’ordigno voleva far del male a Giampiero, forse addirittura ucciderlo. “Al momento il paziente – si legge dal bollettino medico a firma del dottor Renato Gammaldi, direttore UOC Anestesia e Rianimazione – presenta parametri stabili e, sebbene sottoposto a somministrazione di analgesici per il controllo del dolore, è facilmente risvegliabile e collaborante. Appena possibile si procederà a sottoporre il paziente a trattamento iperbarico nel tentativo di migliorare l’ossigenazione dei tessuti traumatizzati”.

Blitz antidroga tra Napoli e Maratea, scattano gli arresti

in Campania/News by
droga1-624x300

Sei persone sono state arrestate dai Carabinieri a Napoli ed a Maratea in provincia di Potenza, al termine di indagini su un clan che aveva monopolizzato lo spaccio di droga in particolare, di cocaina sulla costa tirrenica lucana.  Delle persone arrestate, tre sono in carcere e tre ai domiciliari: sono accusate di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di droga. Il giro di affari accertato dagli investigatori supera i centomila euro. Le indagini dei Carabinieri, cominciate circa un anno fa, sono state coordinate dal Direzione distrettuale antimafia di Potenza.

Incidente al porto di Napoli: muore un uomo, donna ferita gravemente

in Campania/News by
Una persona morta ed un'altra ferita. E' questo il bilancio di un grave incidente avvenuto a bordo di un traghetto in partenza dallo scalo "Immacolatella", nel porto di Napoli, 17 giugno 2018. Una macchina, per cause ancora in corso di accertamento, ha schiacciato due stranieri - si tratta di due cittadini indonesiani - diretti a Palermo. per il primo, purtroppo, non c'è stato nulla da fare. Il secondo, invece, ferito in maniera grave, è stato soccorso e trasferito in ospedale.
ANSA/CESARE ABBATE

E’ in condizioni critiche e con prognosi riservata la donna di 79 anni investita al porto di Napoli da un’auto, dopo una manovra sbagliata a bordo del traghetto Napoli-Palermo che ha causato la morte di un altro uomo sul colpo. Secondo il bollettino medico diramato dall’Ospedale Cardarelli di Napoli, la donna ha riportato un gravissimo politrauma da schiacciamento ed è ricoverata in rianimazione, in analgosedazione, stabile emodinamicamente, intubata e collegata a respiratore automatico. La donna ha riportato nell’incidente fratture costali multiple, contusioni polmonari, fratture scomposte ad entrambi i femori trattate in urgenza con fissatori esterni, ed ha una insufficienza respiratoria grave.

Il presidente della Camera Fico a Napoli per il contrasto al fenomeno delle babygang

in Campania/News by
fico

Torna a Napoli il presidente della Camera Roberto Fico, a margine del bando per la costituzione di centri di aggregazione giovanili entro l’anno per dare una risposta concreta e sostenibile al problema della devianza giovanile. E’ la proposta emersa dall’incontro “Miezz’a via. Possibili vie d’uscita dal fenomeno delle babygang a Napoli” organizzato dalla Fondazione con il Sud e l’associaizone Artur. Ad esattamente 6 mesi dall’agguato ad Arturo, il ragazzo aggredito da suoi coetanei lo scorso dicembre in via Foria, società civile e istituzioni si sono dati appuntamento per fare un punto e interrogarsi sulle possibili soluzioni al fenomeno. Prima dell’inizio del dibattito Fico si è intrattenuto con una giovane ragazza che gli ha rivelato di voler diventare parlamentare, e con una delegazione di migranti arrivati da Castel Volturno, ai quali ha promesso di far visita presto.  “Saremmo ipocriti ad indicare una sola soluzione. E’ chiaro che le forze dell’ordine fanno un lavoro encomiabile presidiando il territorio – ha dichiarato Fico – Ogni volta che c’è la repressione deve seguire una fase di educazione, formazione, di scolarizzazione e presidio culturale”.

Sepe chiama il Napoli, Mario Rui pronto a restare

in News/Primo Piano by
rui

Il futuro di tre giocatori del Napoli è gestito da un solo procuratore, Mario Giuffredi. Lui gestisce i contratti di Sepe, Hysaj e Mario Rui ed ha parlato del futuro dei suoi assistiti. “Perché il Napoli dovrebbe cercare tre portieri? Uno ce l’ha ed è Sepe. Non abbiamo rinnovato e nemmeno ne abbiamo discusso, ma se Ancelotti sarà chiaro con lui, il Napoli ha un pensiero in meno per quel ruolo. Il Napoli si metta nei suoi panni: per due anni ha avuto delle promesse che non sono state mantenute. Anche la società è stata vittima della gestione della rosa e ne ha pagato le conseguenze visto i tanti calciatori acquistati a cifre importanti e non fatti giocare. Ora se vuole tenersi un portiere cresciuto nel suo settore giovanile, non ha che venire da me e parlarne. Anche perché Luigi è uno che si gioca il posto da titolare anche con Areola o Leno. Hysaj prima di partire per le vacanze è stato chiaro: non è una mia priorità andare via da Napoli. Ha una clausola da 50 milioni che scade il 5 luglio (valida solo per l’estero) e tanti club che mi chiedono come sta in azzurro… e io rispondo a tutti che lui si vede ancora con la maglia azzurra anche la prossima stagione. Mario rui? Il Milan prenderà un terzino sinistro dovessero cedere Rodriguez. Mario lo stimano tanto ma è più giusto rimanere a Napoli. Certo vederlo al fianco di Cristiano Ronaldo mi riempie d’orgoglio, anche perché aveva bisogno solo di tempo e di fiducia”.

Universiadi 2019, De Luca risponde alla Fisu

in Campania/News by
vincenzo_de_luca

Deciso e schietto come sempre il Governatore della Campania Vincenzo De Luca in merito al via libera dato al Villaggio delle Universiadi alla Mostra d’Oltremare dalla Fisu. “L’autorità sportiva – dichiara-, i dirigenti della Fisu, ovviamente, hanno tutto l’interesse a trovare il posto più comodo; non è che la tutela dei beni storici e artistici di Napoli sia un problema che riguarda la Fisu. Il problema è di chi ama l’Italia, di chi vuole difendere il patrimonio storico artistico del nostro Paese, di decidere collocazioni che non siamo devastanti per un’area bellissima come quella della Mostra d’Oltremare. La differenza di posizioni è molto semplice: c’è chi pensa a fare clientela politica anche nei luoghi storici e chi pensa di tutelarli fino in fondo. La Regione intende tutelarli fino in fondo. Poi alla fine ognuno si assumerà le proprie responsabilità. La cosa diventa paradossale se si pensa che le Universiadi sono pagate interamente dalla Regione Campania, quindi, chi paga subisce. Vediamo come andrà a finire”.

Il Benevento chiama Christian Maggio, l’ex vice capitano del Napoli verso la serie B

in Campania/News/Sport by
Maggio-2

Sembra ormai definitivamente finita la lunghissima avventura di Christian Maggio al Napoli. Da quanto raccolto dalla nostra redazione in esclusiva, l’esperto giocatore azzurro, dopo il mancato rinnovo con il club all’ombra del Vesuvio, è stato ufficialmente richiesto dal Benevento in serie B, la cui destinazione al momento è fortemente gradita. Dopo la retrocessione in serie cadetta, la squadra campana del presidente Vigorito vuole provare a tornare subito in A, per questa ragione si vuole affidare a calciatori d’esperienza con tnta voglia di riscatto, come l’ex vice capitano del Napoli. Per chi sta per arrivare in casa giallorossa, c’è chi invece rifiuta il progettoo: è Christian Capone che resterà all’Atalanta. Il classe 1999, reduce dal prestito al Pescara, ha deciso di rifiutare l’offerta del Benevento per giocarsi le sue carte alla corte di Gasperini.

Napoli: nuovo arresto per tentato omicidio di un 15enne al Vomero

in Campania/News by
vomero babygang

Gli agenti di polizia del commissariato Vomero hanno dato esecuzione all’ordinanza della misura cautelare nei confronti di un 19enne napoletano, per tentato omicidio in concorso di un quindicenne. I fatti risalgono al 9 dicembre scorso, quando 5 ragazzi si trovavano in via Scarlatti, nel quartiere Vomero, dinanzi al Mc Donald’s. Nella circostanza i ragazzi vennero avvicinati da un folto numero di giovani che, dopo averli accerchiati, iniziarono a colpirli con inaudita violenza. Alcune delle vittime dell’aggressione riuscirono a fuggire mentre uno di loro, un 15enne, fu colpito ripetutamente al petto con un coltello del tipo farfalla, tanto da dover essere sottoposto, con urgenza, ad un delicato intervento chirurgico. I poliziotti riuscirono dopo pochi giorni ad individuare il gruppo di giovani responsabili della vile aggressione, tutti del quartiere Vomero. Il 23 marzo gli agenti del commissariato Vomero eseguivano cinque provvedimenti restrittivi, di cui quattro destinati a minori e uno ad un maggiorenne, tutti indagati per i medesimi reati. In quella circostanza il ragazzo veniva deferito in stato di libertà.

La terra trema, due scosse di terremoto a Pozzuoli

in Campania/News by
terremoto

Due piccole scosse di terremoto intorno alla mezzanotte scorsa si sono registrate nell’area di Pozzuoli. La prima scossa di magnitudo 1,5 ed una seconda a breve distanza di magnitudo 1,4, secondo i primi dati dell’osservatorio vesuviano. Entrambi i movimenti sono sono stati avvertiti dalla popolazione sia nella zona alta che sul lungomare ma non si segnalano danni. La prima avrebbe avuto come epicentro l’area tra i laghi di Lucrino ed Averno, nei pressi di Monte Nuovo, per la seconda, invece, l’epicentro è stato in zona Pisciarelli-Agnano, alle spalle del vulcano Solfatara. I movimenti registrati sono da ascrivere alla fenomenologia del bradisismo flegreo.

Caos a Torre del Greco, inchiesta sul voto di scambio

in Campania/News by
voto

Otto perquisizioni ed otto telefoni cellulari sono stati sequestrati dai carabinieri, nella mattinata di oggi, a Torre del Greco in provincia di Napoli nell’ambito di un’indagine condotta dalla Procura di Torre Annunziata su alcune presunte irregolarità che sarebbero avvenute domenica scorsa dinanzi ad un seggio elettorale. L’inchiesta ha preso il via dopo la divulgazione sui social di un video inerente a capannelli di persone davanti ai seggi per fermare gli elettori e chiedere loro di fotografare il voto. I fatti sarebbero avvenuti dinanzi al seggio allestito in una scuola al corso Garibaldi, a due passi dal porto. La città di Torre del Greco è tornata al voto per l’elezione del sindaco e per il rinnovo del consiglio comunale.

Arriva la svolta: Sarri ad un passo dal Chelsea, Zola il vice

in News/Sport by
sarriiii

Sembra essere ad un passo dalla conclusione la telenovela legata al Napoli ed al futuro di Maurizio Sarri. Il tecnico toscano è infatti vicinissimo all’approdo al Chelsea, con il passaggio formale atteso al massimo entro la prossima settimana. Gianfranco Zola sarà il suo vice. Da tutte le parti in causa però vige un diktat: evitare la fuga di notizie ed attendere i tempi burocratici. La missione inglese di due giorni fa del manager Alessandro Pellegrini e dell’intermediario Fali Ramadani ha sancito l’accordo totale sul passaggio di Sarri ai Blues: due anni di contratto con opzione per il terzo, ingaggio che sfiora i cinque milioni di euro all’anno più uno di bonus in caso di qualificazione in Champions. Al contempo si valuta anche un indennizzo di 5 milioni oppure una trattativa che coinvolga appunto alcuni giocatori. Attenzionate intanto, molte pedine di serie A: da Rugani a Manolas, per un team di campioni.

Influenza aviaria, arriva il preoccupante allarme dalla Cina

in Campania/News by
aviaria

Torna l’allarme aviaria, che presto potrebbe diventare globale e davvero preoccupante. Un nuovo virus, che si sta diffondendo in Cina e che uccide il 38% delle persone che lo contraggono, preoccupa non poco le autorità sanitarie di tutto il mondo. Si chiama H7N9, viene diffuso dai polli e secondo alcuni medici potrebbe raggiungere un livello pandemico pari a quello dell’influenza spagnola, che esattamente un secolo fa iniziò a diffondersi fino ad uccidere almeno 50 milioni di persone in tutto il mondo nel giro di due anni. Anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha espresso forte preoccupazione sul potenziale di questo virus, il cui focolaio, in Cina, ha portato finora a 1625 casi accertati e 623 morti. L’H7N9 è un virus appartenente alla stessa famiglia dell’H1N1, quello dell’influenza aviaria che nel 2003 si diffuse in tutto il mondo, causando centinaia di vittime. Per gli esperti, però, il virus che si sta diffondendo in Cina, che può causare influenze e violente polmoniti, colpisce soprattutto donne incinte, anziani e bambini, e per questo ha un potenziale decisamente più pericoloso.

Universiadi 2019, la Fisu sceglie la Mostra d’Oltremare come miglior progetto

in Campania/News/Sport by
universiadi-3

Il comitato esecutivo della Fisu, riunitosi oggi a Kazan, ha deciso di scegliere la Mostra d’Oltremare come miglior progetto per la realizzazione del villaggio che dovrà ospitare le Universiadi di Napoli nel 2019. La Federazione ha comunicato la decisione questo pomeriggio con una lettera al commissario straordinario per le Universiadi, prefetto Luisa Latella, al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, al presidente del Coni Giovanni Malagò, al presidente del Cusi, Lorenzo Lentini. Secondo le indicazioni della Fisu, il villaggio alla Mostra d’Oltremare dovrà essere allestito e pronto per l’utilizzo almeno un mese prima dell’inizio della manifestazione sportiva.

1 2 3 26
Go to Top