DAILY MAGAZINE

Tag archive

scuola

Scuola. Il 22 Ottobre parte il concorso straordinario

in Breaking news/News by

Bisognerà avere almeno tre anni di servizio dal 2008 ad oggi per partecipare al concorso straordinario per docenti delle medie e superiori, in programma dal 22 Ottobre con la prova scritta. Il bando, che ha raggiunto quota 64mila domande, darà posto a 32mila docenti che diventeranno ufficialmente di ruolo nel prossimo anno, dal Primo Settembre prossimo.

Si parte il 22 Ottobre, si continuerà con le prove poi in modo scaglionato fino a metà novembre. Oggi il ministero si incontrerà con i sindacati per decidere le modalità e trovare un punto d’incontro e soprattutto per trovare luoghi, nelle scuole, dove sarà possibile effettuare le prove con il giusto distanziamento.

I posti, messi al bando per le regioni, sono 6929 in Lombardia, 3142 in Piemonte, 3111 in Veneto, 2803 in Emilia Romagna, 2695 in Campania, 2572 in Toscana, poi tutte le altre.

I posti per materie invece si dividono in 5669 per il sostegno, che da sempre soffre di una difficoltà nel trovare specializzati da assumere. Poi, tra gli altri, 3798 per italiano, storia e geografia alle medie, 3145 per Matematica e  Scienze, 1753 per italiano alle superiori; 1081 per scienze motorie alle superiori.

Davide Paolino

“Io vuole imparare italiano bene”, frase su libro di testo scatena la polemica razzista

in Breaking news/News by
Polemica per una frase su un libro di testo di seconda elementare, messa in bocca ad un bambino visibilmente di colore, una frase che riporta a ottant’anni fa, come spiega la pagina Facebook “Educare alle Differenze”, un portale che raggruppa una rete di associazioni che punta ad una scuola più inclusiva, più aperta, più libera.
Un libro“, spiegano in un post, “che entra in classi interculturali in cui bambine e bambini nati e cresciuti in Italia hanno colori diversi, famiglie miste, adottive, genitori che provengono da altri paesi ma vivono qui da anni o che sono a loro volta nati e cresciuti qui. Ma anche bambini arrivati da poco che portano con sé le loro culture d’origine e che costruiscono in quelle classi nuove identità meticce fatte di incontri e reciproche contaminazioni“.

Bambini“, continuano, “che continuiamo attraverso rappresentazioni come questa ad additare come stranier*, come altro rispetto a una presunta normalità italica e a scimmiottare con un linguaggio imbarazzante che sembra preso da un pessimo film degli anni Trenta“.

In rete sono tantissime le persone che hanno richiesto di eliminare quel libro di testo dalle scuole di tutta italiana, compresi molti professori. Poco fa è arrivata la nota della casa editrice: “Abbiamo già provveduto a modificare la pagina, subito disponibile per chi utilizza il testo in questo anno scolastico. Ovviamente il libro, in fase di ristampa, sarà modificato“.

Davide Paolino

 

Chi “ben” comincia: già 75 scuole chiuse per Coronavirus

in Breaking news/News by

Un’indagine del Sole24Ore pone già una domanda di fondo sul mondo della scuola nel nostro Paese: per quanto durerà questa calma apparente? Da 14 Settembre, data in cui hanno aperto molti plessi scolastici in Italia, ci sono stati già 400 casi di positivi da Coronavirus: 76% di questi tra i docenti, il 13% tra gli studenti e l’11% tra il personale scolastico.

E inoltre già 75 istituti hanno chiuso preventivamente per permettere operazioni di pulizia e/0 quarantena. Insomma un dato che potrebbe ancora aumentare, considerando che la curva dei contagi sta lievitando, e che potrebbe portare in futuro a nuovi lockdown o chiusure per tutto il comparto scolastico.

Rimaniamo in attesa di nuovi sviluppi auspicando un’annata non troppo dispersiva e distruttiva per i nostri ragazzi.

Davide Paolino

Agropoli. I banchi monoposto non arrivano, salta l’apertura della scuola

in Breaking news/Campania/News by

Agropoli (Salerno) – “Attendevamo 850 banchi monoposto per metà settembre, esattamente tra il 14 e 18, avevamo anche provveduto a liberare tutte le aule da quelli biposto, ma una referente della Protezione Civile, giorno 17, ci ha informato che non sarebbe stata effettuata nessuna consegna, perché la nota del Ministero dell’Istruzione risultava errata”, sono queste le parole di Anna Vassallo, dirigente scolastica dell’istituto “Alfonso Gatto” di Agropoli, in provincia di Salerno.

Il plesso scolastico, che conta 1300 alunni, aveva anche smaltito i banchi biposto per prepararsi a ricevere quelli del Ministero, ma la consegna non è mai partita. “Oggi”, spiega, “mi è stato riferito che non si ha nessuna data certa sulla consegna dei banchi”, e quindi l’apertura della scuola per il 28 Settembre potrebbe slittare a data da destinarsi.

Un’altra tegola sul mondo della scuola che, in questo anno atipico, sta sopportando enormi difficoltà.

Domani il Premier Conte e la ministra Azzolina a San Felice a Cancello

in Breaking news/Campania/News by

San Felice a Cancello (Caserta) – “Non ho parole, non riesco nemmeno a parlare. E’ un evento storico per la nostra comunità scolastica e per tutta San Felice“, dice la preside della scuola, Teresa Mauro. Un evento che nessuno avrebbe mai pensato potesse accadere nella cittadina casertana.

I fatti: come vi avevamo già parlato, alcuni giorni fa dei vandali si erano introdotti nella scuola Francesco Gesuè , un istituto che comprende due scuole dell’infanzia, tre primarie e una secondaria di primo grado, per un totale di più di ottocento alunni ospitati dalla struttura. La preside aveva chiesto aiuto alle istituzioni che si sono fatte subito sentire, con un contributo economico inviato dalla Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina. Ed ora il grande evento.

Domani il Premier Giuseppe Conte e la Ministra saranno proprio nella scuola per inaugurare il nuovo anno scolastico. Una scelta simbolica in questo periodo di paura per il contagio da coronavirus, con le scuole pronte ad intraprendere forse una delle stagioni più difficili di sempre, e nella lotta contro le ingiustizie, contro i vandali, contro chi attenta al futuro dei nostri figli.

Davide Paolino

A Napoli parte il progetto educativo “A scuola sicuri e sostenibili”

in Primo Piano by
La presenza del Covid-19 ha spinto miliardi di persone ad assumere nuovi comportamenti e modalità di vita, tra cui l’utilizzo della mascherina.
Per sensibilizzare sul corretto smaltimento delle stesse a seguito della campagna di sensibilizzazione svolta da Legambiente Campania, Ordine dei Farmacisti di Napoli e Federfarma Napoli, parte il progetto “A scuola sicuri e sostenibili”, un percorso educativo per oltre 200 scuole napoletane: verranno distribuiti mille cestini per gettare le mascherine e realizzati inoltre dei percorsi didattici di educazione ambientale. Ecco i comuni interessati: Napoli (centro, periferia nord, periferia est), Casoria, Acerra, Castellammare di Stabia, Gragnano, Arzano, Nola, Marigliano, Somma Vesuviana, Ottaviano, San Sebastiano al Vesuvio, Torre Annunziata, Portici, Bacoli, Pozzuoli, Giugliano, Ischia. Stamattina la prima consegna dei contenitori presso l’Istututo comprensivo Vittorino da Feltre nel quartiere san Giovanni a Teduccio di Napoli.
Sul punto si è espressa anche Mariateresa Imparato, presidente Legambiente Campania: “Importante sinergia per parlare ai ragazzi sull’uso corretto e lo smaltimento delle mascherine; dobbiamo imparare a convivere con questi nuovi strumenti e non gettarli via dove capita. Possiamo cambiare le nostre abitudini con atti di responsabilità e senso civico”. Sulla stessa onda il presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Napoli Vincenzo Santagada: “L’emergenza Covid ha fatto sorgere anche il tema della tutela ambientale, perché questi dispositivi di protezione hanno un grande impatto sul nostro ecosistema”. Chiosa del Presidente di Federfarma Napoli Riccardo Maria Iorio: “Partiamo dalle scuole, perché i ragazzi sono la speranza per un futuro più sano”.

Vandali a scuola, il Ministro Azzolina interviene e manda i fondi

in Campania/News/Primo Piano by

San Felice a Cancello (Caserta) – Mura imbrattate, porte divelte, solo un altro dei tanti raid vandalici che ha subìto la scuola Francesco Gesuè di San Felice a Cancello (Caserta), un istituto che comprende due scuole dell’infanzia, tre primarie e una secondaria di primo grado, per un totale di più di ottocento alunni ospitati dalla struttura. Dopo l’ultimo raid, la preside Teresa Mauro ha pianto per lo sconforto e provocato la reazione istantanea del Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina, la quale è stata informata della vicenda da un suo funzionario originario proprio del paese casertano.

La Ministra ha chiamato la preside promettendo un impegno di trentamila euro da stanziare in brevissimo tempo, per installare telecamere e permettere la riparazione delle aule danneggiate. Inoltre ha annunciato anche l’arrivo di una prima tranche di banchi a rotelle per fine settembre.

Davide Paolino

Campania. Scuola, De Luca promette: “Il 24 Settembre si ricomincia”

in Campania/News by

Salerno – Nella giornata in cui molte regioni hanno effettivamente aperto i cancelli delle scuole, in osservanza alla direttiva nazionale, il Presidente della Regione Vincenzo De Luca ha fatto sapere che “il 24 Settembre si ricomincia anche in Campania“.

Il motivo del ritardo è stato spiegato durante l’inaugurazione del leggi tutto…

Go to Top