DAILY MAGAZINE

Category archive

Campania - page 262

posts delle notizie della Campania

Napoli. Parcheggiatori abusivi ricevevano il reddito di cittadinanza: quattro denunciati

in Breaking news/Campania/News by

Ricevevano il reddito di cittadinanza e, nel frattempo, arrotondavano con la sempreverde attività di parcheggiatore abusivo. A Napoli, quattro persone di età compresa tra i 37 e 64 anni, sono state denunciate dopo le indagini degli agenti del commissariato di Ponticelli.

I quattro conducevano la loro attività sia nelle strade adiacenti gli ospedali “Villa Betania” e “Del Mare”, sia al marcato rionale di via Malibran.

I denunciati, ora, si vedranno revocare il beneficio e saranno costretti a rimborsare le quote percepite del sussidio.

Nei parchi urbani napoletani è Sos rifiuti: ecco i dati dell’indagine Park litter 2020

in Campania by

Ci sono gli onnipresenti e perpetui mozziconi di sigarette e ci sono i tanti pezzi di plastica non identificabili e tanti sacchetti delle patatine. La piaga dei giardini pubblici napoletani è stata accertata da un monitoraggio di Legambiente presso 10 parchi pubblici nella città di Napoli (Parco di Scampia – Parco Poggio, Parco Massimo Troisi,Parco Mascagna, Parco Viviani, Villa Comunale, Parco Re Ladislao, Parco Attianese, Parco Mianella, Parco Totò.

Il dato di Legambiente è stato reso noto in occasione di di “Puliamo il mondo 2020 “, che vede oggi e domani l’associazione impegnata, come accade da 28 anni, nella campagna per raccogliere rifiuti abbandonati e promuovere comportamenti sostenibili e rispettosi dell’ambiente. Sostenibilità ambientale, impegno civile, senso di comunità e inclusione sociale, ma anche sport e attività fisica saranno le parole chiave al centro di questa 28esima edizione che sarà il primo grande appuntamento di volontariato ambientale nell’Italia dell’emergenza Covid-19. Motto scelto per Puliamo il mondo 2020 sarà “per eliminare le tossine a volte basta un cestino. Fai l’attività fisica che fa bene a te ma anche all’ambiente”. Una frase semplice ma diretta per invitare le persone, dopo i lunghi mesi di lockdown e il periodo estivo, a fare un po’ di sana attività fisica iniziando con l’aiutare anche l’ambiente e ripulendo nel nostro piccolo il mondo.Appuntamento centrale di Puliamo il Mondo con diretta Rai3 domenica 27 settembre a Napoli, presso la Galleria Umberto. Tutti gli appuntamenti saranno organizzati nel pieno rispetto delle normative anti-covid

Ritornando all’indagine Park Litter di Legambiente ha visto la prevalenza di mozziconi di sigarette, pezzi di plastica non identificabili e tanti sacchetti delle patatine tra i rifiuti abbandonati nelle aree verde nel monitoraggio dei 10 parchi pubblici nella città di Napoli nei quali sono stati effettuati 10 transetti di monitoraggio di 100 metri quadri ciascuno, per un totale di 1000 metri quadri. I cestini per la raccolta dei rifiuti sono presenti in 9 dei 10 parchi monitorati: solo in 1 invece mancano completamente; laddove sono presenti, solo nel 55% dei casi (5 su 9) sono predisposti per la differenziazione dei rifiuti secondo materiali. Poiché una delle maggiori cause della dispersione deli rifiuti nell’ambiente è il vento, nel monitoraggio è stata riportata la presenza o meno di chiusura o copertura dei cestini presenti: solo in 4 parchi su 10 (44%) è presente questa caratteristica utile a prevenire la dispersione di materiale.

Nel questionario Park Litter la presenza di tombini e canali di scolo è stata rilevata in 9 dei 10 parchi monitorati (90%). Questo parametro è stato rilevato in quanto uno dei principali vettori di rifiuti in ambiente marino sono proprio i canali e i corsi d’acqua spesso collegati con la rete fognaria urbana e la principale fonte dei rifiuti è la cattiva gestione di quelli di origine urbana.   Nel 20% dei parchi (2 su 10) sono state notate zone di accumulo, per lo più sotto o nelle vicinanze di panchine e tavoli da pic-nic, in presenza di cestini strabordanti, tra siepi o cespugli e in alcuni casi nell’area giochi per i bambini. Fontanelle o distributori di acqua potabile sono presenti nel 80% dei parchi monitorati (8 su 10).Per quanto riguarda i DPI: le mascherine monouso sono state rinvenute solo nel Parco Attianese.

Complessivamente sono 1.575 rifiuti raccolti e catalogati nei 10 parchi monitorati in tutte le municipalità della città di Napoli, circa 1,5 rifiuto ogni metro quadrato monitorato. Raggruppati per categorie di materiali, i rifiuti dispersi nei parchi sono per il 66% di polimeri artificiali (1.034rifiuti), per il 17% di carta e cartone (268), per il 7% di metallo (109) e per 4% vetro e ceramiche (62); la restante percentuale di rifiuti è composta da rifiuti in gomma, legno trattato, tessili, bioplastica e materiali misti. Entrando nel dettaglio dei rifiuti rinvenuti, a farla da padrone i mozziconi di sigarette che rappresentano il 23% dei rifiuti raccolti (362 su 1.575totali), seguiti sacchetti di patatine e dolciumi e caramelle (150, il 10%) e da tappi e coperchi di plastica e anelli di tappi (135, il 9% del totale). Non mancano i frammenti non identificabili frammenti di carta (130, l’8%) e fazzoletti e tovagliolini con (71 con il 4%). Per quanto riguarda i mozziconi di sigarette, il parco in cui sono stati monitorati in maggior numero è a San Giovanni a Teduccio (Parco Massimo Troisi) con 200 mozziconi trovati in 100 m2, seguito da Napoli (parco Mianella) con 77.

Giunta molto difficile. De Luca apre a tutte le forze politiche ma sicuramente ci saranno sorprese

in Campania/Campania News/News by

Il Presidente della Regione Vincenzo De Luca ha molte cose a cui pensare, dopo la rielezione a Governatore. De Luca è preoccupato per i cittadini campani, gli ultimi dati sul coronavirus sono preoccupanti, e nell’immediato futuro non si escludono novità sul tema.

Intanto il Presidente vuole varare la giunta nel più breve tempo possibile, senza perdersi in inutili chiacchiere. Impegnato nella lotta contro al Covid, considerando che la Regione che amministra è quella con più alta densità abitativa d’Europa, vuole risolvere subito le nomine per la Giunta, per il Presidente del Consiglio Regionale, per i Presidenti di commissione, staff e quant’altro.

Non vogliamo perdere tempo“, fanno sapere fonti vicine allo staff del Presidente, che apre a tutte le forze politiche.
Noi restiamo sempre più convinti che ci saranno grosse sorprese. Un dato e’ certo: da oggi Enzo De Luca non può più salire oltre il 70% ma può solo scendere di consensi. La partita è questa: farà anche una buona pulizia? A saperlo…

 

Regionali Campania. Sonia Palmeri ha avuto 5 anni per farsi conoscere come assessore, ma ha raccolto solo 11mila preferenze

in Campania/Campania News by

Sonia Palmeri, candidata con la lista di De Luca Presidente nella circoscrizione di Caserta, risulta essere la prima delle non elette nel suo partito, distaccata di ben diecimila voti da Giovanni Zannini, unico a salire in Consiglio.

La Palmeri, che per cinque anni ha avuto il ruolo di Assessore al Lavoro e alle Risorse Umane nella prima elezione di Vincenzo De Luca alla Regione, non è riuscita a farsi conoscere al grande pubblico nonostante il grande incarico che il Governatore le aveva concesso pur essendo sconosciuta a tutti. Ha decisamente perso l’opportunità di far capire agli elettori cosa fosse in grado di fare, facendosi vedere solo negli ultimi cinque sei mesi in campagna elettorale, e rimanendo nell’ombra per i precedenti cinque anni.

Forse pensava di superare il suo antagonista Zannini, che tutti gli istituti di sondaggi lo davano oltre le ventimila preferenze, ma non ci è riuscita. Ora l’ex assessore non sa con chi prendersela. Farà autocritica? A saperlo…

Regione Campania. Tamponi ai privati? L’ordinanza li vieta ma qualcuno li fa

in Breaking news/Campania/News by

Il Presidente della Regione Vincenzo De Luca aveva dato il via libera ai centri per effettuare tamponi, ma non per i privati bensì solo per le aziende. Ebbene, c’è qualcuno che questa ordinanza ha deciso di svicolarla, per via della sempre più pressante richiesta, da parte dei cittadini, di capire se nelle proprie famiglie ci sono casi di positività al Coronavirus.

Pur senza essere stati autorizzati, numerosi centri in Campania, effettuano il test a intere famiglie. La prestazione si aggira sugli ottanta euro (comprensivo di servizio a domicilio), i risultati sono disponibili in 48 ore. In caso di positività di un membro del nucleo familiare parte la segnalazione all’Asl in maniera ufficiale. I centri si discolpano dato che portano a conoscenza di una percentuale di positivi che rimarrebbe dimenticata e non controllata.

Sono sempre più numerosi, quindi, i medici che chiedono un cambiamento nella normativa che disciplina la Regione. Per ora il tampone è consigliato solo in tre casi: essere stati a contatto con un positivo, presenza di sintomi fortemente sospetti, positività al test sierologico. Ma forse è giunto il momento, come accade in altre regioni, di estendere i test a tutti.

“Interrompo dal San Paolo” sbarca al Club Napoli SMCV Azzurra tra ricordi, racconti e la voce delle protagoniste Serena Li Calzi ed Alessia Bartiromo

in Sport by

Una bellissima serata al Club Napoli Santa Maria Capua Vetere Azzurra sito in via Luigi Sturzo, 94 dove ieri sera alle ore 20.30 è stato presentato il libro “Interrompo dal San Paolo”, curato da Pietro Nardiello e Giammarino Editore. Un progetto che ha visto coinvolte ben 20 tra scrittrici, giornaliste ed appassionate, che hanno dato vita ai ricordi legati alla radio ed alla famosissima trasmissione “Tutto il calcio minuto per minuto”, dove lo “Scusa Ameri” o il suggestivo “Interrompo” dai vari stadi italiani ha segnato un’intera generazione. A sessant’anni dalla prima trasmissione andata in onda il 10 gennaio del 1960, il curatore Pietro Nardiello e la Giammarino Editore hanno ideato e supportato un progetto tutto al femminile, dando spazio non ai meri numeri ma alle emozioni ed alla fantasia, con la tipica sensibilità in rosa. Ogni scrittrice infatti, ha composto un racconto scegliendo un gol iconico della storia del Napoli, non per forza in termini di importanza di risultato ma anche per le emozioni cristallizzate nel tempo ed il significato simbolico che ha portato con sè. Storie autobiografiche, di fantasia e che parlano della quotidianità con un fil rouge rappresentato dall’azzurro del Napoli, così come il caffè, i pranzi della domenica, la famiglia, l’amore, la voglia di riscatto.

Il Club Napoli SMCV azzurra ha aperto così le porte ad una serata ricca di sorrisi, ricordi azzurri ed emozioni, che ha visto raccontare il progetto e gli scritti dalla voce di due delle venti scrittrici, le casertane Serena Li Calzi ed Alessia Bartiromo. Ad introdurre, il saluto del presidente Rosario Avenia che ha illustrato gli ambiziosi progetti del sodalizio sammaritano che nelle prossime settimane darà spazio anche a numerosi altri eventi culturali sempre in sede. A scandire i racconti delle due coautrici il moderatore Marco Falco e la voce del bravissimo attore Mario Di Fonzo che ha recitato due estratti dei racconti delle giornaliste. Per Serena Li Calzi, il gol di Marco Baroni con il quale il Napoli sconfisse la Lazio per 1-0 il 29 aprile 1990 laureandosi per la seconda volta campione d’Italia. Per Alessia Bartiromo invece, la rete del “Pampa” Sosa in Napoli-Frosinone del 30 aprile 2006 conclusasi con il risultato di 1-1, ultima rete segnata da un calciatore del Napoli indossando la maglia numero 10 che fu di Maradona prima del definitivo ritiro. Ospite d’onore della serata, l’ex calciatore del Napoli Ivano Trotta, accolto da un’ovazione dei presenti e che ha speso bellissime parole per i tifosi azzurri ed i suoi trascorsi all’ombra del Vesuvio, raccontando anche numerosi aneddoti esclusivi. Insomma, una serata davvero emozionante, durante la quale non si è parlato solo di calcio: spazio anche alle pari opportunità ed al concetto di meritocrazia uomo-donna nel lavoro e nella vita, alla famiglia, alle amicizia ed alle emozioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Salernitana-Reggina, all’Arechi partono i sogni di Serie A dei calabresi

in Sport by

La sfida tra Salernitana e Reggina, in programma sabato 26 alle ore 14 allo stadio Arechi di Salerno, mette di fronte due piazze fortemente legate da un’amicizia sportiva e grande voglia di essere protagonisti.

I padroni di casa arrivano a questo incontro però fortemente rimaneggiati, nonostante i recenti arrivi di Vid Belec e Gennaro Tutino, richiesti dal tecnico Castori. Per la compagine calabrese invece dopo anni difficili la presenza di Luca Gallo ha portato nuova verve ad un ambiente che aveva bisogno di riassaporare le zone nobili del calcio italiano e con un mercato sontuoso l’obiettivo non può che essere la Serie A.

Salernitana (3-5-2): Belec; Veseli, Migliorini, Aya; Casasola, Kupisz, Schiavone, Cicerelli, Lopez; Djuric, Gondo.

Reggina (3-4-1-2): Plizzari; Loiacono, Bertoncini, Rossi; Rolando, Bianchi, Crisetig, Liotti; Bellomo; Menez, Denis.

Maltempo. Ischia e Procida sono isolate per forte vento

in Campania/Campania News by

Tutti fermi. I traghetti e gli aliscafi per e da Procida e Ischia sono ormeggiati nei porti in attesa di nuovi istruzioni ma il forte vento, che stanotte ha raggiunto anche punte di 45 nodi, rischia di bloccare i collegamenti con Napoli e gli altri sbarchi per tutta la giornata.

Numerosi i turisti che avevano deciso di ritornare sulla terraferma proprio nella giornata odierna e che attendono istruzioni o novità dalle autorità ma, per ora, nessun traghetto o aliscafo ha il via libera per partire.

Sampdoria-Benevento: la prima in Serie A dei campani, Inzaghi carica: “Bisognerà sudare per batterci”

in Sport by

Il Benevento, tornato in Serie A dopo aver dominato il campionato di B la scorsa stagione, farà il suo esordio allo stadio Luigi Ferraris di Genova contro la Sampdoria sabato 26 alle ore 18.

I padroni di casa arrivano dalla sonora sconfitta in casa della Juventus, ma il tecnico della strega Filippo Inzaghi lancia un monito ai suoi in conferenza: “Dimentichiamo quanto fatto 3 anni fa, dobbiamo dimostrare di essere da Serie A e di giocare in stadi prestigiosi come quello di Genova. Se usciremo dal campo dimostrando di aver dato il massimo non avremo rimpianti anche in caso di sconfitta, perché in quel caso vorrà dire che i nostri avversari saranno stati più bravi di noi. Noi lotteremo ogni minuto per difenderci la Serie A”.

Il tecnico blucerchiato Claudio Ranieri ha accolto nella giornata di ieri l’esterno Antonio Candreva, ma ci sono dubbi sul suo possibile utilizzo. In ogni caso è probabile una formazione che non si discosti molto da quella dell’Allianz Stadium di Torino. I campani rispondono con uno dei nuovi acquisti Glik a guidare la difesa, mentre il dubbio principale riguarda le condizioni di Lapadula.

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Colley, Yoshida, Augello; De Paoli, Ekdal, Thorsby, Jankto; Ramirez, Quagliarella.

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Maggio, Caldirola, Glik, Foulon; Ionita, Schiattarella, Dabo; Caprari, Insigne, Lapadula.

Napoli-Genoa: pronto l’esordio dal 1′ di Osimhen, Maran si affida all’ex Pandev

in Sport by

Il ritorno allo stadio San Paolo per la prima giornata casalinga della nuova stagione (domenica 27 alle ore 15) è, vista la presenza di 1000 spettatori, un piccolo segno di graduale ritorno alla normalità in un 2020 martoriato dal coronavirus.

A Fuorigrotta arriva il Genoa di Rolando Maran che già la scorsa stagione riuscì a sbancare lo stadio partenopeo con il gol di Castro che gelò i tifosi dopo una gara dominata. Gli azzurri sono imbattuti nelle ultime 7 gare interne di Serie A e contro il Grifone hanno perso solo una volta nelle ultime 21 giocate (2-3 nel 2012). La compagine di Gennaro Gattuso riproporrà il classico 4-3-3 con cui ha iniziato la sfida di Parma, ma con qualche modifica: tra i pali ci sarà Alex Meret, dando via al ballottaggio con Ospina; in mediana classico centrocampo, ma la novità più rilevante potrebbe essere l’esordio dall’inizio per Victor Osimhen, capace di spaccare la partita al Tardini. Il Genoa risponde con un 3-5-2 più compatto, guidato in attacco da Destro e dall’ex azzurro Goran Pandev.

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme, Zielinski; Mertens, Osimhen, Insigne.

Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi, Zapata, Goldaniga; Ghiglione, Badelj, Leragher, Zajc, Zappacosta; Destro, Pandev.

1 260 261 262 263 264 277
Go to Top