DAILY MAGAZINE

Tag archive

arresti

Bari, assaltato tir: arrestati cinque pregiudicati e refurtiva recuperata

in News by

La notte del 10 giugno scorso un commando armato, composto da cinque uomini con il volto coperto, bloccò e rapinò un camion in transito per il quartiere di Bari-San Paolo. Per fermare l’autoarticolato i malviventi misero di traverso sulla strada un’autovettura, esponendo una paletta del tipo di quelle in uso alle Forze di Polizia. Dopo aver fatto scendere l’autista, lo picchiarono ed incappucciarono, sequestrandolo per alcune ore. All’alba, la vittima venne liberata, insieme al camion, nell’agro di Noicattaro

A seguito della denuncia e grazie al servizio di geolocalizzazione del rimorchio, i poliziotti della Sezione Antirapina della Squadra Mobile di Bari e del Commissariato di Bitonto sono riusciti a recuperare la merce, da poco occultata dai rapinatori nel deposito di un’azienda ortofrutticola nella zona industriale di Noicattaro. Alle prime luci del mattino, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, sono stati arrestati cinque pregiudicati baresi, responsabili in concorso di rapina pluriaggravata e porto illegale di armi. Si tratta dei quarantenni Carlo Dilena e Beniamino Misceo, del tranticinquenne Giovanni Masondine e dei quarantenni Giuseppe Ottomano e Domenico Attolico. I rapinatori, oltre alla paletta di segnalazione e ad una pistola, si sarebbero procurati anche un lampeggiante, da utilizzare, in caso di necessità, per convincere la vittima a fermare il camion. La merce rubata è stata restituita ai legittimi proprietari, mentre i titolari dell’azienda dove era stato occultato il bottino sono stati denunciati per ricettazione. Proseguono le indagini per verificare eventuali ulteriori colpi messi a segno dal sodalizio criminale in altre aree del territorio nazionale.

Vieste, due conviventi sono stati arrestati dai carabinieri

in News by

Perquisizioni a tappeto, sia domiciliari che personali, oltre che veicolari, dai carabinieri del Comando Provinciale di Foggia e della Compagnia di Manfredonia. Una coppia di Vieste è stata arrestata perché tradita dall’incessante passaggio sotto al loro balcone da parte di assuntori di droghe.

I militari hanno atteso il momento giusto e fatto irruzione nell’appartamento ed hanno rinvenuto circa 60 grammi di cocaina, 7 panetti di hashish, 2 grandi piante di marijuana del peso di 3 chilogrammi circa, mazze da baseball, coltelli, bilancini, un manufatto artigianale esplosivo composto da due candelotti assemblati tra loro, e un’ingente somma di denaro divisa in banconote di piccolo taglio, verosimilmente provento del grosso volume di spaccio gestito.

Inoltre, ben nascosta, c’era una pistola calibro 7.65, con matricola abrasa, riportante delle indicazioni riconducibili alla polizia tedesca, con annessi caricatore e munizioni che i due tenevano in casa. L’uomo e la donna, viestani, conviventi, noti alle forze dell’ordine, sono stati portati in carcere su disposizione del pubblico ministero della Procura della Repubblica. A seguito dell’udienza di convalida, l’uomo è rimasto in carcere, mentre invece la donna è agli arresti domiciliari. 

Perquisizioni in corso in tutta Italia: arresti per associazione a delinquere di stampo mafioso ed estorsione aggravata

in News by

La Direzione Investigativa Antimafia ha dato esecuzione, alle prime luci dell’alba, all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. di Milano su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 7 soggetti ritenuti gravemente indiziati a vario titolo dei reati di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione, trasferimento fraudolento di beni e valori e appropriazione indebita aggravati dal metodo mafioso, nonché bancarotta fraudolenta e autoriciclaggio.

L’indagine ha tratto spunto da riscontri su personaggi legati alla cosca Pesce-Bellocco di Rosarno particolarmente attivi nel territorio lombardo.

Gli interessi degli indagati spaziavano dalle estorsioni ai reati di bancarotta fraudolenta, al riciclaggio di proventi di attività delittuose connesse anche all’illecita gestione di rifiuti.

Tra i soggetti colpiti dai provvedimenti restrittivi figurano, inoltre, appartenenti ad altre storiche famiglie ‘ndranghetiste insediatesi nei territori del lecchese e del comasco.

Particolarmente significativi sono risultati degli episodi estorsivi nei confronti di alcuni promotori finanziari costretti – attraverso minacce e percosse – a consegnare somme di denaro contante e/o fornire una “forzata” collaborazione nell’ambito dell’intermediazione creditizia.

Sono tuttora in corso le perquisizioni che vedono impegnati il personale della DIA di Milano, Roma, Napoli, Reggio Calabria e Brescia nonché i Reparti della Polizia di Stato, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza competenti sulle province di Brescia, Mantova, Novara, Varese, Lecco e Como.

Roma, scoperto traffico di “droga dello stupro”

in News by

Sin dalle prime luci dell’alba i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 6 persone (quattro uomini e due donne) di nazionalità italiana, cinese e bengalese, accusate di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli indagati erano nello smercio e traffico di droghe sintetiche, come lo Shaboo la Yaba, potenti metamfetamine, ma anche in quello di cocaina e GHB, conosciuta come “droga dello stupro”, per i suoi potenti effetti di disinnesco dei freni inibitori.

Le droghe sintetiche venivano fornite da una grossista cinese, con base in Toscana, che organizzava il trasporto e la consegna fino a Roma dello stupefacente necessario.
In particolare, la sostanza stupefacente arrivava a Roma, tramite corrieri cinesi, che utilizzavano alternativamente mezzi ferroviari o auto a noleggio, ben vestiti per non destare sospetti. Giunta ai pusher romani, la sostanza veniva consegnata ai vari clienti, anche a domicilio, usando monopattini elettrici, in modo da non destare sospetti ed evitare più agevolmente i controlli da parte delle forze dell’ordine. Tra gli assuntori più abituali figuravano professionisti, anche del mondo universitario, ballerini, medici e sportivi.

Controlli a tappeto nel Parco Verde di Caivano: sequestrato sistema videosorveglianza abusivo

in Campania by

Sono stati denunciati un 40enne e un 22enne per detenzione di droga a fini di spaccio ed è stato altresì sequestrato un sistema di videosorveglianza abusivo, composto da 9 telecamere e 2 tv a led. Installato tra le palazzine popolari del rione per monitorare e anticipare le mosse delle forze dell’ordine.

leggi tutto…

Arresti nell’hinterland torinese per detenzione di droga

in News by

Due le distinte operazioni che hanno impegnato i carabinieri della Compagnia di Ivrea: a Castellamonte è finito in manette un operaio di 21 anni per detenzione di droga.

leggi tutto…

Smaltivano illegalmente materiale di risulta edile. Bloccata per dieci mesi la ditta

in Campania by

Il Gruppo della Guardia di Finanza di Giugliano, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, ha eseguito, tra le province di Napoli e Caserta, quattro ordinanze di misure cautelari personali nei confronti di altrettanti soggetti nei cui confronti sono stati raccolti gravi indizi di colpevolezza per traffico illecito di rifiuti speciali non pericolosi, principalmente detriti e macerie provenienti da demolizioni edili, terre e rocce da scavo.

leggi tutto…

Retata in Campania: spuntano nomi esponenti clan camorristici

in Campania by

I militari del comando provinciale di Napoli hanno portato 22 indagati in carcere e 4 ai domiciliari (4 erano già detenuti in carcere) che devono rispondere, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, alle estorsioni aggravate dal metodo mafioso, nonchè alla commissione di reati in materia di armi, contro il patrimonio e la persona. Due i gruppi rivali che si contendono le piazze di spaccio: il clan Di Buono, detto dei Marcianisielli, e il gruppo avverso dei Lombardi, entrambi di Acerra sono in lotta per tre distinte piazze di spaccio, attivate nel comune di Acerra nei quartieri popolari Ice Snei, Parco dei Napoletani e piazzale dei Martiri.

leggi tutto…

Operazione Idra a Vallo di Diano: smantellata rete criminale

in News by

L’operazione denominata Idra ha portato a smantellare una fitta rete di gruppi criminali operanti da nord a Sud della penisola dedita al traffico illecito di sostanza stupefacente e detenzione ai fini di spaccio, con la conseguente adozione di 26 misure cautelari.

leggi tutto…

Sequestrato hashish, cocaina e denaro in contanti a Marano

in Campania by

Nell’ambito di un servizio disposto dal comando provinciale di Napoli, nella tarda serata di ieri , i militari della locale compagnia hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio un 19enne incensurato del posto perché trovato in possesso di 15 dosi (15 grammi circa) di hashish e denaro contante (255 euro) ritenuto provento illecito.

leggi tutto…

1 2 3 8
Go to Top