DAILY MAGAZINE

Primo Piano

Breaking news/News

Dpcm. Da domenica in arancione (o rosso) quindici regioni

Da domenica tre quarti dell’Italia non sarà più in zona gialla. In sette giorni passano da 5 a 15 le Regioni italiane rosse o arancioni, in base al monitoraggio della Cabina di regia e alle richieste di alcune amministrazioni locali. L’indice Rt nazionale è di 1,09. I tecnici della Cabina di regia di ministero alla Salute e Istituto superiore di sanità scrivono, tra l’altro, che “questa settimana si mantiene un livello generale di rischio alto di una epidemia non controllata e non gestibile dovuto ad un continuo aumento diffuso della probabilità di trasmissione di SARS-CoV-2 sul territorio nazionale in un contesto in cui l’impatto sui servizi assistenziali è ancora alto nella maggior parte delle Regioni e Province”.

leggi tutto…

Scuola, è sciopero in occasione dell’ultimo giorno con la didattica a distanza

in Breaking news by

Nell’ultimo giorno di scuola con la didattica a distanza nella gran parte delle regioni italiane, i sindacati delle scuola hanno indetto uno sciopero di tutto il personale. Flash mob, manifestazioni ed iniziative sono previsti in tutta Italia, dalle 11 alle 13 anche davanti al ministero dell’Istruzione a Roma. Cgil, Cisl, Uil, Snals e Gilda lamentano il fatto che si facciano proclami sulla centralità dell’istruzione che poi – sostengono – non vengono seguiti da stanziamenti congrui, la mancata stabilizzazione dei precari “che da anni contribuiscono in maniera fondamentale al funzionamento della scuola italiana”, ‘classi pollaio’ destinate, a loro dire, a rimanere tali anche alla ripresa della scuola a settembre. I lavoratori che parteciperanno ai presidi – si legge in tutte le locandine – devono arrivare muniti di mascherine e mantenere il distanziamento previsto dalle norme.

Governo, Zingaretti: “Nessun contrasto con Conte. Il confronto continuerà nelle prossime settimane”

in Breaking news by

Lo scenario pretende scelte nuove e una decisiva svolta da svolgere con gli alleati, questo è il cuore del confronto con Conte in queste ore e che continuerà nelle prossime settimane, nessuna contrapposizione ma la necessità per tutti di un salto di qualità necessario”. Così il segretario Pd Nicola Zingaretti nel suo intervento alla direzione nazionale del Pd.

Palermo, le mani della mafia sulle agenzie di scommesse: 8 arresti e sequestri per 40 milioni di euro

in Breaking news by

La Guardia di Finanza ha arrestato otto persone e notificato il divieto di dimora nel comune di Palermo ad altre due accusate, a vario titolo, di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori aggravato dal favoreggiamento mafioso. L’indagine, coordinata dalla Dda di Palermo guidata dal procuratore Francesco Lo Voi, ha svelato gli interessi dei clan nel settore dei giochi e delle scommesse sportive e ha svelato le complicità di alcuni imprenditori che avrebbero riciclato il denaro sporco per conto dei boss. Sequestrate attività economiche e beni per oltre 40 milioni. Personaggi chiave dell’inchiesta sono l’imprenditore Francesco Paolo Maniscalco, in passato condannato per mafia ed esponente della “famiglia” di Palermo Centro, e Salvatore Rubino che per conto dei clan avrebbe riciclato il denaro. Gli inquirenti hanno ricostruito il modo in cui le cosche si infiltravano nell’economia “legale” controllando imprese, gestite occultamente da loro uomini di fiducia. Come Vincenzo Fiore e Christian Tortora che, partecipando a bandi pubblici, avevano ottenuto le concessioni statali rilasciate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per la raccolta di giochi e scommesse sportive. A consentire l’espansione sul territorio della rete di agenzie scommesse e di corner gestiti dalle imprese vicine alla mafia sarebbero stati i clan di Porta Nuova e Pagliarelli. Quest’ultimo avrebbe garantito l’apertura di centri controllati dal mafioso Salvatore Sorrentino. Dietro l’operazione c’era anche la cosca di Porta Nuova che reimpiegava i soldi guadagnati dagli investimenti nelle agenzie per mantenere gli affiliati mafiosi detenuti e per far avere un “vitalizio” ai familiari di Nicolò Ingarao, boss assassinato anni fa. Coinvolti nell’affare anche i “mandamenti” della Noce, di Brancaccio, di Santa Maria di Gesù e Belmonte Mezzagno e San Lorenzo, che avrebbero dato l’ok per l’apertura di centri scommesse nei loro territori. Le operazioni economiche sarebbero state pianificate nel corso di summit a cui avrebbero partecipato anche i massimi vertici del mandamento di Pagliarelli: Settimo Mineo e Salvatore Sorrentino, arrestati nei mesi scorsi. Negli anni, grazie alla loro abilità imprenditoriale e ai vantaggi derivanti dalla “vicinanza” alla mafia, gli indagati avrebbero acquisito la disponibilità di un numero sempre maggiore di licenze e concessioni per l’esercizio della raccolta delle scommesse, fino alla creazione di un impero economico costituito da imprese, formalmente intestate a prestanome compiacenti come Antonino Maniscalco e Girolamo Di Marzo, che nel tempo sono arrivate a gestire volumi di gioco per circa 100 milioni di euro. Il gruppo imprenditoriale indagato, nelle ultime settimane ha acquistato, nel quartiere Malaspina, senza necessità di ricorrere a finanziamenti bancari, un immobile usato come ufficio amministrativo di una delle società del gruppo, e un’agenzia scommesse, entrambi ora sequestrati.

Covid-19, infermiera positiva al tampone: chiuso per sanificazione il reparto di Medicina dell’Ospedale di Bari

in Breaking news by

Infermiera dell’ospedale “Di Venere” di Bari positiva al Coronavirus: chiuso per sanificazione il reparto in cui lavora, ovvero quello di Medicina. La notizia è confermata all’Ansa da fonti sanitarie. La positività della donna, che è asintomatica, è stata rilevata con un tampone, durante gli screening di routine negli ospedali. I pazienti del reparto di Medicina sono stati trasferiti e su tutto il personale sono stati eseguiti i test che, al momento, hanno dato esito negativo.

Il Napoli si stringe intorno a Gattuso, un minuto di raccoglimento prima dell’allenamento

in Sport by

Ha deciso di prendere parte all’allenamento e presenziare a Castel Volturno per poi partire alla volta della Calabria per l’ultimo saluto alla sorella Francesca. Un gesto forte, molto significativo quello dell’allenatore del Napoli Gennaro Gattuso ieri, che è stato accolto con cordoglio e commozione anche dai suoi calciatori.

Un minuto di silenzio prima della consueta sessione di allenamento in vista della gara di sabato prossimo in Coppa Italia al San Paolo contro l’Inter, la semifinale di ritorno della blasonata competizione prima gara degli azzurri post emergenza covid-19. La squadra ha così voluto esprimere la propria vicinanza e far sentire tutto l’affetto a Gattuso con un abbraccio virtuale. Il capitano Insigne e l’intero gruppo hanno osservato un minuto di raccoglimento, gesto importante e che solidifica ancora di più un legame forte che si è subito instaurato con il tecnico ex Milan.

Due medici del Cardarelli di Napoli ancora positivi al Covid-19, scatta la sanificazione

in Campania by

Come scrive Il Mattino, due medici del Cardarelli, uno di Urologia e l’altro del Trauma center, sono risultati nuovamente positivi al Covid 19 pur essendo guariti da una prima infezione avvenuta a marzo e poi guarita. La scoperta nel corso dello screening con tamponi a tappeto eseguiti su tutte le 3300 unità di personale dell’azienda collinare. I due sanitari dunque, tornati al lavoro da settimane, con tanto di certificato di doppio tampone negativo, sono ora di nuovo quarantena. I rispettivi reparti sono stati chiusi e sanificati mentre oggi dovrebbe riaprire l’Urologia. Entrambi i camici bianchi sono del tutto asintomatici e nessuno dei pazienti dei rispettivi reparti è risultato infetto.

Grumo Nevano, litigio sui social sfocia in tentato omicidio: accoltellato 19enne

in Campania by

Un litigio sui social sfociato in tentato omicidio: è successo a Grumo Nevano, in provincia di Napoli, dove i Carabinieri hanno arrestato un 15enne che ha accoltellato un 19enne ferendolo gravemente. La vittima è ora ricoverata nell’ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore. Non è in pericolo di vita sebbene la ferita procurata dal fendente è profonda ben 7 centimetri. Tutto è iniziato per motivi futili: come scrive l’Ansa, il 15enne è stato subito fermato dai militari poco dopo il fatto. Nella sua abitazione è stato trovato uno straccio con tracce di sangue.

Professore di Ischia nominato Cavaliere della Repubblica, videolezioni dall’Ospedale Rizzoli

in Campania by

Tra i Cavalieri del lavoro nominati dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella c’è anche il professore ischitano Ambrogio Iacono che pur, affetto da coronavirus, ha continuato a insegnare ai suoi alunni in teledidattica dal letto dell’ospedale Rizzoli, dove è stato ricoverato per alcune settimane. “Non pensavo a tutta questa eco – ha dichiarato Iacono – Sono particolarmente onorato da questa nomina che considero un riconoscimento a tutti quelli che in questa emergenza hanno avuto gesti di solidarietà e di impegno verso il prossimo e la dedico alla memoria dei miei nonni, un esempio per me di serietà e impegno quotidiano”.

Come scrive l’Ansa, il suo caso fu elogiato pubblicamente dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. “Tanti cittadini stanno offrendo prove di grande impegno. Tra questi c’e’ il professor Ambrogio Iacono – disse il premier – Colpito dal Covid-19, continua a fare lezione a distanza ai suoi studenti dal letto dell’ospedale. Grazie Professore: i suoi studenti saranno fieri di lei”.

Coronavirus, sale ancora il numero dei guariti in Campania

in Campania by

Alle alle ore 23.59 di ieri erano 4.821 gli ancora positivi al Coronavirus in Campania, su un totale di 208.854 tamponi. Lo rende noto l’Unità di Crisi Regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Il totale dei deceduti ammonta a 415 persone mentre i guariti sono 3.537 (di cui 3.474 totalmente guariti e 63 clinicamente guariti. Questo il riparto per provincia: Provincia di Napoli: 2.621 (di cui 1.001 Napoli Città e 1.620 Napoli provincia); Provincia di Salerno: 687; Provincia di Avellino: 547; Provincia di Caserta: 462; Provincia di Benevento: 209. Altri in fase di verifica Asl: 295.

Spaccio di droga tra Napoli e Caserta, scacco al clan: otto nuovi arresti

in Campania by

Gestivano lo spaccio di droga a Caserta per conto del clan camorristico Belforte ed erano così influenti da decidere l’itinerario di una processione religiosa per far passare la Madonna sotto la casa di famiglia. È l’accusa contestata a sette persone arrestate questa mattina dai Carabinieri del Nucleo investigativo di Caserta, su ordine del Gip di Napoli, per i reati di associazione di tipo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti.

Come scrive l’Ansa, gli indagati fanno parte o gravitano attorno la famiglia Della Ventura, nota in città per i traffici illeciti e guidata da un esponente di spicco del clan Belforte di Marcianise e detenuto da anni. Le ordinanze in carcere sono state notificate alla moglie e al genero. La donna è stata già arrestata in passato e ritenuta un elemento di primo piano del clan.

Nuovo protocollo Coronavirus per lo spostamento tra Regioni, controlli intensificati anche in arrivo sulle isole campane

in Campania by

Tutti i viaggiatori in arrivo alle stazioni ferroviarie della Campania con treni che effettuano collegamenti interregionali, o all’aeroporto, dovranno sottoporsi da oggi alla rilevazione della temperatura corporea e, in caso di temperatura pari o superiore a 37,5 gradi, a test rapido Covid-19 ed eventuale tampone. E’ una delle prescrizioni contenute nell’ordinanza 54 firmata ieri dal presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, e valida fino al 15 giugno.

Come scrive l’Ansa, tutte le persone provenienti dalle altre regioni o dall’estero hanno l’obbligo, in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente la ASL competente e il proprio medico. Per i servizi di trasporto pubblico locale di linea terrestri e per quelli non di linea è confermata la riattivazione nella misura del 100 per cento dei servizi programmati in ordinario; riattivazione completa anche per i servizi marittimi.

Lutto in casa Napoli, è scomparsa la sorella di Rino Gattuso

in Sport by

Lutto in casa Napoli. Nella mattinata di ieri è scomparsa Francesca, la sorella dell’allenatore azzurro Rino Gattuso. La donna aveva 37 anni e lo scorso febbraio si seppe che era stata ricoverata d’urgenza perché Gattuso la raggiunse subito in Lombardia. Il tecnico del Napoli già ieri è partito per Gallarate dove vive la famiglia della sorella che è deceduta nell’ospedale di Busto Arsizio.

Grande il cordoglio non solo del club all’ombra del Vesuvio ma di tutte le massime squadre italiane, con messaggi di sostegno in particolar modo da parte di Inter e Milan.

Coronavirus, aumentano i casi in Campania: 12 positivi nelle ultime 24 ore

in Campania by

Qualche contagio in più registrato nelle ultime 24 ore in Campania. Secondo il bollettino diramato nella serata del 2 giugno dall’Unità di Crisi della Regione sono 12 i nuovi casi di Covid-19 registrati su 2020 tamponi analizzati con un’incidenza percentuale dello 0,59% rispetto ai tre casi del 1 giugno.

Nel corso della giornata sono pervenuti i seguenti dati: all’ospedale Cotugno di Napoli: sono stati esaminati 132 tamponi di cui 2 risultati positivi; all’ospedale Ruggi di Salerno: sono stati esaminati 560 tamponi di cui nessuno risultato positivo; presso i presidi di Aversa-Marcianise: son​o stati esaminati 151 tamponi di cui 2 risultati positivi; all’ospedale Moscati di Avellino: sono stati esaminati 210 tamponi di cui nessuno risultato positivo; all’ospedale San Paolo di Napoli: sono stati esaminati 43 tamponi di cui 3 risultati positivi; all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno: sono stati esaminati 420 tamponi di cui nessuno risultato positivo; all’ospedale di Nola sono stati esaminati 121 tamponi di cui 4 risultati positivi; all’ospedale San Pio di Benevento: sono stati esaminati 80 tamponi di cui 1 risultato positivo;​ all’ospedale di Eboli: sono stati esaminati 128 tamponi di cui nessuno risultato positivo;​ al laboratorio Biogem: sono stati esaminati 117 tamponi di cui nessuno risultato positivo;​​ all’ospedale Santobono di Napoli: sono stati esaminati 58 tamponi di cui nessuno risultato positivo. Dall’inizio della pandemia in Campania sono stati registrati 4.821 contagi su un totale di 208.854 tamponi processati.

Napoli, infermiera aggredita al Cardarelli. De Palma: “Servono interventi mirati”

in Breaking news by

Ancora un’aggressione ai danni di un operatore sanitario a Napoli. “Non si ferma l’escalation di violenza nelle corsie. Siamo qui di nuovo a commentare, tristemente, l’ennesimo riprovevole episodio di aggressione nei confronti di un nostro collega infermiere. In questo caso, poi, trattandosi di una donna, siamo di fronte ad un fatto ancora più grave, da condannare senza mezzi termini. Dobbiamo mettere fine a queste brutalità. Siamo lavoratori onesti che mettono al servizio della salute pubblica la loro professionalità, gli anni di studio, la passione, le qualità umane che non devono mai mancare. Non siamo sacchi contro cui sfogare la rabbia di pugili impazziti e fuori controllo”. Con queste parole, Antonio De Palma Presidente del Nursing Up, Sindacato degli Infermieri Italiani, commenta il nuovo drammatico fatto di cronaca che ha visto vittima una operatrice sanitaria al Cardarelli di Napoli. “Da mesi ci battiamo per soluzioni concrete: telecamere 24 ore su 24 che possano fare da deterrente agli episodi di violenza e ancora presidi delle forze dell’ordine impiegati sul posto a proteggere chi lavora – conclude De Palma – Le indagini che abbiamo portato avanti nel recente passato ci illustrano dati allarmanti sempre più in aumento: la violenza non sembra destinata ad arginarsi e non succederà se non mettiamo in atto azioni mirate a proteggere l’incolumità fisica e psicologica degli infermieri, tutelando la nostra categoria da gesti incomprensibili e mai giustificabili”.

Fase 2, Di Maio: “L’Italia esige rispetto, sulla riapertura dei confini serve una risposta dell’Europa”

in Breaking news by

In questi giorni ne ho sentite davvero tante sull’Italia. Non mi sembra il momento di fare polemiche, ma una cosa voglio dirla chiaramente: esigiamo rispetto. Se qualcuno pensa di trattarci come un lazzaretto allora sappia che non resteremo immobili”. Lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a proposito della riapertura dei confini. “Serve una risposta europea perché se si agisce in maniera diversa e scomposta viene meno lo spirito Ue. E crolla l’Europa”, sottolinea il ministro.

Napoli, scoperta e sequestrata una fabbrica hi-tech di mascherine e griffe false: operazione della GdF

in Breaking news by

Ha lavorato, incessantemente, anche durante il lockdown, la fabbrica del falso hi-tech a conduzione familiare scoperta dai finanzieri del Comando provinciale a Forcella, nel cuore di Napoli. Una fabbrica gestita da padre, madre e figlia (sorpresi in flagranza e denunciati) che realizzava capi di abbigliamento, jeans e anche mascherine con i loghi contraffatti di note griffe di moda, come Balenciaga, Chanel, Fendi, Gucci, Marcelo Burlon e Nike, destinati ai giovani. Le mascherine prive di autorizzazione ministeriale e prodotte senza rispettare le normative igienico-sanitarie, non garantivano protezione dal Covid-19. La fabbrica era ospitata in un locale di 50 mq dove erano state sistemate attrezzature hi-tech, tra le quali una cucitrice estremamente sofisticata, gestita via wireless con un apposito tablet, usata per replicare fedelmente i loghi. Grazie a un by-pass nell’impianto elettrico i tre non pagavano neppure la corrente. Sequestrati anche 500 strumenti usati per la produzione.

Regionali, De Luca: “Voto a settembre?Atteggiamento irresponsabile del Governo”

in Breaking news by

“Sulle elezioni il governo ha avuto un atteggiamento irresponsabile. La proposta delle Regioni che vogliono votare è per l’ultima settimana di luglio, visto che a settembre si torna a scuola”. Così il governatore Vincenzo De Luca. “La data delle elezioni la fissano le Regioni, ma il governo ha escluso che si voti prima di settembre. Nel frattempo hanno aperto palestre, piscine, centri commerciali, ridicolo quindi impedire di votare a fine luglio. Chi non vuole votare sono le forze di opposizione, Lega, Fi, Fdi e anche il M5s, ce lo ha comunicato il ministro dell’Interno per quanto riguarda le opposizioni. Hanno paura di andare a votare e vogliono perdere tempo. Irresponsabili. Propongono addirittura il 27 settembre con ballottaggi a metà ottobre, quando avremo l’epidemia influenzale e il probabile ritorno del covid. Per aprire le scuole servirà un lavoro enorme per il distanziamento. Che si fa, si apre una settimana poi si chiude di nuovo, e poi altro stop a ottobre?”.

Cavalieri del Lavoro, Mattarella firma il decreto: tra i nomi Ferragamo, Merloni e Damiani

in Breaking news by

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato i decreti con i quali, su proposta del Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, di concerto con la Ministra delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Teresa Bellanova, sono stati nominati 25 Cavalieri del Lavoro. Questi sono: Maria Allegrini, Antonio Campanile, Giuseppe Castagna, Lorenzo Coppini, Anna Doglione, Ferruccio Ferragamo, Nicola Fiasconaro, Mario Frandino, Maria Laura Garofalo, Alessandro Gilardi, Guido Roberto Grassi Damiani, Giuseppe Maiello, Enrico Marchi, Luciano Martini, Paolo Merloni, Marco Nocivelli, Guido Ottolenghi, Gian Battista Parati, Umberto Pesce, Federico Pittini, Giovanni Ravazzotti, Giorgia Serrati, Silvia Stein, Maurizio Stirpe e Guido Valentini.

Genova, il governatore della Liguria Toti invita Mattarella all’inaugurazione del ponte: “Verrà certamente, sarà un buon segnale”

in Breaking news by

“All’inaugurazione del ponte per Genova verrà certamente il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, l’abbiamo invitato, credo che sia un doppio buon segnale oltre al varo in un’estate così complicata”. Lo conferma il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti stamani a Radio Rtl. “I soldi si possono spendere e le opere pubbliche si possono fare, i posti di lavoro si possono creare – commenta – in meno di due anni il ponte è risorto e non era un’opera banale”.

Fase 2 e Recovery Fund, Palazzo Chigi: “Squadra di governo compatta”

in Breaking news by

“La squadra di Governo è unita e compatta. C’è la massima condivisione sull’azione di contrasto dell’emergenza sanitaria e sugli obiettivi legati al Recovery Fund in vista del negoziato in seno al Consiglio europeo, tra cui: digitalizzazione, investimenti, semplificazione amministrativa, riforma fiscale”. E’ quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi.

1 135 136 137 138 139 151
Go to Top