Bimbo morto a Napoli per challenge sul web, la commozione del prete

in Campania News by

Una piccola bara bianca è poggiata davanti all’altare della basilica di Santa Chiara a Napoli, al suo interno il corpo di un bambino di 11 anni le cui cause del decesso sono ancora da spiegare, ma che si ricollegano molto

probabilmente alla challenge di “Jonathan Galindo” che gira sul web nell’ultimo periodo. La Procura intanto ha aperto un fascicolo contro ignoti per istigazione al suicido. 

Durante l’omelia – raccontata dai colleghi dell’ANSA – il parroco monsignor Vincenzo De Gregorio ha espresso tutta la propria commozione: “Il rispetto che dobbiamo ad un bambino ci impone di chiederci il perché è accaduta una tragedia del genere, sperando che possa esserci una risposta”.