DAILY MAGAZINE

Tag archive

razzismo

Siena, violenza e razzismo: emerge ‘ The Shoah Party” di minorenni

in News by

Le indagini sono partite dall’inchiesta su una chat con contenuti pedopornografici e razzisti, ‘The Shoah Party’, risalente a due anni fa. In tutto 96 le persone censite in ‘gruppo politica’, prevalentemente minorenni. E sono 5 i minori ora denunciati a vario titolo per associazione sovversiva e istigazione a delinquere. Secondo quanto spiegato dai carabinieri i partecipanti alla chat “sebbene di idee politiche con accenti estremistici anche diametralmente opposte”, erano accomunati da “antisemitismo, discriminazione sessuale e odio razziale” e ritenendo l’uso della forza e della violenza “uno strumento necessario per l’affermazione del pensiero politico”.

leggi tutto…

Agguato ad Eboli: razzismo o noia?

in News by

In via Buozzi ad Eboli un ragazzo africano è stato vittima di un agguato per motivi ancora ignoti, mentre chiedeva l’elemosina davanti ad un supermercato.

leggi tutto…

Umiliazione gratuita nel Comasco. Virale il racconto della fidanzata del plurilaureato

in News by

Ennesimo episodio di razzismo, questa volta a Milano. A raccontare l’episodio sul web è Fabiana, fidanzata di Georges, che “è Africano ed è in Italia da 13 anni e sta per conseguire la sua seconda laurea, in medicina”, cacciato in malo modo dalla stazione di Portichetto di Luisago, nel Comasco.

leggi tutto…

Razzismo a Lecco: donna aggredita con frasi razziste dal controllore

in News by

La scena, ripresa in due video frammentari, è stata registrata da alcuni passeggeri presenti sul pullman di Linee Lecco e mostra un controllore intimare ad na passeggera di scendere dal pullman.

leggi tutto…

“Io vuole imparare italiano bene”, frase su libro di testo scatena la polemica razzista

in Breaking news/News by
Polemica per una frase su un libro di testo di seconda elementare, messa in bocca ad un bambino visibilmente di colore, una frase che riporta a ottant’anni fa, come spiega la pagina Facebook “Educare alle Differenze”, un portale che raggruppa una rete di associazioni che punta ad una scuola più inclusiva, più aperta, più libera.
Un libro“, spiegano in un post, “che entra in classi interculturali in cui bambine e bambini nati e cresciuti in Italia hanno colori diversi, famiglie miste, adottive, genitori che provengono da altri paesi ma vivono qui da anni o che sono a loro volta nati e cresciuti qui. Ma anche bambini arrivati da poco che portano con sé le loro culture d’origine e che costruiscono in quelle classi nuove identità meticce fatte di incontri e reciproche contaminazioni“.

Bambini“, continuano, “che continuiamo attraverso rappresentazioni come questa ad additare come stranier*, come altro rispetto a una presunta normalità italica e a scimmiottare con un linguaggio imbarazzante che sembra preso da un pessimo film degli anni Trenta“.

In rete sono tantissime le persone che hanno richiesto di eliminare quel libro di testo dalle scuole di tutta italiana, compresi molti professori. Poco fa è arrivata la nota della casa editrice: “Abbiamo già provveduto a modificare la pagina, subito disponibile per chi utilizza il testo in questo anno scolastico. Ovviamente il libro, in fase di ristampa, sarà modificato“.

Davide Paolino

 

Go to Top