DAILY MAGAZINE

Tag archive

parma

Emilia-Romagna, “discoteca” all’aperto nel Parmense

in News by

Sorpresi per il mancato rispetto delle norme anti-Covid, con le auto disposte in circolo, alcuni ragazzi che avevano creato una sorta di discoteca all’aperto utilizzando casse e stereo delle rispettive auto.

leggi tutto…

Parma: maltrattamenti in famiglia, i Carabinieri fermano un 36enne in flagranza di reato

in News by

Continuano i maltrattamenti familiari. Stavolta protagonista una coppia nel Parmense.

leggi tutto…

Riparte la Serie A, al Tardini c’è Parma-Napoli: il preview del match

in Sport by

In un 2020 stravolto dalla pandemia il 19 settembre riprende la Serie A con Fiorentina-Torino, mentre il secondo anticipo si giocherà a Verona tra l’Hellas e la Roma.

Al Tardini di Parma, con il lunch match di domenica delle ore 12.30, al via la stagione di Parma e Napoli che sarà caratterizzata da una novità importante: ci sarà la presenza del pubblico secondo quanto previsto dal ministro dello sport Vincenzo Spadafora (per l’esattezza 1000 spettatori muniti di mascherina, ben distanziati ed ingresso a scaglioni). La seconda novità è per il Parma che ha, un po’ a sorpresa, concluso il rapporto con Roberto D’Aversa sostituendolo con Fabio Liverani. Per i ducali il dubbio principale riguarda Gervinho, pronto ad essere sostituito da Karamoh; il Napoli guidato da Gennaro Gattuso ha tutti gli effettivi in rosa e riprenderà dal 4-3-3 che ha accompagnato il tecnico calabrese dagli albori della carriera azzurra: in porta giocherà Meret, in difesa recupera Mario Rui mentre in attacco è ballottaggio aperto tra Mertens ed il neoacquisto Osimhen, con il belga leggermente favorito. Si accomodano in panchina gli altri due acquisti Rrahmani e Petagna.

Queste le probabili formazioni delle due compagini:

Parma (4-3-1-2): Sepe; Darmian, Bruno Alves, Iacoponi, Pezzella; Grassi, Hernani, Brugman; Kucka; Inglese, Karamoh.

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Mario Rui; Zielinski, Demme, Fabian Ruiz; Insigne, Mertens, Politano.

Francesco Vassura

Go to Top