DAILY MAGAZINE

Tag archive

calcio

Zampa: “Il campionato di calcio va sospeso”

in Breaking news/News by

Il sottosegretario alla Salute Sandra Zampa, stamattina in collegamento su Radio Capital, non ha dubbi: “I protocolli che abbiamo sottoscritto parlano chiaro: con una situazione così alta di contagi tra calciatori il campionato di Serie A deve essere sospeso”.

Parere assolutamente contrario a ciò che aveva anticipato ieri il Ministro dello Sport Spadafora che aveva assicurato il regolare svolgimento della competizione.

Dalla Lega Calcio nessuna ipotesi di blocco della competizione, ma si valuta il rinvio della sola Genoa-Torino per permettere ai calciatori di prepararsi al meglio dopo la pausa nazionali.

Spadafora annuncia: “No allo stop del campionato, non ci sono le condizioni”

in Sport by

Il Ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, ha parlato ai giornalisti presenti fuori Montecitorio: “Stop al campionato? Non ci sono le possibilità al momento, non credo sia da prendere in considerazione questa ipotesi. Il caso Genoa preoccupa e non poco, è un focolaio importante. Ora sentirò tutti gli organi competenti per trovare una soluzione“.

Milan, due calciatori positivi al Covid-19: Ibra e Duarte

in Breaking news/Primo Piano by

Due calciatori del Milan sono risultati positivi al Covid-19. In primis Duarte, centrale di difesa, che ieri era risultato positivo al test; quest’oggi, invece, Zlatan Ibrahimovic. L’attaccante svedese, infatti, è stato subito posto in quarantena, sta bene ed è asintomatico. I rossoneri questa sera saranno impegnati nel secondo turno preliminare di Europa League  contro il Bodo/Glimt e dovranno fare a meno del bomber. In avanti ci sarà Colombo dal 1′.

Napoli. La Juve vira su Morata, si complica l’affare Milik

in News/Sport by

Una notizia che potrebbe cambiare tutto. La Juventus, ancora alla ricerca di un attaccante per Pirlo, sembrerebbe aver cambiato idea a causa delle varie ostilità incontrate nel corso dell’ultimo mese con la dirigenza napoletana.

Infatti non è un segreto che la Juventus fosse alla ricerca di Edin Dzeko, punta delle Roma, e che i giallorossi intendessero sopperire alla mancanza del bosniaco con Arkadiusz Milik, centravanti del Napoli. Questo “valzer” delle punte avrebbe aiutato ogni squadra ad avere un buon attaccante e soprattutto la dirigenza della squadra partenopea ad evitare che Milik fosse ceduto a Giugno 2021 a costo zero, in scadenza di contratto.

Ma le varie difficoltà, riscontrate nel corso dell’ultimo mese, sembrerebbero aver fatto cambiare idea alla Juventus che punta ad un clamoroso ritorno di Alvaro Morata, già bianconero dal 2014 al 2016, forse le sue migliori stagioni in ambito realizzativo.

Lo spagnolo arriverebbe in prestito oneroso (dieci milioni) con diritto di riscatto fissato a 45 milioni. Un cambiamento di rotta che porterebbe, incredibile, Luis Suarez in rotta col Barcellona all’Atletico Madrid.

Davide Paolino

Napoli, Oshimen promette bene

in Campania/Campania News/News/Sport by

Parma – Il Napoli torna dalla trasferta di Parma con tre punti e tanti sorrisi riassumibili in tre nomi: Mertens, Insigne e il nuovo arrivato Victor Osimhen.

I primi due sono nomi “abitudinari” in questo Napoli. Mertens è il calciatore che ha segnato di più nella storia del team, più di totem calcistici come Maradona e, in misura minore ma ugualmente amato, Marek Hamsik. Insigne è il capitano, napoletano, che con la tifoseria ha vissuto sempre alti e bassi, che ogni tanto ha quasi manifestato interesse ad andare via, ad “emigrare” verso altri lidi, chiamato forse da sirene milanesi (ma non milaniste).

Entrambi ieri ci hanno messo lo zampino. Il primo in totale scioltezza, dopo aver approfittato di un errore della retroguardia parmense, grazie all’intervento di Osimhen, e il secondo a porta vuota, lesto ad approfittare di una respinta troppo leggera di Sepe.

E il terzo, che non ha messo la palla in rete, si è fatto notare con inserimenti giusti, tacchetti smarcanti (uno ha portato il palo di Insigne), si è portato l’uomo in molte occasioni lasciando spazio di manovra ai compagni di attacco. “Mi ricorda Cavani“, ha detto Capitan Insigne. E i tifosi sperano, sognano, che il giovane nigeriano riesca ad avere un impatto simile nel corso del tempo.

Per ora: buona la prima. Vedremo le altre.

Davide Paolino

 

 

Go to Top