Somma Vesuviana. Pizzaiolo consegna 70 pizze alle famiglie bisognose

in Campania/Campania News by

“Ho deciso di festeggiare il mio compleanno donando 70 pizze da mezzo metro  a 70 famiglie bisognose di Somma Vesuviana, alle quali abbiamo anche offerto ben 300 crocchè e 70 bottiglie di Coca – Cola. Credo nella condivisione ed in questo momento dobbiamo condividere anche le preoccupazioni, lo stress e allo stesso tempo i valori. Dobbiamo aiutarci ed essere tutti uniti. La Protezione Civile Cobra 2 ha dato una mano molto pratica in quanto sono stati i volontari della stessa Protezione Civile con i loro mezzi a recarsi presso queste persone e consegnare loro pizze, Coca – Cola e crocchè, al fine di tutelare la privacy e la sicurezza sanitaria. Le pizze sono state fatte tutte con il piennolo del Vesuvio offertomi da un agricoltore di nome Giuseppe Ceriello e lavorate ed infornate da me, da mia moglie e mia mamma”. Lo ha affermato Gaetano Boccia, pizzaiolo di Somma Vesuviana, nel napoletano.

“Ringrazio il sindaco e la Protezione Civile perché  grazie a loro – ha continuato Boccia –  ho potuto raggiungere le famiglie bisognose del mio paese e regalare così a tanti bambini, anziani un sorriso e una serata di tranquillità”.

In campo i volontari della Protezione Civile Cobra 2 di Somma Vesuviana.

“Sono stati mesi davvero intensi, vissuti in piena trincea – ha affermato Vincenzo Secondulfo, Presidente della sezione sommese della Protezione Civile Cobra 2 – e da 10 mesi non ci stiamo fermando di notte e di giorno. Qualche settimana fa eravamo, anche noi di Somma Vesuviana, a Crotone in supporto alla popolazione colpita dall’alluvione. Vedere un sorriso sul volto di un qualsiasi cittadino è per noi un risultato così importante da trasmetterci serenità in un momento in cui è difficile trovarla. Noi della Protezione Civile ci siamo e Domenica con il coordinamento Vesuvius che raggruppa le sezioni territoriali di più Comuni, ricorderemo nella Piazza Vittorio Emanuele III di Somma Vesuviana, tutte le vittime del Coronavirus, tutte le persone di questo territorio che hanno perso la vita a causa del Coronavirus e con il Coronavirus.  Formeremo sulla piazza grande, un albero di Natale posizionando tutti i mezzi delle sezioni territoriali della Protezione Civile e libereremo nel cielo una luce per ogni vittima”.

In campo sempre al fianco dei cittadini.

“E’ la testimonianza di ciò che sono i miei concittadini: generosi, genuini, veri. Ringrazio di cuore Gaetano ed anche i volontari della Protezione Civile ben guidati dal Presidente Vincenzo Secondulfoha dichiarato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana – ed ieri sera, mentre sfornavano le 70 pizze, ho visto il volontariato, la bellezza delle relazioni umane, volti sorridenti perché è il sorriso che dobbiamo dare alla gente. Ricordo che è attivo anche il servizio dei buoni spesa. Ricordo anche l’impegno della Croce Rossa al fianco di famiglie che necessitano di un supporto anche emotivo. Ricordo Psicologia – Emergenza Covid 19 con un team di psicologi del Comune a completa disposizione di cittadini che vogliono parlare, esporre ciò che sentono. Ricordo e ringrazio anche i sacerdoti di Somma Vesuviana che si stanno mobilitando per iniziative come la spesa solidale. Siamo una comunità ed ognuno sta dando un contributo concreto. Non escludo altre iniziative sociali in vista del Natale. Somma Vesuviana c’è!”.