Scuole chiuse a Pompei e Torre del Greco, i chiarimenti dei sindaci

in News by

Scuole chiuse fino a gennaio. È la decisione dei sindaci di Pompei e Torre del Greco, intervenuti a Radio Crc per spiegare il provvedimento. “Le ragioni della chiusura – ha affermato Carmine Lo Sapio, sindaco di Pompei – sono nel riscontro del contagio eccessivo nelle scuole anche se a Pompei c’è un calo. Restiamo fermi in questa decisione visto che manca poco al Natale. Da 400 a 127 contagiati con una media di 1-2 al giorno. Siamo quasi vicino al contagio zero”. “Purtroppo registriamo il turismo fermo e stando alle restrizioni gli spostamenti sono fermi anche tra i comuni. A Natale cerchiamo di stare con i soli conviventi e familiari”, ha concluso.

Giovanni Palomba, primo cittadino di Torre del Greco, ha dichiarato che la ragione della chiusura sta nei “2230 casi, 450 sono ora in isolamento, 99 ricoverati e gli altri guariti. Per quanto riguarda sempre i giovani restano 17 positivi e 86 guariti. Quindi aprire le scuole è un rischio che il sindaco non può prendere. Non giudico le decisioni che partono dal Governo centrale, però preferisco aspettare ancora un po’ e far passare così questa seconda ondata”.