Rifiuti tossici sversati ed inquinamento ambientale, maxi indagine tra Avellino e Benevento

in Campania by

In seguito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Benevento, i Carabinieri del Noe di Salerno nella mattinata odierna hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal Gip del Tribunale di Benevento, su richiesta della Procura, di un noto laboratorio di analisi chimiche-microbiologiche operante nel centro abitato di San Giorgio del Sannio.

Il laboratorio, situato in un edificio residenziale del centro cittadino, espleta prevalentemente attività di consulenza ambientale riferita alle analisi di acque potabili, acque di scarico, prodotti alimentari, terreni agrari e rifiuti, mediante analisi chimiche, microbiologiche e strumentali. Il procedimento penale è iscritto nei confronti di 2 persone in qualità di direttore responsabile e gerente del laboratorio di analisi per i reati di attività illecita di gestione di rifiuti, nonché per aver scaricato illecitamente i reflui industriali nella rete fognaria comunale. I reati contestati sono sanzionati del Testo Unico Ambientale.

I rifiuti prodotti dal laboratorio rientrano nella categoria dei rifiuti speciali pericolosi in considerazione delle sostanze impiegate nei processi di analisi e le acque reflue sono ritenute industriali, poiché derivati dall’impiego di sostanze estranee alle comuni attività domestiche. Gli illeciti sono stati verificati a conclusione di accertamenti intrapresi negli ultimi mesi disposti dalla Procura di Benevento e tesi a reprimere fenomeni di illeciti sversamenti a salvaguardia dell’ambiente.