Polizia, l’allarme dei sindacati: “Sfruttati e sottopagati, invitiamo i Ministri ad un giro nelle volanti”

in News by

Il Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.) lancia l’allarme sulle condizioni di lavoro degli operatori di Polizia impegnati nei controlli per la lott all’emergenza covid-19.

Agli stessi infatti, è stata riconosciuta un’ulteriore indennità di 1,25 €. Come se non bastasse, tale indennità non è di facile interpretazione difatti, sembrerebbe che il riconoscimento dipendi dall’interpretazione dei singoli Questori. A parlarne è il Presidente Nazionale del Libero Sindacato di Polizia, Antonio de Lieto. “Appare di tutta evidenza che si tratta di una vera elemosina per gli  appartenenti alla Polizia di Stato. Un vero e proprio schiaffo per chi, ogni giorno, è chiamato a svolgere servizi impegnativi, mettendo  in pericolo la propria vita con elevato rischio di contrarre il virus. Gli uomini e le donne della Polizia di Stato ricevono stipendi assurdamente bassi, sono assoggettati a tanti doveri ed a ben pochi diritti. Gli operatori di Polizia sono chiamati, tutti i giorni, a compiere rinunce  e sacrifici”.

“Cosa ricevono in cambio? A giudizio del LI.SI.PO., molta disattenzione e poca o nessuna considerazione per le loro sacrosante richieste. Per qualche inquilino del Viminale gli uomini e le donne in divisa non dovrebbero battersi per  migliorare le loro condizioni di vita e di lavoro, ma dovrebbero pensare solo a come svolgere al meglio il loro servizio. Giusto, veramente giusto, ma anche  gli operatori di Polizia hanno  gli stessi problemi degli altri cittadini, anche i loro figli vanno a scuola, anche le loro famiglie hanno le stesse necessità di tutte le altre famiglie.  Il LI.SI.PO. – ha concluso de Lieto – invita il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese a fare un turno di volante magari a Napoli (ss 167), Palermo (zona porto), Calabria (Aspromonte) ecc,  in modo tale da verificare personalmente i disagi ed i pericoli che vivono quotidianamente gli Operatori di Polizia impiegati in servizio di controllo del territorio”.