Napoli, Tutela di minori e fragili: si rafforza l’impegno di Chiesa e Università

in Campania by

Lunedì 26 settembre, alle ore 18.30, prenderà il via “Minori e persone vulnerabili: tutela, ascolto, prevenzione”, il percorso di formazione base promosso dalla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale di Napoli (PFTIM) – Sez. San Tommaso d’Aquino e dall’Università Giustino Fortunato di Benevento, co-finanziato dal Servizio per gli Studi Superiori di Teologia e delle Scienze Religiose della Conferenza Episcopale Italiana e realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli.

Gli incontri si svolgeranno tutti online il lunedì sera dalle 18.30 alle 20.30, da settembre a novembre.  Il ciclo di incontri si concluderà con una due-giorni di riflessioni nei giorni 1 e 2 dicembre. Il percorso di formazione è gratuito e aperto a tutti ed è rivolto principalmente a operatori dei servizi ai minori, catechisti ed operatori pastorali, animatori ed educatori, persone impegnate in gruppi, movimenti, associazioni, docenti e studenti, nonché a tutte le persone interessate agli argomenti trattati con l’obiettivo di formarsi e informarsi su alcuni contenuti di base, essenziali per tutti coloro che lavorano o operano a vario titolo in attività e servizi per minori o con minori.

«L’iniziativa del corso base – ha dichiarato il Magnifico dell’UniFortunato Prof. Giuseppe Acocella -sulla tutela, l’ascolto e la prevenzione dei minori e delle persone vulnerabili sviluppa un percorso che l’Università “Giustino Fortunato” di Benevento sta ormai da tempo rafforzando su tematiche centrali per una società che voglia valorizzare tutti i membri della comunità a partire dai più esposti. La sinergia che si è venuta a realizzare intorno a questa proposta che unisce il mondo dell’accademia, le confessioni religiose, le associazioni e la società civile, è segno importante del grande bisogno che c’è di fare rete intorno a temi così cruciali».

Particolare soddisfazione è stata espressa dai coordinatori del progetto e del corso, i docenti Antonio Foderaro (PFTIM), Paolo Palumbo (Unifortunato), Ida D’Ambrosio (Unifortunato) e Carmine Matarazzo (PFTIM), nonché dai membri del gruppo di ricerca, i professori Antonio Fuccillo, Raffaele Santoro, Raffaele De Luca Picione, Elvira Martini, Silvia De Marco, Fabrizio Corona e Giovanni Tagliaferro.

«Il lavoro della Facoltà Teologica in favore dei minori – ha dichiarato Don Francesco Asti, Decano della sezione San Tommaso d’Aquino della PFTIM – è il naturale riflesso di un impegno a tutto campo della Chiesa intera, a livello locale e globale, contro ogni forma di abuso sui soggetti più vulnerabili della nostra società. Si tratta di un impegno radicato nel Vangelo, che ci vede già da diversi anni in prima linea nella promozione sul territorio di studi e iniziative in difesa dei più fragili».