Napoli, ipotesi Bosco di Capodimonte sede vaccinale: gli scenari

in News by

Il direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger, insieme al direttore dell’Asl Napoli 1 Centro Ciro Verdoliva, ha individuato l’ampio edificio della Fagianeria come una delle sedi vaccinali per la campagna che riguarda tutti i cittadini, in attuazione della volontà del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca di rendere il più possibile capillare le operazioni di vaccinazione, a sostegno del Piano Nazionale di Vaccinazione Covid-19.

“Siamo lieti di offrire gli ampi spazi del Real Bosco di Capodimonte per contribuire a questa battaglia sanitaria” afferma. “E’ necessario che in pochi mesi tutta la città di Napoli possa ricevere la somministrazione del vaccino. L’ASL Napoli 1 Centro – su preciso indirizzo del Governo regionale – sta lavorando per individuare sedi idonee; a tal proposito il Museo e Real Bosco di Capodimonte ha offerto la disponibilità della Fagianeria reale, antica Casa dei Fagiani Forestieri, uno storico edificio nel centro del Bosco di Capodimonte. Questa offerta è stata accolta e si sta già lavorando per l’allestimento per preparare un centro vaccinale che possa garantire la somministrazione di almeno 1.000 vaccini al giorno. E’ una grande occasione per far sentire, proprio in un momento difficile, che la cultura e la storia della città di Napoli può essere protagonista anche per garantire salute” afferma il direttore dell’Asl Napoli Ciro Verdoliva”.