Napoli. Erano al Bingo o dall’amante durante il turno lavorativo: giardinieri nei guai

in Breaking news/News by

Diciassette giardinieri del comune di Napoli sono finiti sotto indagine per aver fatto altro durante l’orario lavorativo, invece che effettuare servizi che avrebbero dovuto migliorare le condizioni del verde urbano nella città metropolitana. Grazie a numerosi appostamenti, pedinamenti, e a telecamere, gli investigatori hanno scovato i giardinieri impegnati a giocare a bingo, a spasso con l’amante o in palestra invece di lavorare per il comune di Napoli.

“E’ finita l’epoca della linea dolce dove si chiudeva sempre un occhio e si lasciava che gli scandali si andassero ad arenare. Serve un cambio di rotta, chiediamo punizioni esemplari perché di casi legati ai furbetti del cartellino saltano fuori ogni giorno, evidentemente la cosa finora non è stata gestita bene. Si è stati troppo permissivi. Vigileremo che questo caso non cada nel dimenticatoio, bisogna andare fino in fondo. Chi ha un posto fisso non può permettersi il lusso di truffare il Comune, lo Stato, le istituzioni e soprattutto di offendere chi in questo momento vorrebbe lavorare ma non può a causa dell’emergenza sanitaria”, ha commentato il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli in merito alla vicenda.