Napoli, controllo del territorio cittadino: sequestrato allevamento clandestino di cani

in Campania by

La Polizia Locale di Napoli nell’ambito delle azioni di controllo del territorio nei siti di maggior criticità urbana ha individuato un allevamento abusivo di cani. Gli Agenti del Reparto Tutela Ambientale e Investigativa Centrale della Municipale durante una attività di controllo del territorio hanno individuato un’area scoperta in Via Brin dove erano in corso opere edili di ampliamento di un allevamento abusivo di cani di grossa taglia. Il responsabile tale A.F. napoletano di anni 38, già noto al Servizio Veterinario dell’ASL per essere destinatario di una Ordinanza di sgombero del sito per lo stesso tipo di abuso, veniva denunciato per inottemperanza all’Ordine dell’Autorità e per gli abusi edili rilevati, infatti realizzava su di un’area di circa 300mq.

Ben 25 celle in muratura da adibire a canili, una sopraelevazione per la realizzazione di un locale ad uso ufficio e uno scavo per l’immissione in fogna abusiva. Al momento dell’accesso congiunto con il Servizio Veterinario dell’ASL gli Agenti della Municipale riscontravano la presenza di n. 66 cani di varie età, dai cuccioli in allattamento ai cani adulti, tutti rinchiusi in gabbie di metallo sovrapposte a mmo’ di pila, la metà dei cani era stata sottoposta al taglio delle orecchie e non era censita con l’applicazione del microchip. I funzionari ASL provvedevano ad applicare il microchip e, su indicazione del Magistrato di turno, ad affidare gli animali all’allevatore, in attesa delle prescrizioni dell’Autorità Sanitaria per il ripristino delle condizioni ottimali per gli animali e lo sgombero dal sito. L’area oggetto anche di abusi edili veniva sottoposta a sequestro penale con informativa di reato trasmessa alla Procura della Repubblica.