L’allarme del sindacato LISIPO: “Controllare le zone con i droni per rispettare le regole covid”

in News by

Nell’ultimo weekend sono continuate le verifiche interforze disposte dal Questore di Salerno, che ha registrato la partecipazione di Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia locale ed Esercito. Nell’espletamento di tale servizio attuato in tutta la provincia di Salerno sono state controllate persone ed  esercizi commerciali. Durante i controlli sono emerse diverse irregolarità, circa 71 persone sono state sanzionate perché non indossavano la mascherina.

E’ il Segretario Generale del Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.) Antonio de Lieto che lancia l’allarme, inoltrando una proposta importante alle Istituzioni: “Non portare la mascherina con la presunzione per le più svariate convinzioni personali, spesso fa perdere di mira il motivo per cui la regola è stata imposta, ossia la tutela ed il rispetto per gli altri. La trasgressione va certamente rilevata e la regola, proprio per motivi di salute pubblica, va fatta rispettare a tutti, stranieri compresi. Da qui a trasformare il paese Italia in uno Stato di Polizia, ce ne vuole. Se per far rispettare un DCPM si giustifica il ricorso all’Esercito in aggiunta alle Forze dell’Ordine per il controllo del territorio, il Libero Sindacato di Polizia chiede al  Ministero dell’Interno se non fosse opportuno, anche con l’ausilio dei droni, controllare tutte le zone malfamate e tutte le persone malavitose conosciute ed intervenire prontamente, laddove si ravvisi ogni minima infrazione delle leggi e dei regolamenti a tutela della collettività civile ed onesta  così, giusto per non dare l’impressione – ha concluso il leader del LI.SI.PO. – che a dover pagare debba essere solo chi è già stressato dalla pandemia in corso e spesso anche senza grandi risorse economiche”.