Il Cts: “Stato di emergenza fino al 31 luglio. Mondiali di sci a porte chiuse”

in Breaking news/News by

L’indicazione principale da parte del Comitato tecnico scientifico è di prorogare lo stato di emergenza almeno fino al 31 Luglio. Secondo gli esperti, inoltre, sono quattro gli elementi che portano a questa decisione: l’impatto ancora alto del virus sull’occupazione dei posti letto ospedalieri, la campagna vaccinale (che comunque procede per ora senza rallentamenti), la preoccupante situazione degli altri Paesi, soprattutto in quelli europei, e la possibile sovrapposizione dell’influenza stagionale con il coronavirus.

Ed intanto, per il prossimo Dpcm che dovrebbe entrare in vigore il 16 Gennaio, si discute della riapertura degli impianti sciistici. Per il Comitato tecnico scientifico questa riapertura, prevista per il 18, desterebbe “grande preoccupazione” soprattutto perché gli impianti riaprirebbero in regioni già fortemente debilitate dal contagio. In quest’ottica il Cts ha proposto che i campionati mondiali di sci alpino, che si svolgeranno a Cortina d’Ampezzo dal 7 al 21 di febbraio, si svolgano a porte chiuse, senza la presenza del pubblico ai bordi delle piste.