Giletti e De Magistris la combinano ancora grossa: discriminazione territoriale in tv verso il popolo napoletano e campano

in News by

Sembra proprio che Massimo Giletti non abbia ancora compreso bene i dettami della deontologia giornalistica televisiva ed il concetto, alquanto semplice ma al contempo che rappresenta una piaga molto grave e profonda, della discriminazione territoriale.

Ancora “Non è l’Arena”, ancora prima serata: ed ecco che si parla di Sanità campana, ovviamente con termini forti e poco realistici. Ma la cosa che lascia più perplessi è la grafica del videowall alle sue spalle, che ritrae il Vesuvio in eruzione da covid e che inonda tutta Napoli.

L’associazione non è stato apprezzata da molti telespettatori che hanno condiviso subito su Twitter il loro sdegno: “Mostrare il Vesuvio che erutta fumo e Covid significa non avere un minimo di rispetto per Napoli, la Campania e tutti i suoi abitanti”, scrive un utente. Critiche anche a De Magistris, il sindaco di Napoli, in collegamento come sempre con lo studio della trasmissione condotta da Giletti.