Fondazione Gimbe: “Curva discendente ma meno tamponi, attenti alle Regioni gialle”

in News by

Il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe, conferma nella settimana 2-8 dicembre, rispetto alla precedente, una flessione dei nuovi casi (136.493 vs 165.879), a fronte di una riduzione di oltre 121mila casi testati (551.068 vs 672.794) e di una sostanziale stabilità del rapporto positivi/casi testati (24,8% vs 24,7%).

“Siamo di fronte ad una tempesta perfetta che rischia di innescare la terza ondata”, ha dichiarato Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione, nel commentare il rapporto settimanale sull’emergenza Covid19. “Alla vigilia delle festività natalizie tutte le Regioni si avviano a diventare gialle, un colore che non deve essere letto come un via libera, ma impone il rispetto di regole severe per impedire assembramenti e ridurre al minimo i contatti sociali tra persone non conviventi”.

“Infine, l’auspicato e speriamo imminente arrivo del vaccino non deve costituire un alibi per abbassare la guardia – prosegue il presidente – Nella più ottimistica delle previsioni, infatti, un’adeguata protezione a livello di popolazione potrà essere raggiunta solo nell’autunno 2021 con una massiccia adesione delle persone alla campagna di vaccinazione”.