Ceppo “inglese” del Coronavirus già in Italia, Di Maio chiude i voli dalla Gran Bretagna

in Breaking news/News by

Il ceppo “inglese” del coronavirus è già atterrato nel nostro Paese ben prima che Luigi Di Maio, ministro degli esteri, decidesse di chiudere il tratto aereo con la Gran Bretagna. Infatti, ieri, è stato constatato almeno un caso documentato di un paziente positivo al covid-19 ma a questa mutazione del virus che, per ora dicono gli esperti, è sì più contagiosa ma non più letale. E, dalle prime indagini in campo medico-scientifico, i vaccini non dovrebbero avere problemi nel proteggere anche dalle mutazioni del coronavirus.

Ma intanto il Governo, e non solo, prende le contromisure. In Campania era stata disposta ieri mattina una quarantena obbligatoria di 14 giorni per tutti coloro che fossero atterrati dalla Gran Bretagna, prima del blocco della circolazione con il Paese di Boris Johnson che, preoccupato dal nuovo incremento dei contagi, ha annunciato un nuovo lockdown natalizio che ha provocato fughe di massa da Londra e dalla City verso le campagne. Un film già visto, certo, ma il terrore è che si ricominci tutto daccapo proprio ad un passo dalla vaccinazione di massa.