DAILY MAGAZINE

Campania, De Luca accoglie Mattarella a Nisida e al Rione Terra

in Campania by

E’ arrivato oggi a Napoli il presidente della Repubblica Sergio Mattarella: sarà a Pozzuoli, al Rione Terra, e a Nisida. Tornerà poi il prossimo 17 settembre, in occasione del settantesimo anniversario dell’Allied Joint Force Command, il commando militare della Nato con sede a Lago Patria. Ad accoglierlo il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca.

Le due tappe di oggi hanno una sola missione: testimoniare che cambiare vita si può, se la comunità sa donare la “seconda occasione”. Sono le storie di ragazzi e di donne che stanno riappropriandosi delle loro esistenze, proprio mentre si recuperano siti di grande valore collettivo, a richiamare, a Napoli e a Pozzuoli in una giornata no stop, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e la ministra della Giustizia Marta Cartabia.
La doppia visita porterà infatti, questa mattina, il Capo dello Stato e la Guardasigilli prima tra i ragazzini detenuti nel carcere di Nisida (alle ore 11) poi tra i tesori sacri del Rione Terra.

Un patrimonio d’arte alla cui cura e restituzione, nel progetto “Puteoli Sacra” che non ha eguali in Europa, partecipano da mesi alcuni minori provenienti dall’area penale e alcune donne ospiti del carcere di Pozzuoli. Ed è proprio per valorizzare questa capacità di rinascita, di cittadinanza e insieme di singoli percorsi, che il direttore di Nisida, Gianluca Guida, insieme con il cappellano – e direttore della fondazione Regina Pacis, attiva con numerosi progetti educativi e di inclusione sociale – don Gennaro Pagano, avevano scritto a Mattarella e Cartabia. Un invito subito accettato.

L’ultima volta tra i ragazzi di Napoli, era stato nella primavera del 2019, per il Capo dello Stato. Mattarella aveva voluto salutare, a sorpresa, le maestre e le famiglie di San Giovanni a Teduccio, l’area orientale ancora sotto choc dopo quel delitto di un pregiudicato avvenuto dinanzi alla scuola, cui aveva assistito il nipotino della vittima, di 4 anni.

Poco prima, incontrando i ragazzi del Rione Sanità protagonisti della riqualificazione di altri beni, Mattarella aveva detto: “Ciò che voi state dimostrando è la capacità di esprimere le energie di solidarietà, di impegno comune, di senso dell’interesse comune. Questo è importante, non soltanto per Napoli, non soltanto per il nostro Meridione, ma per tutto il nostro Paese”.

Per l’albo d’oro di Nisida, oggi sarà un giorno speciale: Mattarella è il quinto presidente della Repubblica a salire sull’isoletta, dopo le visite di Cossiga, di Scalfaro, di Ciampi e Napolitano. Per Cartabia si tratta di una prima volta “dal vivo”, ma la collaborazione tra la già presidente della Corte costituzionale e Nisida era già stata proficua, sotto l’aspetto dei processi di “empatizzazione” tra vittima e responsabile, nell’ambito dei percorsi di giustizia riparativa da sempre cari all’attuale ministra.

Ultimi da...

Go to Top