Ancora zona arancione, i ristoratori campani alzano la voce: “La zona gialla per sostenere le attività”

in Campania by

Torna il weekend di zona arancione in Campania ed in tutta Italia, con numerose incognite per le prossime settimane e le notizie che filtrano dalla Regione della volontà di voler proseguire con questa colorazione fino a fine gennaio. In estrema difficoltà i ristoratori con esercizi commerciali e bar, con chiusure forzate e/o ad intermittenza. Disperato il loro grido, tramite Confesercenti Campania insieme a Fiepet, che accoglie con grande soddisfazione la decisione del Ministro della Salute Roberto Speranza di confermare da lunedì la Campania in zona gialla, a meno di cambiamenti, legati ad una imprevedibile impennata di contagi, sempre possibili, con la speranza di poter riaprire definitivamente.

E’ una notizia molto importante, innanzitutto per la salute di tutti noi ma lo è anche, dal nostro punto di osservazione, per rilanciare l’economia della Campania nei settori di ristorazione e bar – sottolinea il presidente Vincenzo Schiavo – . Insieme ai colleghi Politelli e Martucci della Fiepet regionale abbiamo lavorato duramente per consentire ai tanti imprenditori di questo settore di avere una progettualità e una continuità nella riapertura delle attività. Una nuova chiusura da lunedì, al netto di eventuali e prossime stringenti necessità di tutelare la salute pubblica, sarebbe stato un triste, severissimo e ulteriore castigo per esercenti che vivono un momento di enorme difficoltà. Questa notizia e il nostro lavoro daranno forza ed economia, ne siamo sicuri, a circa 60mila imprese che soffrono da tre mesi e che danno lavoro a oltre  200mila persone. E’ giusto che anche ristoranti, bar e locali legati al food abbiano le stesse opportunità di altre attività commerciali. Lavoriamo anche per garantire sostegni e visioni simili in altri settori”.