volalto gruppo

La storia si ripete: 28 anni fa Bracci campione del mondo, ora conquista la prima storica vittoria della Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta!

in News/Sport by

Contro tutto e tutti. La Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta conquista in terra piemontese la sua prima storica vittoria nella Serie A di pallavolo femminile. La svolta? L’arrivo di coach Marco Bracci. Il suo carisma e la sua grande esperienza permettono alle rosanero di fare un sol boccone di Pinerolo battuta 3-0 al termine di una gara dominata in ogni parziale. Prima storica vittoria in un giorno speciale: precisamente 28 anni fa coach Bracci si laureava campione del mondo. L’allenatore casertano ripaga la fiducia della società del presidente Turco con una prestazione importante che dà il via alla rimonta in campionato. Volti sorridenti e grinta da vendere per tutta la partita fanno da cornice ad una squadra totalmente diverse rispetto ai primi match del girone. E ora Caserta non vuole fermarsi. Il primo esame è contro Baronissi: giovedì alle 17 non si più sbagliare. Perché i derby non si giocano, si vincono!

PRIMO SET. Parte meglio la squadra di casa ma poi coach Bracci richiama subito all’attenzione le sue ragazze riuscendo a trovare il pareggio a 9 e quindi il primo vantaggio quando il tabellone riporta 9-10. Poi entra in partita anche l’opposto Perez che prima in parallela e poi con un mani e fuori riesce a regalare il +3 alle sue compagne di squadra (12-15). Pinerolo sbaglia tanto anche in attacco e la Golden Tulip ne approfitta riuscendo ad andare avanti punto a punto fino al 19-22 siglato da Melli. Il tocco straordinario ad una mano della palleggiatrice Dalia serve a trovare la centrale Repice che stampa il 21-24 e ci sono tre set point. Ne basta uno solo: fast eccezionale sempre della centrale calabrese e si gira campo con la Volalto 2.0 avanti 1-0 (21-25).

SECONDO SET. Grande equilibrio nella prima parte del parziale con Ghilardi che fa il fenomeno e con grandi difese e ricezioni riesce subito a dare la possibilità alla palleggiatrice di distribuire al meglio il gioco rosanero fino ad arrivare ad avere già tre punti di vantaggio quando il tabellone dice 8-11. Cella e Melli fanno male quando possono attaccare palloni perfetti così come Perez che riesce a sfruttare anche le mani del muro e il vantaggio in pochi minuti aumenta fino al 16-20. Poi va al servizio la centrale Repice e fa male: il suo ace vale il +6 che regala (quasi) la vittoria del parziale (16-22). La squadra del presidente Nicola Turco conquista ben 7 set point. Pinerolo prova una timida reazione (19-24) ma Caserta non sbaglia e fa la voce grossa conquistando anche il 2-0. Si gira campo 19-25.

TERZO SET. Nessuna delle due squadre riesce subito a prender il largo. Caserta prova ad allungare (7-9) ma Pinerolo non ci sta e rimonta subito il doppio svantaggio. Le direttive di coach Bracci danno i frutti sperati perché la Golden Tulip difende tutto e sfrutta al meglio le proprie attaccanti. E se Frigo e Repice a muro iniziano a fare male tutto diventa più facile. Dalia distribuisce alla grande, mentre le attaccanti Perez, Cella e Melli fanno il proprio dovere permettendo alla squadra rosanero di allungare nel momento decisivo del set (17-20). Caserta conquista quindi i primi match point della sua storia (20-24). Pinerolo non fa male e quindi basta il primo. Finisce 20-25. Prima fondamentale vittoria per le ragazze del Presidente Nicola Turco. Splendida vittoria. Si torna a casa con il sorriso.