regione

Vitalizi – al via anche in Campania l’operazione trasparenza

in News/Primo Piano/Scelti dall'Editore by

C’è chi ne ha due, chi ne incassa addirittura tre e chi ha il vitalizio modello famiglia extralarge: tre assegni per il fratello, tre per la sorella. Anche se cancellati per i consiglieri in carica, i vitalizi regionali continuano a pesare, con 10,8 milioni di euro versati in Campania nel 2016 a 246 beneficiari per una media di 3.600 (lordi) al mese.

Alla fine l’operazione trasparenza è stata messa in atto anche dalla Regione Campania. Una battaglia durata mesi e portata avanti con forza dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Borrelli. Il sito della Regione ha messo on line tutti i nomi e le cifre dei vitalizi pagati a 246 ex consiglieri, per un totale di 10 milioni e 700mila euro. Di questi, oltre 2 milioni di euro vanno a 20 famiglie di ex consiglieri deceduti.

Questo ultimo punto già in passato aveva suscitato non poche polemiche con il Movimento 5 Stelle e lo stesso Borrelli che avevano cercato di abolire il vitalizio per gli eredi degli ex consiglieri che riuscivano a mantenere un livello di vita dignitoso senza il contributo regionale e di vietare il doppio vitalizio per quei consiglieri che erano stati anche parlamentari, ma la proposta si è risolta in un buco nell’acqua.

Ma quanti sono i possessori di doppi e tripli vitalizi? In Campania oltre trenta. Il più giovane a incassare tre vitalizi è Giuseppe Scalera, classe 1954, il quale a rigore non ha neppure l’età per la pensione e però ne incassa ben tre: da ex deputato eletto per la sinistra ulivista e da ex senatore eletto per la destra berlusconiana, nonché da ex consigliere regionale (e solo per questa voce ha preso 63.936 euro lordi nel 2016).