gastronomia

Alla Federico II approda il corso in Scienze gastronomiche mediterranee

in News/Primo Piano by

La febbre del food contagia l’università. E la Federico II inaugura un nuovo corso di laurea triennale in Scienze gastronomiche mediterranee. La gastronomia indossa i panni dell’accademia e gli chef

salgono in cattedra. Letteralmente: dai loro fornelli pluristellati approderanno alle aule della Reggia di Portici chef come Alfonso Iaccarino da Sant’Agata sui due Golfi, Nino Di Costanzo da Ischia e Gennaro Esposito da Vico Equense. “Abbiamo appena ricevuto l’ok definitivo dall’Anvur” – spiega il direttore del dipartimento di Agraria Matteo Lorito. Il nuovo corso di laurea è pronto a partire, sin dal prossimo anno accademico. Un corso a numero chiuso, riservato a 50 studenti che dovranno superare, a settembre, un test di accesso. “Ci rivolgiamo soprattutto agli allievi degli istituti alberghieri – afferma Lorito – ma anche ai liceali. Il settore è guardato con sempre maggiore interesse da ragazzi con le più varie formazioni culturali”. Dunque che abbiano conoscenze tecniche, culturali, ma anche socio-economiche e legislative, conoscenze di management imprenditoriale e di comunicazione, ad esempio, per promuovere la Dieta mediterranea.