migranti

Tragedia Migranti: Nel 2016 i migranti morti nel Mediterraneo sono già stati 3.800, il dato più alto mai registrato.

in Cult/N-Style/News by

Il portavoce dell’agenzia Onu per i rifugiati (Unhcr), William Spindler, ha spiegato che “nel 2016 è stata già superata la soglia record di 3800 morti e dispersi nel Mediterraneo”. La cifra record del 2016  indicata dall’Unhcr  è stata raggiunta nonostante una significativa diminuzione dei tentativi di attraversare il Mediterraneo:L’anno scorso i morti furono 3.771 nonostante che nel 2015 ci provarono circa un milione di persone, quest’anno meno di 330mila. Il numero dei tentativi è diminuito, in seguito all’accordo di marzo scorso tra Ue e Turchia. La tratta più pericolosa resta quella tra Libia e Italia con un morto ogni 47 arrivi. Tra Turchia e Grecia – riferisce l’Unhcr – c’è stato un morto ogni 88 arrivi. La ragione dell’aumento della mortalità, nonostante la diminuzione dei tentativi di attraversamento del mar Mediterraneo, sta “nella pessima qualità dei barconi usati dai trafficanti di uomini e dall’aumentato numero di migranti stivati in ogni barcone per aumentare i profitti”. E a questi dati si aggiungono altri Venticinque migranti che sono morti su un gommone durante la traversata del Mediterraneo. Della nuova tragedia dà notizia Medici senza frontiere, che con la sua nave “Bourbon Argos” ha soccorso l’imbarcazione stracarica di profughi. I cadaveri giacevano a bordo, immersi in un mix di acqua e carburante. “E’ stato orribile. I nostri team sono schiacciati da una crisi creata dalle politiche, che ci fa sentire incapaci di fermare le morti in mare”, afferma Msf in una nota, e ribadisce che “se le operazioni di ricerca e soccorso possono salvare vite, creare vie legali e sicure e’ l’unico modo per mettere fine alle morti in mare”. I cadaveri sono stati portati aReggio Calabria.   Intanto due presunti scafisti ucraini di 23 e 31 anni sono stati fermati dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Crotone, della Guardia Costiera di Crotone e della Guardia di Finanza per lo sbarco di 125 migranti intercettati a bordo di un’imbarcazione lo scorso lunedì, al largo della costa ionica calabrese.