DAILY MAGAZINE

2

Traffico di uomini tra Salerno, Bari e Catania scoperto tramite intercettazioni telefoniche e facebook. I migranti chiamati “schiavi”

in News/Scelti dall'Editore by

La polizia di Bari, coordinata dalla Dda, sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di presunti trafficanti di uomini non solo a Bari e Catania ma anche a Salerno a carico di cittadini somali. Sono accusati di associazione per delinquere finalizzata alla permanenza illegale di clandestini in Italia ed al successivo ingresso in Paesi esteri, favoreggiamento di immigrazione clandestina a scopo di lucro, uso di documentazione falsa, corruzione di incaricato di pubblico servizio e falso ideologico in atto pubblico.
Dalle indagini di Squadra mobile, Digos e Sco è emerso l’utilizzo di canali ‘money trasfer’ illegali, usati dai presunti trafficanti per incanalare le somme inviate dalle famiglie dei migranti somali quale prezzo per l’organizzazione dei loro viaggi verso il nord Europa. Attraverso Facebook e altri social network alcuni componenti dell’organizzazione avrebbero avuto contatti con soggetti ritenuti filo-jihadisti, vicini al gruppo terroristico somalo ‘Al Shabaab’.

Attraverso Facebook e altri social network alcuni componenti della presunta organizzazione criminale avrebbe avuto contatti con soggetti ritenuti filo-jihadisti, vicini al gruppo terroristico somalo Al Shabaab.  Le investigazioni, approfondite dai poliziotti della Digos hanno documentato anche contatti telefonici diretti tra uno dei membri del citato sodalizio con un cittadino somalo, già sottoposto a fermo in Italia nel luglio 2016 per aver favorito l’ingresso sul territorio nazionale, via Malta, di due foreign fighters militanti dell’Isis/Daesh. I migranti venivano definiti ‘selvaggi’ nelle intercettazioni tra i presunti componenti della organizzazione di trafficanti somali.

La copertura di questa attività sarebbe stata un’associazione culturale di servizi per migranti e lo stesso capo dell’organizzazione lavorava come mediatore culturale.

Ultimi da...

Go to Top