DAILY MAGAZINE

Tag archive

coronavirus

Covid. La Sicilia segue De Luca: mascherine obbligatorie all’aperto

in Breaking news/News by
musumeci

L’aumento progressivo dei contagi in tutte le Regioni sta portando i governatori a misure di contenimento drastiche. Inizialmente la prima mossa è spettata al Presidente De Luca che, con un’ordinanza, ha di nuovo introdotto l’obbligo delle mascherine protettive durante la giornata all’aperto, annunciando nuove iniziative se il contagio non dovesse fermarsi.

E ora, il Presidente della Regione Sicilia Musumeci, vede e rilancia: non solo obbligo di mascherina all’aperto, da mercoledì, ma anche divieto di assembramento. La nuova circolare impone l’uso del dispositivo di protezione e impedisce alle persone di stazionare per lungo tempo in luoghi pubblici.

Il Presidente se la prende con i cittadini: “I nostri costanti  e ripetuti inviti alla prudenza“, spiega, “purtroppo non sono stati da tutti adeguatamente raccolti ed entriamo in una fase difficile dell’epidemia, con l’arrivo della stagione influenzale“.

Coronavirus. La Spagna e la Francia valutano nuove restrizioni

in Breaking news/News by
Foto di mohamed Hassan da Pixabay

Coronavirus. Altri 273 casi in Campania, 1869 in tutta Italia

in Breaking news/Campania/News by
coviddi

Non accenna a fermarsi l’allarme Coronavirus in Campania che, per ora, è la regione più colpita dalla seconda ondata di contagi. Nelle ultime ventiquattro ore si contano altri 273 positivi, 50 soli guariti e purtroppo un decesso.

Cala leggermente la situazione a livello nazionale: 1869 nuovi casi nell’ultima rilevazione, 977 guariti e 17 deceduti.

Salvini shock ad un evento: “Sono febbricitante ma sono venuto lo stesso”

in Breaking news/News by
salvinifebbre

Formello (Roma) – “Sono sotto cortisone“, “il medico mi ha detto di ritornare a casa“, “sono un po’ febbricitante però…“, sono parole semplici, scandite senza nessuna paura, da Matteo Salvini, leader della Lega ad un evento a Formello alle porte di Roma mentre viene intervistato da Gennaro Sangiuliano, direttore del Tg2.

Le frasi, pronunciate in totale leggerezza, fanno da contraltare al clima di paura che da Febbraio,circonda il nostro Paese e il mondo intero causa pandemia da coronavirus. “Innanzitutto un grazie agli organizzatori che vale doppio perché io non ne posso più della vita a distanza, della politica a distanza, della scuola a distanza, dell’amore a distanza. Ma oggi è una giornata che non è partita benissimo. Sono stato due ore attaccato al cortisone e quando mi sono alzato il medico mi ha detto “ovviamente lei adesso va a casa”. Io gli ho detto: “Sì sì, stia tranquillo, passo prima ad Anguillara, a Sabazia, a Formello, finisco a Terracina e poi la sera torno a casa”, scatenando alcune risate e applausi dal pubblico.

Poi, constatando che il suo video stava già girando online, si è corretto su Facebook attaccando come al solito i giornalisti: “Mai avuta febbre, fatto test sul Covid ieri mattina, negativo. Ho il torcicollo come milioni di italiani e ho preso il cortisone, alcuni “giornalisti” evitassero almeno di speculare e mentire sulla salute del prossimo“.

Nel video, al minuto 1.15, l’ammissione dello stesso leader della Lega.

Berlusconi ancora positivo al tampone: vuole tornare in ospedale

in Breaking news/News by
Berlusconi

È ancora in totale isolamento, l’ex Premier Silvio Berlusconi, dopo aver contratto il coronavirus quasi un mese fa e essendo risultato ancora positivo al nuovo tampo. Questo lo avrebbe spinto a chiedere di tornare in ospedale.

Il non poter ricevere visite lo sta debilitando, più che altro psicologicamente, ma dai medici non risultano esserci motivazioni per un nuovo ricovero.

Regione Campania. Tamponi ai privati? L’ordinanza li vieta ma qualcuno li fa

in Breaking news/Campania/News by
Foto di Michal Jarmoluk da Pixabay

Il Presidente della Regione Vincenzo De Luca aveva dato il via libera ai centri per effettuare tamponi, ma non per i privati bensì solo per le aziende. Ebbene, c’è qualcuno che questa ordinanza ha deciso di svicolarla, per via della sempre più pressante richiesta, da parte dei cittadini, di capire se nelle proprie famiglie ci sono casi di positività al Coronavirus.

Pur senza essere stati autorizzati, numerosi centri in Campania, effettuano il test a intere famiglie. La prestazione si aggira sugli ottanta euro (comprensivo di servizio a domicilio), i risultati sono disponibili in 48 ore. In caso di positività di un membro del nucleo familiare parte la segnalazione all’Asl in maniera ufficiale. I centri si discolpano dato che portano a conoscenza di una percentuale di positivi che rimarrebbe dimenticata e non controllata.

Sono sempre più numerosi, quindi, i medici che chiedono un cambiamento nella normativa che disciplina la Regione. Per ora il tampone è consigliato solo in tre casi: essere stati a contatto con un positivo, presenza di sintomi fortemente sospetti, positività al test sierologico. Ma forse è giunto il momento, come accade in altre regioni, di estendere i test a tutti.

Coronavirus. OMS avverte: nel mondo si rischiano due milioni di morti

in Breaking news/News by
Foto di Juraj Varga da Pixabay

Abbiamo perso un milione di persone in nove mesi, potrebbero volercene altrettanti per sviluppare un vaccino e nel frattempo dobbiamo evitare di perdere lo stesso quantitativo di vite umane“, a dirlo è Michael Ryan, direttore per le emergenze dell’OMS, “il momento per agire è adesso, dobbiamo fare tutto il necessario per evitare quella cifra!“.

E in tutto il mondo sembra che il messaggio sia stato accolto, in molti Paesi la situazione contagi è di nuovo in fase ascendente e si stanno attuando delle contromisure per impedire un incremento dei positivi troppo veloce: in Spagna alcune zone, soprattutto nell’area di Madrid, sono in un lockdown controllato dopo che il numero di casi giornalieri ha toccato quota dodicimila.

In Francia, invece, nonostante ci sia quasi mezza nazione in lockdown la situazione sembra non risolversi: quasi sedicimila casi al giorno, e gente che è scesa in piazza per protestare contro la chiusura dei bar e dei ristoranti alle ore 22.

In America i casi superano i sette milioni da inizio Pandemia (in Europa siamo “solo” a cinque), ma Trump come sempre minimizza, d’altronde solo un mese fa affermava senza remora: “Il virus sta scomparendo”.

Davide Paolino

Coronavirus. In Campania altri 253 casi, 1912 a livello nazionale

in Breaking news/Campania/News by
epidemica

L’epidemia da Coronavirus non accenna ad acquietarsi ma incrementa sempre più il numero dei contagi, sia su base nazionale che su quella regionale. Nella sola Campania, infatti, abbiamo assistito nelle ultime 24 ore ad un incremento di 253 casi, a fronte di più di 7500 tamponi effettuati, con 150 guarigioni. Purtroppo vengono anche segnalati due decessi.

Il Presidente De Luca, durante una conferenza stampa in diretta Facebook, ha svelato l’andamento della curva epidemica secondo gli scienziati della Regione: un incremento costante ed esponenziale che porterà a tremila casi giornalieri sotto Natale, per questo motivo il Governatore è corso ai ripari fin da ora, obbligando all’uso delle mascherine anche all’aperto, in presenza di altre persone.

Intanto, a livello nazionale, i dati giornalieri portano un incremento di 1912 nuovi contagi, 954 guariti e venti deceduti.

Davide Paolino

Chi “ben” comincia: già 75 scuole chiuse per Coronavirus

in Breaking news/News by
scuole

Un’indagine del Sole24Ore pone già una domanda di fondo sul mondo della scuola nel nostro Paese: per quanto durerà questa calma apparente? Da 14 Settembre, data in cui hanno aperto molti plessi scolastici in Italia, ci sono stati già 400 casi di positivi da Coronavirus: 76% di questi tra i docenti, il 13% tra gli studenti e l’11% tra il personale scolastico.

E inoltre già 75 istituti hanno chiuso preventivamente per permettere operazioni di pulizia e/0 quarantena. Insomma un dato che potrebbe ancora aumentare, considerando che la curva dei contagi sta lievitando, e che potrebbe portare in futuro a nuovi lockdown o chiusure per tutto il comparto scolastico.

Rimaniamo in attesa di nuovi sviluppi auspicando un’annata non troppo dispersiva e distruttiva per i nostri ragazzi.

Davide Paolino

De Luca: “Se la curva peggiora, pronto a chiudere tutto”

in Breaking news/Campania/News by
Vincenzodelucaf

O accettiamo la convivenza col virus, e questo prevedere il rispetto di regole rigorosissime, oppure l’alternativa è semplice: la chiusura“, non si perde in giri di parole il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, appena riconfermatosi dopo la tornata elettorale dell’ultimo weekend.

Il Presidente, snocciolando i dati in possesso, precisa: “In questo momento la situazione positivi è peggiore di quella di Marzo ma, per fortuna, con meno incidenza sul servizio sanitario e a fronte di un numero di tamponi enorme“. “In questo momento“, aggiunge, “ci sono 371 ricoveri ordinari con una disponibilità di 552 posti, e possiamo arrivare a 940 in tempi brevi“.

Sulle terapie intensive ci sono 25 ricoveri oggi su 38 posti disponibili, che in 48 ore possono arrivare a 500“, ha poi continuato il Presidente annunciando che “il vaccino antinfluenzale sta arrivando, inizieremo a farlo a scaglioni, prima alle categorie meno fortunate, poi al resto. Informatevi con i vostri medici, con le asl, quest’anno consigliamo di farlo a tutti“.

Davide Paolino

Go to Top