Scommesse, sequestrati beni a imprenditori per 700mln di euro: rapporti con cosche di Reggio Calabria

in Breaking news by

Beni mobili e immobili, per un valore di 700 milioni di euro, sono stati sequestrati, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, ad Antonio Ricci, di 43 anni, imprenditore attivo nel settore del gambling.

Ricci è coinvolto nell’operazione “Galassia” che nel 2018 porto a 18 arresti per una pluralità di associazioni per delinquere operanti in tutta Italia attive nel settore della raccolta delle scommesse in rapporto con le principali cosche reggine De Stefano-Tegano, Pesce-Bellocco e Piromalli.

Ad eseguire il sequestro i finanzieri del Comando provinciale di Reggio unitamente al personale dello Scico di Roma.

Nel mirino il compendio di società maltesi, conti correnti italiani ed esteri e due trust radicati a Malta. Ricci si era reso irreperibile. Poi è stato rintracciato a Malta dai finanzieri e arrestato dalla locale polizia nell’aprile scorso. Successivamente è stato rimesso in libertà dall’Autorità giudiziaria di Malta.