emilianosala

La fidanzata di Emiliano Sala lancia l’appello: “Indagate, non credo sia stato un incidente”

in Breaking news/Sport by

“Non credo a un incidente, indagate sulla mafia del calcio”. A lanciare l’appello è Berenice Schkair, fidanzata di Emiliano Sala, il calciatore disperso dopo che domenica notte l’aereo che lo stava portando da Nantes e Cardiff è scomparso dai radar mentre sorvolava il canale della Manica. Un’accusa forte lanciata tramite un tweet, poi cancellato, che getta ombre sul destino del 28enne italoargentino.

tweet_fidanzatasala

Intanto, sono riprese questa mattina alle 7.30 le ricerche del Piper. La zona su cui si concentrano ora le ricerche è quella di Alderney, pensando a quattro possibilità dell’accaduto: che il Piper sia atterrato altrove, che sia atterrato sull’acqua e sia stato soccorso da una qualche barca ma in nessuno dei due casi ci sia stata la possibilità di mettersi in contatto; che i due passeggeri, una volta atterrati sull’acqua, abbiano abbandonato il velivolo sulla zattera di salvataggio che era a bordo, ed è l’ipotesi principale sulla quale si stanno basando le ricerche; che il Piper si sia schiantato in acqua, lasciando il pilota e Sala in mezzo al mare.

A rendere il caso ancora più spinoso è un file audio dello stesso calciatore, che avrebbe inviato agli amici su Whatsapp poco prima della sparizione. “Sono qui a bordo di un aereo che sembra cadere in pezzi e vado a Cardiff. Che paura che ho! Se tra un’ora e mezza non hanno nessuna mia notizia, non so se manderanno qualcuno a cercarmi perché non mi troveranno”.