polizia

Sversa in campagna rifiuti pericolosi, sequestrata ditta ed impiegati di una fabbrica napoletana

in Campania News/News by

Un fabbrica sulla carta inesistente ma che produceva suole, con undici lavoratori irregolari, uno dei quali sversava anche in campagna rifiuti pericolosi. E’ quanto hanno scoperto i Carabinieri a Casandrino in provincia di Napoli. Come riporta l’Ansa, sono stati i militari del nucleo investigativo di Polizia ambientale agroalimentare e forestale di Napoli ad ispezionare i locali della fabbrica nell’hinterland a nord di Napoli, area della cosiddetta Terra dei fuochi. Nei locali, di 510 metri quadrati, erano accatastati 54 sacchi di plastica contenenti i rifiuti speciali della lavorazione, parte dei quali, lo si vede anche da immagini di videosorveglianza, erano stati sversati ai margini di una stradina di campagna a Casandrino da un addetto appositamente incaricato dell’abbandono dal titolare 38enne della ditta che addirittura gli aveva dato la sua vettura per il trasporto.