Camera

Referendum contro il taglio dei parlamentari, superato il numero di firme necessario: quesito depositato in Cassazione

in Primo Piano by

Referendum contro il taglio dei parlamentari: raggiunto e superato il numero minime di 64 firme per presentarlo. Un contributo al raggiungimento del numero è arrivato anche da parte di alcuni senatori leghisti. “Abbiamo dato un contributo per avvicinare la data delle elezioni – dice Matteo Salvini – perchè prima va a casa questo Governo di incapaci e meglio è. Non per Salvini ma per l’Italia”.

I tre promotori del referendum sul taglio dei parlamentari, Andrea Cangini (Fi), Tommaso Nannincini Pd) e Nazario Pagano (Fi) hanno, dunque, depositato in Cassazione le 71 firme necessarie per la richiesta. Ben 7 in più della soglia minima richiesta di 64.

Dopo la rinuncia di 7 senatori a sottoscrivere la richiesta di referendum per il taglio del parlamentari, sono 11 le new entry che hanno deciso di aderire consentendo così la possibilità di depositare il quesito in Cassazione. Hanno aggiunto le loro firme: 5 senatori di Forza Italia, 6 della Lega ed uno di Leu.