vertice prescrizione

Prescrizione, accordo M5S-Pd-Leu: “no” di Iv. Bonafede: “In Aula Renzi si assumerà le sue responsabilità”

in Primo Piano by

Si spacca la maggioranza nel vertice a Palazzo Chigi sulla prescrizione. M5s, Pd e Leu siglano un accordo sul cosiddetto “lodo Conte bis”, che fa scattare il blocco della prescrizione dopo la condanna in primo grado e lo fa diventare definitivo dopo una seconda condanna in appello. Ma Italia Viva dice “no” e fa sapere agli alleati che non sosterrà questa mediazione. E’ probabile che venga convocato per lunedì un Consiglio dei ministri per approvare la riforma del processo penale, che include l’accordo sulla prescrizione raggiunto ieri sera a Palazzo Chigi tra M5s, Pd e Leu, con il dissenso di Iv. Lo dice il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede al termine del vertice di maggioranza a Palazzo Chigi: “Italia Viva, nel momento in cui andremo in Parlamento, si prenderà le sue responsabilità. Da parte mia non c’è stata alcuna rigidità. Viene il momento in cui dal mio punto di vista si deve accettare che ci sono tre forze politiche che hanno accettato l’accordo e una no. E non si dica – conclude Bonafede – che non c’è stato dialogo o coinvolgimento, credo che siamo all’ottavo vertice”.