pomodoro

Sequestrate in Campania 206 tonnellate di pomodoro con la data di scadenza alterata pronte per il commercio

in Campania/Primo Piano by

Un’azienda conserviera dell’Agro Nocerino-Sarnese finisce nell’occhio del ciclone. Secondo i carabinieri del reparto Tutela Agroalimentare di Salerno in collaborazione con il personale del Noe, un imprenditore, per commercializzare un’ingente partita di passata di pomodoro semilavorata già scaduta e stoccata in 935 fusti metallici, ne ha alterato le etichette con una nuova finta data di scadenza allungata a settembre 2019. Sequestrate quindi ben 206 tonnellate di prodotto per un valore di circa 200mila euro, impedendo l’immissione in commercio della merce altamente rischiosa per la salute pubblica. Come riporta l‘Ansa, l’imprenditore è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore.