DAILY MAGAZINE

Primo Piano

Primo Piano

Frode negli appalti delle Forze armate, 31 misure cautelari a Roma

Gli investigatori della Squadra Mobile di Roma hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 31 indagati, tra i quali pubblici ufficiali – appartenenti alle Forze Armate con diverso grado – e imprenditori, accusati, tra l’altro, di frode nelle forniture, corruzione, turbativa d’asta e altro negli appalti per gli approvvigionamenti delle Forze Armate. Le indagini avrebbero fatto emergere episodi di frode contrattuale ai danni delle amministrazioni dello Stato appaltanti da parte delle ditte aggiudicatarie della produzione dei nuovi distintivi di grado per le Forze Armate. L’ordinanza dispone per 7 indagati gli arresti domiciliari, 5 misure interdittive di sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio e 19 misure di divieto temporaneo di contrattare con la Pubblica Amministrazione e di esercitare attività imprenditoriali. Le indagini, coordinate dalla Procura, avrebbero documentato uno “specifico e ben collaudato sistema corruttivo” tra imprenditori e ufficiali delle forze armate, ricostruito grazie alle attività di intercettazione telefonica, ambientale e telematica supportata da servizi di osservazione e pedinamento. Complessivamente, le indagini avrebbero permesso di svelare turbative d’asta e frodi negli appalti delle Forze Armate per un valore di 18,5 milioni. E’ stato disposto un decreto di sequestro preventivo in via d’urgenza delle somme corrisposte ad alti ufficiali delle forze armate per il reato di corruzione. Sarebbe stata accertata anche una truffa nella fornitura di tende per l’Esercito Italiano nel corso delle indagini della Squadra Mobile di Roma su presunte frodi negli appalti della Forze Armate. In particolare si tratterebbe della fornitura di tende modulari a struttura pneumatica per le truppe in missione all’estero tramite una “gara a procedura aperta” per un importo complessivo di circa 9 milioni di euro. Coinvolti anche ufficiali dell’ Aeronautica Militare nell’operazione della Squadra Mobile di Roma che ha eseguito 31 misure cautelari per presunte frodi in appalti delle Forze Armate. Sarebbero stati accertati autonomi e distinti episodi delittuosi commessi da ufficiali dell’ Aeronautica Militare che – si legge in un comunicato della Questura di Roma – “si pongono in condizione di stabile asservimento ad interessi privati”.

N-Style Guarda tutto

Ricoverato all’Ospedale Maggiore di Bologna il 12enne, genovese, punto da un trigone in Costa Rica

in Breaking news by
Atterrato a Bologna giovante punto da Trigone in Costa Rica

E’ arrivato nella notte all’Ospedale Maggiore di Bologna il dodicenne, genevose, rimasto paralizzato in Costa Rica a seguito della puntura di un trigone. A riportarlo in Italia un volo umanitario, organizzato con un Falcon900 dell’Aeronautica Militare, atterrato nel cuore della notte all’aeroporto Marconi, dopo un viaggio durato 13 ore. A bordo anche i genitori, il fratello maggiore e una dottoressa rianimatrice dell’Ospedale Maggiore di Bologna, mentre ad attendere in pista c’erano la nonna, con gli zii ed altri familiari, arrivati da Genova.

Il ragazzo è stato trasportato in ambulanza all’ospedale Maggiore e ricoverato nel reparto di Chirurgia vertebrale d’urgenza dove verrà seguito dal Dottor Federico De Iure che, sin dai primi giorni, si era detto disponibile a seguire il complicato caso.

Vertenza ArcelorMittal, la triade Cgil-Cisl-Uil a colloquio con Mattarella: presidio delle aziende dell’indotto davanti all’ex Ilva

in Breaking news by
Operai fuori dalla fabbrica A.Mittal Ilva a Taranto, 15  novembre 2019.
ANSA/DONATO FASANO

I leader di Cgil, Cisl e Uil saranno ricevuti al Quirinale questa sera, alle 19.30, dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per discutere della questione ex Ilva e, in generale, delle crisi industriali.

Se ArcelorMittal non rivede la decisione di lasciare Taranto, “per l’ex Ilva si apre l’amministrazione straordinaria, con un prestito ponte da parte dello Stato, in modo da riportare l’azienda sul mercato entro un paio di anni” annuncia il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, rispondendo a chi gli domandava quale fosse il piano B del governo per l’ex Ilva.

Intanto, le aziende dell’indotto sono in presidio davanti alla portineria C dello stabilimento siderurgico di Taranto, con dipendenti e mezzi, per protestare contro il mancato pagamento delle fatture da parte di ArcelorMittal e per rivendicare la continuità produttiva e occupazionale della fabbrica dopo l’annunciato disimpegno della multinazionale.

Presenti anche il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e il presidente di Confindustria Taranto Antonio Marinaro. Le imprese dell’indotto hanno maturato crediti per circa 60 milioni di euro.

Traffico reperti archeologici, scattano arresti: inchiesta della Procura di Crotone

in Breaking news by
carabinieritutelapatrimonioculturale

É scattata alle prime luci dell’alba sul territorio nazionale e in alcuni Paesi esteri un’operazione dei carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale, diretta dalla Procura della Repubblica di Crotone, che stanno eseguendo 23 misure cautelari contro i presunti componenti di una holding criminale che gestiva un ingente traffico di beni archeologici. I reperti, provento di scavi clandestini in Calabria, venivano esportati illecitamente fuori dall’Italia.

Treno deraglia, nessun ferito: completamente isolata la Val Pusteria

in Breaking news by
Deragliato treno val Pusteria dopo frana

Treno deraglia, a causa di una frana, nei pressi di Rio Pusteria. Il treno era partito da Fortezza e diretto a Brunico. La Val Pusteria risulta attualmente isolata. Sono bloccati per motivi di sicurezza tutti gli accessi: la strada statale tra San Sigismondo e San Lorenzo, la Strada del Sole, come anche le strade interpoderali, che i pendolari usano di solito per bypassare eventuali chiusure della Ss48.

“Restate a casa, ogni auto in più crea caos”. E’ l’appello lanciato su Facebook dal sindaco di San Lorenzo in Sebato, Martin Ausserdorfer. L’incidente ferroviario è avvenuto poco prima delle 6 di stamani. A bordo fortunatamente si trovavano solo due persone che non sono rimaste ferite e che sono state portate in sicurezza dai vigili del fuoco. Sul posto sono anche intervenuti i carabinieri.

Piacenza, tir esce di strada e precipita da un viadotto: grave il conducente

in Breaking news by
Camion precipita da un viadotto nel Piacentino

Tir esce di strada e, dopo aver sfondato il guardrail sul margine destro della carreggiata, precipita da un viadotto, finendo, dopo un volo di diversi metri, in un deposito di autobus. E’ successo all’alba lungo il tratto piacentino dell’autostrada A21. Il conducente, un ungherese, è stato estratto dai vigili del fuoco dopo più di due ore di lavoro in mezzo alle lamiere della cabina distrutta. L’uomo è stato trasportato in gravissime condizioni all’ospedale di Piacenza. Ancora da chiarire le cause dell’incidente.

Teneva 43 operai “in nero” segregati, in manette un imprenditore di Melito

in Breaking news by
Carabinieri: una pattuglia dell'arma

“Sono consapevole di aver sbagliato”: sono le uniche parole che un imprenditore di Melito di Napoli è riuscito a dire quando i Carabinieri del Nas lo hanno arrestato, con l’accusa di sfruttamento del lavoro, sequestro di persona e intermediazione illecita. L’uomo, per aggirare i controlli, ha tenuto 43 operai “in nero”, tutti italiani, tra i quali una donna incinta e due minorenni segregati per ben sei ore in un locale angusto, privo di servizi igienici e finestre, che si celava dietro una sorta di porta blindata.

L’ispezione, iniziata per verifiche sulla mensa (che non aveva), ha consentito di scoprirne al lavoro altri 14, tra i 35 presenti che, verosimilmente, non ha fatto in tempo a nascondere. I militari gli hanno sequestrato il laboratorio dove lavorava pellami per note griffe di moda, contenente attrezzature per circa 2,5 milioni di euro e comminato sanzioni per 600mila euro. L’arresto, ai domiciliari, è stato chiesto dalla Procura di Napoli Nord e convalidato dal gip.

Casalesi, l’ex primula rossa Zagaria: “Non mi pentirò mai”

in Breaking news by
zagaria

“Volevano che mi pentissi ma non mi pentirò mai. Ero disposto pure ad uccidermi”. È quello che ha riferito, in videoconferenza dal carcere di Tolmezzo, Michele Zagaria, dinanzi al tribunale di Napoli Nord, al presidente Chiaromonte e al pubblico ministero della Dda di Napoli Maurizio Giordano.

Il boss, detenuto al 41 bis, era sotto processo per associazione camorristica. Nel procedimento stralcio già terminato dinanzi alla Corte di Appello di Napoli sono state condannate la sorella del boss, Beatrice Zagaria a tre anni di carcere, e le cognate a due anni. Secondo le accuse, avrebbero ricevuto lo stipendio dal clan per fare una vita nel lusso. Nel processo a carico dell’ex primula rossa, è stato ascoltato un ispettore della polizia penitenziaria del carcere di Opera, che ha confermato di aver individuato i parenti di Zagaria come destinatari dei messaggi criptati nel corso dei colloqui settimanali avvenuti all’interno del penitenziario milanese.

Venezia, il Governo stanzia 20 milioni di euro per affrontare l’emergenza

in Breaking news by
Venezia

In queste ore a Venezia si fa la conta dei danni. E se da un lato si moltiplica la solidarietà verso la città colpita, dall’altro il Governo adotta un decreto con un impegno a 360 gradi per affrontare l’emergenza.

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera, infatti, alla dichiarazione dello stato d’emergenza per le aree del Veneto colpite dal maltempo. Per Venezia è stato disposto lo stanziamento di 20 milioni di euro per far fronte ai primi interventi.

Dichiarato anche lo stato di emergenza per Alessandria, colpita dal maltempo a ottobre: 17 i milioni stanziati. “Oggi – ha detto Conte – ho voluto sentire anche il sindaco di Matera per avere aggiornamenti. Dal Governo massima attenzione a tutte le comunità interessate dagli eventi meteorologici di questi giorni”.

Ilva di Taranto, ArcelorMittal annuncia: entro il 15 gennaio altiforni spenti

in Breaking news by
Ilva Taranto

Ilva di Taranto, corsa contro il tempo del Ministero per lo Sviluppo Economico che ha convocato azienda e sindacati (come da procedura ex 47) nel tentativo di aprire un canale di confronto istituzionale con un’azienda che finora sembra evitare il Governo in campo aperto.

ArcelorMittal, dal canto suo, canta il de profundis dell’Ilva comunicando ai sindacati le date di spegnimento degli altiforni: il 13 dicembre si spegne l’Afo2, a fine dicembre l’Afo 4 ed il 15 gennaio l’Afo 1, il più grande altoforno d’Europa.

L’azienda è tecnicamente tenuta a partecipare all’incontro al Mise dove ci saranno anche i leader di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo; per ArcelorMittal dovrebbe esserci l’amministratrice delegata Lucia Morselli.

Turco spiazza tutti: compra i diritti degli highlights del girone C e lancia il programma “Area Lega Pro”

in Sport by
f5f07e3a-3907-453b-944d-639d94de2171

Il gruppo Teleprima leader nel settore dell’informazione sportiva.
E’ di queste ore l’acquisizione, da parte del circuito televisivo del presidente Nicola Turco, dei diritti televisivi relativi alla messa in onda degli highlights di tutto il girone C di Lega Pro.
Un’operazione importante per un circuito televisivo che ha deciso di investire nel settore dell’informazione sportiva, rendendo un servizio – senza eguali – ai tifosi ed agli appassionati di tutto il girone C.
Teleprima trasmetterà, quindi, i momenti salienti delle partite di: Casertana, Reggina, Ternana, Monopoli, Potenza, Bari, Viterbese Castrense, Catanzaro, Teramo, Vibonese, Catania, Virtus Francavilla, Picerno, Paganese, Cavese, Avellino, Rieti, Bisceglie, Sicula Leonzio e Rende Calcio.
Con il programma settimanale “Area Lega Pro”, negli studi televisivi di Teleprima, spazio all’approfondimento con esperti e opinionisti di primissimo piano.
Teleprima, grazie agli investimenti del presidente Turco, si conferma leader in un settore rimasto inesplorato.

Mose di Venezia? Ci vogliono i magistrati della Dda di Napoli per ripristinare la legalità e salvare il popolo Veneto

in News by
Il MOSE alla bocca di porto di Malamocco. (ANSA/ Consorzio Venezia Nuova)

Mandate i nostri magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli in missione per un poa Venezia. Solleviamo seriamente i coperchi dalle pentole e vediamo i 5/6 miliardi di euro, che erano stati destinati alla realizzazione del Mose, come sono stati spesi. I magistrati di casa nostra sono da considerarsi il top, soprattutto quando si tratta di capire che fine abbiano fatto i soldi e come siano stati fatti i lavori.

A fronte di una cifra da capogiro, da manovra di bilancio di Governo, non funziona niente. Riuscirà mai il Mose a vedere la luce senza falle? Ah saperlo…

Caldoro sta cercando di farsi ricandidare a Presidente per restare a capo dell’opposizione

in Campania by
Caldoro De Luca

Il consigliere Stefano Caldoro, a tutti i costi, vuole restare a galla. Ha chiesto a Berlusconi di farsi candidare alla carica di governatore. E ha anche ottenuto l’ok di Forza Italia.

Caldoro, al tempo stesso, pensa che tramite i vecchi “compagni” – che con lui hanno condiviso l’esperienza di quando era presidente della Regione – si riuscirà a far saltare la coalizione che sostiene Enzo De Luca ed a tornare Santa Lucia, governando e gestendo come avvenuto per il passato.

E’ altresì convinto, Caldoro, che la Lega resterà a guardare, e non indicherà un proprio nome, dal momento che tutti gli “alleanzini” hanno traslocato armi e bagagli nel partito di Salvini.

Ma Caldoro è veramente convinto che la Lega farà passare il suo nome? Ah saperlo…

Partita a Palmi, Soverato contro Volalto 2.0: l’antimafia calabra vedrà la partita?

in Campania/Sport by
soveratocaserta

Calabria: operazione volley. A Palmi si gioca il ritorno di play off tra Soverato e Volalto 2.0. Si gioca a Palmi e non a Soverato perché il Palazzetto non è a norma per i play off. Partita tranquilla e tifosi nel mirino. Minima scorrettezza e scatta operazione legalità? L’antimafia sul pezzo? Ah saperlo…

Incredibile a Riva Fiorita, l’acqua diventa verde: scatta l’allarme sversamento tossico

in Campania/News by
rivafiorita

Allarme a Napoli. E’ stato segnalato un liquido verde nello specchio d’acqua di Riva Fiorita, a Posillipo. L’acqua del mare ha cambiato improvvisamente colore e si sospetta possa trattarsi di uno sversamento tossico. La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e dal consigliere comunale del Sole che Ride Marco Gaudini. “Si tratta del secondo caso dell’anno dopo lo sversamento nel porticciolo di Mergellina dello scorso gennaio – dichiarano in una nota -. Abbiamo sollecitato l’Arpac ad intervenire per campionare il liquido e valutarne l’eventuale tossicità. La situazione è stata evidenziata anche alle forze dell’ordine e alla Capitaneria di Porto. Gli autori di questo scempio, qualora si profilino delle responsabilità di qualsiasi tipo, dovranno essere puniti con la massima severità”.

Autostrada Napoli-Salerno, un cavallo in fuga si schianta contro un camion e muore sul colpo

in Campania/News by
cavallocamion

Incredibile incidente occorso sull’Autostrada Napoli-Salerno. Un cavallo in fuga si è schiantato contro un camion mentre correva contromano dopo essere fuggito da un maneggio, tra l’altro non nuovo a problemi del genere, perdendo la vita sul colpo. Lo scorso novembre il medesimo tipo di incidente si verificò a Ponticelli ed anche in quel caso il cavallo perse la vita.

“Nella maggior parte dei casi – dichiarano Borrelli e Peretti dei Verdi – gli equini sono custoditi da persone che non posseggono le giuste competenze. Spesso e volentieri, poi, sono alloggiati in luoghi che non dispongono dei dispositivi di sicurezza atti ad impedirne la fuga. A tali problematiche si aggiunge il fenomeno delle corse clandestine in cui i cavalli vengono fatti correre fino allo stremo dopo essere stati sottoposti a trattamenti dopanti. Sollecitiamo l’Asl – concludono – e le strutture competenti a compiere una serie di verifiche a tappeto nei maneggi e nelle scuderie per vagliare le condizioni di salute degli animali e il rispetto delle condizioni di sicurezza imposte dalla legge al fine di evitare il ripetersi di tragedie del genere”.

Nuovi sequestri della DDA di Napoli, nel mirino le ville e le attività del clan dei casalesi

in Campania/News by
dda dia

La Direzione investigativa antimafia di Napoli sta eseguendo un decreto di sequestro preventivo emesso dal giudice per le indagini preliminare del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Direzione distrettuale, che riguarda due ville e un’attività commerciale ubicate in Casapesenna (Ce) e riconducibili a familiari del capoclan dei casalesi, Michele Zagaria, dal valore complessivo di circa tre milioni di euro. Nel corso dell’operazione sono state anche eseguite alcune perquisizioni domiciliari. Sono otto le persone indagate. Per la gestione dei beni sequestrati – due ville e un negozio che vende capi di abbigliamento – è stato nominato un amministratore giudiziario.

Napoli, il procuratore sportivo Sundas presenta un super progetto di restyling del San Paolo

in News/Sport by
StadioSanP

Alessio Sundas, procuratore sportivo della Sport Man, agenzia che si impegna nella valorizzazione dell’immagine di sportivi e, in particolare, di calciatori, ha presentato un progetto per il restyling dello stadio San Paolo sito a Fuorigrotta in Piazza Giorgio Ascarelli. Il progetto che Sundas ha in mente andrebbe ad incrementare vertiginosamente il fascino ed i ricavi non solo della SSC Napoli, ma anche del comune e, di conseguenza, della città stessa. L’obiettivo è quello di dare a Napoli uno stadio moderno e funzionale, in modo da omologarsi alle squadre di élite, con le quali la società azzurra si confronta ormai da diversi anni.

Queste le parole del manager toscano: “Il mio non è un progetto semplice, ma con il giusto spirito di collaborazione potrebbe diventare attuabile. L’intenzione è quella di ristrutturare il San Paolo andando a creare al suo interno un “Museo del calcio”, dove sarà possibile visionare maglie, palloni e tutti i cimeli appartenenti non solo al più grande calciatore della storia del Napoli, Maradona, ma anche a tutti i più grandi protagonisti che hanno fatto la storia del calcio mondiale. Inoltre l’intenzione è quella di costruire un centro commerciale che disponga di negozi di ogni genere: dall’abbigliamento all’oggettistica, passando per il settore alimentare e, ovviamente, uno store ufficiale del club partenopeo. Ma non finisce qua. L’idea è quella di omologare lo stadio del Napoli a quello delle grandi potenze europee e, di conseguenza, al suo interno potrà esserci un’area ristorazione, palestra, SPA e centro benessere. Un luogo dove si potranno ammirare le gesta della squadra partenopea, ma potrà anche essere concepito come luogo di intrattenimento per tutta la famiglia, da vivere sotto l’azzurro della città più bella del mondo”.

Attraverso queste dichiarazioni Sundas, ben conosciuto dall’ambiente partenopeo dopo la “Trattativa Messi” è pronto a presentare ai media un’idea che potrebbe portare il Napoli ai vertici del calcio europeo, desiderio ricorrente del popolo azzurro. Quando il Comune di Napoli darà il via ai lavori, lo staff di Alessio Sundas avrà l’esclusiva sulla gestione dello stadio.

Lavoriamo in sport diversi ma con obiettivi simili “B ed A1”. La VolAlto2.0 chiede di abbassare i toni

in News/Sport by
bajkbakjnkanja

Turco: “Premesso che ai tifosi della Casertana porto rispetto non solo per quello che fanno per la Casertana ma anche perché ebbi il piacere di conoscere anni fa il capo ultras. Sono convinto che c’è un dispiacere da parte di tutti per questa vicenda della partita a porte chiuse. Chiedo a tutti di abbassare i toni e mettere avanti il bene della città e della casertanità. Sediamoci intorno a un tavolo e troviamo tutti insieme una soluzione. Colgo l’occasione per invitare la tifoseria della Casertana come ospiti d’onore oggi alle 17 al PalaVignola”

La Giunta del Comune di Napoli approva il progetto del restyling del San Paolo: sediolini e gradinate nuove

in Breaking news/Campania/Sport by
sanpaolo

La giunta del Comune di Napoli ha approvato, su proposta dell’assessore allo Sport Ciro Borriello, il progetto di restyling dello stadio San Paolo che prevede la sostituzione dei sediolini con nuove sedute adeguate agli standard della Uefa e il ripristino e risanamento delle gradinate. L’intervento fa parte del più ampio progetto di riqualificazione e adeguamento funzionale dello stadio San Paolo, in parte già avviato con il rifacimento della pista di atletica, il potenziamento dell’impianto di illuminazione e la riqualificazione dei servizi igienici. Come scrive Il Mattino, l’operazione ha un valore complessivo di circa 14 milioni di euro ed è finanziato nell’ambito dell’evento Universiadi 2019. Il progetto, redatto da architetti e ingegneri dell’amministrazione comunale, prevede una capienza di circa 55 mila posti, con tipologie di sedute più confortevoli e diverse a seconda dei settori, colorazioni di diverse gradazioni di azzurro, in gran parte ribaltabili (tip-up). Prevede inoltre un’ottimizzazione dell’accessibilità e delle vie di esodo e un incremento dei posti per persone con difficoltà motorie.

Mercoledì di Coppa per la Golden Tulip Volalto 2.0, non si molla nessun obiettivo

in Campania/Primo Piano/Sport by
volalto gruppo

Dopo la bellissima vittoria contro la capolista Soverato domenica pomeriggio in trasferta, la Golden Tulip Volalto 2.0 si lancia già nella prossima impresa, mercoledì ancora in trasferta, questa volta in Coppa Italia contro la Delta Informatica Trentino. Sacrifici enormi da parte della Golden Tulip VolAlto 2.0 e della società tutta per organizzare al meglio questi giorni impegnativi e frenetici, chee segneranno parte del futuro delle dragonesse rosanero. Tutto pronto per la partenza. La squadra gioca con il cuore e questo spinge la società ad andare sempre più avanti e dare il meglio alle atlete al coach e allo staff. A Caserta e in Campania la Serie A di pallavolo femminile era conosciuta solo dagli addetti ai lavori, oggi è sulla bocca di tutti e la Golden Tulip VolAlto 2.0 è diventata una vera e propria moda!!! Questa sera intanto su Teleprima canale 91 del digitale terrestre ed in streaming su www.teleprima.it andrà in onda proprio la differita della gara di domenica 9 dicembre tra Soverato e Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta.

1 43 44 45 46 47
Go to Top