DAILY MAGAZINE

Primo Piano

IMG_3099
Uncategorized

Pallavolo serie A2 F – Pool Promozione :Se 3 indizi fanno una prova, facciamo un pronostico su come si concluderà la Pool Promozione e chi passa in serie A1!

Il nostro pronostico su come si concluderà la Pool Promozione è questo:
Passano in serie A1 Bartoccini Gioiellerie Perugia e Delta Informatica Trentino.
Se fino ad ieri ci sentivamo anche di “pronosticare” in che ordine, alla luce di molti fatti accaduti nelle ultime 24 ore, non possiamo più farlo.
Quindi non si può leggi tutto…

N-Style Guarda tutto

La delegazione antimafia del Pd in visita al pizzaiolo Sorbillo

in News by
sorbillo

Una delegazione di parlamentari del Partito Democratico della commissione Antimafia, guidata dal deputato Paolo Siani, è andata in visita oggi presso la storica pizzeria di Napoli Sorbillo ai Tribunali colpita alcuni giorni fa da un attentato bomba, l’ultima di una lunga serie.”Non va lasciato solo, insieme siamo una forza” ha dichiarato il deputato, mostrando estrema solidarietà al noto pizzaiolo napoletano, ormai una vera e propria celebrità in tutto il mondo.

Razzismo negli stadi, arriva la nuova norma dal 31 gennaio: prevista anche la sospensione definitiva della gara

in Campania/Sport by
campocalcio

A partire dal 31 gennaio verranno applicate nuove regole in Serie A sullo scottante tema del razzismo negli stadi. Domani ci sarà un nuovo vertice in Lega per decidere come applicare il protocollo. Come scrive Il Mattino, prima dell’inizio della gara, per prima cosa, se il responsabile dell’ordine pubblico o uno dei collaboratori della procura federale rileva uno o più striscioni, o cori o grida, di discriminazione ordinerà all’arbitro di non iniziare la gara. Nel corso della gara, l’arbitro, anche su segnalazione del responsabile dell’ordine pubblico dello stadio, dispone l’interruzione temporanea della gara ai calciatori che si piazzeranno al centro del campo. Solo in quel momento il pubblico sarà informato sui motivi che hanno determinato il provvedimento.

In caso di prolungamento dell’interruzione temporanea, l’arbitro potrà ordinare alle squadre di rientrare negli spogliatoi. L’eventuale ripresa della gara potrà essere disposta esclusivamente dal responsabile dell’ordine pubblico. Se al rientro in campo, ci saranno ulteriori cori o episodi di razzismo, dovrà essere sempre il designato del Viminale a ordinare all’arbitro di sospendere la gara. Poi ci sarà l’annuncio degli speaker”.

A Torre del Greco la consegna del tesserino di giornalista nel ricordo di Giovanni Battiloro

in Campania/News by
giovannibattiloro

A 5 mesi dalla tragedia del Ponte Morandi di Genova, è stato consegnato questa mattina nell’aula consiliare di Palazzo Baronale di Torre del Greco il tesserino di giornalista alla memoria di Giovanni Battiloro. Il noto videomaker napoletano, morì il 14 agosto mentre era in auto con Antonio Stanzione, Matteo Bertonati e Gerardo Esposito. I quattro amici stavano andando in vacanza quando attraversarono il ponte Morandi in auto al momento del crollo. Un evento organizzato dall’Ordine dei Giornalisti non solo con l’obiettivo di ricordare i ragazzi scomparsi ma anche per mostrare la vicinanza dell’Ordine ai giovani che si apprestano ad intraprendere la professione di giornalista. Alla cerimonia sono intervenuti il presidente dell’Ordine dei giornalisti, Carlo Verna, il sindaco di Torre del Greco Giovanni Palomba e il papà di Giovanni, Roberto Battiloro.

Italiano contro gergo popolare, arriva il chiarimento dell’Accademia della Crusca

in Breaking news by
scuola

Amici che amate le espressioni dialettali e le costruzioni transitive dei verbi di moto fermate i vostri meme sui social. Studenti che non vedevate l’ora che fosse lunedì per andare a scuola e contestare il quattro al tema d’Italiano perché “L’accademia della Crusca ha detto che escile si può dire” , rimanete in silenzio al vostro posto. L’accademia della crusca ha detto No! Nello specifico, in una nota successiva all’ondata di post in merito ad un recente comunicato dell’Accademia della Crusca, Claudio Marazzini presidente della stessa ha dichiarato all’Agi “No, su scendere il cane l’Accademia della Crusca non ha cambiato idea”, ha dichiarato il presidente della Crusca Claudio Marazzini. Nel suo intervento, Marazzini, ha detto che gli insegnanti – molti dei quali alla notizia della legittimazione della costruzione transitiva dei verbi di moto sono stati colpiti da una serie di colpi apoplettici- possono continuare a correggere i loro alunni sgrammaticati. L’accademia, infatti, nella precedente note aveva detto, in poche parole, che la costruzione transitiva dei verbi modali si può usare nelle espressioni colloquiali ma non è comunque corretto a livello grammaticale.

Rituali, lotte e droga in tutta Italia: così operava la banda di spacciatori nigeriani al Cara di Mineo

in Breaking news by
carabinieri-arresto-manette

Supreme Vikings confraternity, la banda di spacciatori nigeriani di marijuana e cocaina che operava in varie zone d’Italia è stata sgominata dalla polizia che ha eseguito 19 fermi. Associazione mafiosa, traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope e violenza sessuale aggravata sarebbero i reati contestai alla banda che aveva una cellula operativa all’interno del Cara di Mineo.

Dalle indagini condotte dalla Squadra Mobile di Catania è emersa una banda forte, organizzata che da una parte non esitava a scontrarsi con gruppi rivali per mantenere il proprio dominio sulle comunità straniere presenti all’intero del Cara di Mineo creando così un clima d’omertà nel centro siciliano e che dall’altra si assicurava la fedeltà dei propri membri con rituali e pratiche magiche. Alle indagini della squadra mobile non si è fatta attendere una dichiarazione del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che in un’intervista ha dichiarato: “È mia intenzione chiudere il Cara di Mineo entro quest’anno. Più grossi sono i centri più facile è che si infiltrino i delinquenti”.

La Virtus Volla espugna il Vallefuoco, AfroNapoli battuto 0-3

in Sport by
afronapolivolla

Nella quinta gara di ritorno del campionato di Eccellenza girone A, la Virtus Volla fa il colpo grosso al Vallefuoco imponendosi col punteggio finale di 3-0 ai danni dell’Afro Napoli. A volte il destino gioca brutti scherzi anche a parti invertite perché la squadra di De Michele si vendica con lo stesso risultato della sconfitta subita ad opera dei leoni a Mugnano (in occasione dell’andata degli ottavi di Coppa Dilettanti in questa stagione). Tralasciando per un attimo le statistiche si tratta per i multietnici di un ko (il quarto nel torneo) che deve far riflettere per il futuro perché è avvenuto al termine di una prestazione sottotono, rinunciataria e priva di grinta. Un vero e proprio blackout (un tonfo che fa rumore giacché è il primo eclatante patito in casa sotto la gestione Ambrosino) dove la tenuta mentale di Velotti e compagni non ha retto abbastanza. Forse questi ultimi inconsciamente hanno risentito dell’assenza in mezzo al campo dell’astro Babù, fermo per un problema muscolare, e dell’energico Sogno, squalificato. Dodò, che è entrato al primo minuto della ripresa al posto di De Fenza, non è riuscito a dare una sterzata alla partita come avrebbe voluto.

Ad aprire le danze per la Virtus Volla ci pensa Longo al 26’ del primo tempo: Catalano mette un bel cross dalla sinistra, prolunga De Fenza di testa che non riesce ad evitare che la palla capiti dietro di lui sui piedi di Longo che, indisturbato, batte Santangelo. Il 2-0 degli ospiti arriva dopo appena cinque minuti: l’ispirato Catalano effettua un assist sempre dalla sinistra per Di Palma che controlla alla perfezione e buca l’estremo difensore avversario. L’Afro Napoli al 42’ si scuote dal torpore e fallisce la più facile delle occasioni: con la coda dell’occhio dall’out di sinistra Gentile pesca in area Redjehimi che tutto solo da buona posizione calcia debolmente tra le braccia di Avino che può solo ringraziare.

Nella ripresa il copione non viene stravolto: al 17’ bella palla di Gentile dalla sinistra per l’accorrente Dodò ma la sua spizzata di testa non inquadra lo specchio della porta sicché è alta. Al 20’ l’arbitro assegna un calcio di rigore discutibile alla Virtus Volla: contatto leggero in area di rigore tra De Giorgi e Longo con quest’ultimo che si lascia cadere. Dal dischetto va proprio il numero nove ospite che fa doppietta spiazzando Santangelo. Al 44’ Marigliano su punizione trova la testa di capitan Velotti ma la sua conclusione è alta di poco ed è fuori. La gara tra Afro Napoli e Virtus Volla è anche l’occasione propizia per i tifosi biancoverdi della Brigata Spalletella per ricordare Valerio Basile, compianto sostenitore dei leoni (in sua memoria è iniziato il match con un minuto di silenzio), che avrebbe dovuto compiere domani 33 anni.

Intanto Francesco Fasano, vicepresidente dell’Afro Napoli, analizza il tracollo della squadra: «Non bisogna fare drammi però se vogliamo trovare come alibi le assenze di alcuni nostri giocatori importanti commettiamo un grave errore. È l’approccio alla gara che è stato sbagliato: ripartiamo tutti insieme da questa sconfitta che deve essere trasformata in rabbia agonistica».

AFRO NAPOLI UNITED: Santangelo, De Giorgi, Velotti, De Fenza (1’st Dodò), Gentile (24’st Liguoro), Gargiulo, Olivieri (24’st Conteh), Suleman (31’st Diop), Marigliano, Redjehimi (41’st De Rosa), Duarte. All. Ambrosino.
VIRTUS VOLLA: Avino, Improta, D’Abronzo, Sacco, Puccinelli, Lenci, Riccardo, Toscano, Longo, Di Palma, Catalano. All. De Michele.
ARBITRO: Capezza di Napoli
RETI: 26′, 65′ Longo (rig.), 31′ Di Palma
NOTE: ammoniti Velotti, Suleman, D’Abronzo, Lenci, Catalano

Napoli, Ancelotti prepara il match di Coppa Italia ancora contro il Milan a San Siro

in Sport by
ancelotti-de-laurentiis

Non c’è tempo per leccarsi le ferite in casa Napoli ma di guardare al bicchiere mezzo pieno, quello sì. Il pari a reti bianche contro il Milan a San Siro sabato sera è stato considerato da Ancelotti e dai suoi uomini un mezzo passo falso, in particolar modo per un primo tempo quasi regalato agli avversari, figlio di numerose defezioni nell’undici titolare dei partenopei. Poco male, se si pensa allo stop dell’Inter in trasferta contro il Torino ed agli otto punti di distacco proprio con i nerazzurri terzi in classifica, ben undici invece quelli dalla Juventus che, fortunosamente, è riuscita a vincere all’ultimo respiro contro una Lazio che ha dominato l’intera partita. Oggi la partenza per Milano di Hamsik e compagni per la Coppa Italia ancora contro i rossoneri prevista per domani sera: un’occasione ghiotta per il riscatto, ancor più perché sarà partita secca: in palio le semifinali della blasonata competizione, uno tra gli obiettivi stagionale del club all’ombra del Vesuvio.

Cardito, bimbo di 7 anni muore di percosse: arrestato il compagno della madre

in News by
carditobimbo

“Proclamerò il lutto cittadino nel giorno dei funerali e tutta la comunità di Cardito sarà la famiglia dei due fratellini della vittima”. Lo ha detto il sindaco di Cardito Giuseppe Cirillo, che anche questa mattina si è recato nello stabile dove un bimbo di 7 anni è morto per le percosse subite dal compagno della madre, fermato nella notte scorsa dalla polizia. L’uomo è stato interrogato per l’intera notte negli uffici del commissariato di polizia di Afragola: la sua versione è stata messa a confronto con quella fornita dalla mamma del bimbo e dalla sorellina della vittima.  Il 24enne ha respinto le accuse sostenendo che il bambino sarebbe caduto dalle scale ma oltre al bimbo morto anche la sorellina di 8 anni ha subito percosse ed è tuttora ricoverata all’Ospedale Pediatrico Santobono di Napoli. Sul movente, gli accertamenti degli investigatori sono ancora in corso.

L’arbitro offende in campo il portiere senegalese, il Presidente ritira subito la squadra

in Breaking news/Campania/Sport by
campocalcio

Un fatto gravissimo è accaduto a margine dell’incontro di calcio tra Serino e Real Sarnese valido per il campionato di Promozione, Girone C. L’arbitro, durante un’azione di gioco, avrebbe ripetutamente offeso il portiere della squadra avellinese, dicendogli “Stai zitto negro” e comminandogli un’espulsione. Interpellato dall’Ansa Donato Trotta presidente del Serino, ha chiesto azioni clamorose dopo l’increscioso episodio. Lo stesso presidente, dopo l’espulsione del portiere che lo ha messo al corrente delle offese, è entrato in campo, ha stretto la mano all’arbitro e ha detto: “Ragazzi, finisce qui, andiamo via”, ritirando la squadra. “Dobbiamo fermare il campionato” ribadisce, particolarmente amareggiato per l’accaduto.

Gli fa eco anche  il commissario straordinario del comitato regionale della Campania della Lega Nazionale dilettanti Luigi Barbiero che trasmetterà tutti gli atti relativi a quanto accaduto in occasione dell’incontro tra Serino e Real Sarnese alla Procura federale perché sia fatta luce sulla vicenda. E’ quanto ha riferito all’Ansa Cosimo Sibilia, presidente della Lega Nazionale Dilettanti e vice presidente vicario della Figc.

Salgono a due le vittime della folla di piazza San Carlo a Torino, addio alla donna rimasta paralizzata

in News by
torino

E’ morta questa mattina all’ospedale di Torino Marisa Amato, 65 anni, che fu calpestata dalla folla in preda al panico, il 3 giugno 2017 a piazza San Carlo a Torino, davanti al maxi schermo allestito per la finale Champions tra Juventus e Real Madrid. Come riporta l’Ansa, la donna era ricoverata da alcuni giorni nel reparto di Rianimazione per il sopraggiungere di alcune complicazioni poichè, dopo quella notte era rimasta tetraplegica. Salgono così a due le vittime di piazza San Carlo, oltre 1.500 feriti tra cui Erika Pioletti, la 38enne morta dopo alcuni giorni di agonia.

LIVE – Ancelotti scaccia via la cessione di Allan: “Non ci sono le condizioni per l’addio, resterà ancora in azzurro”

in Primo Piano/Sport by
Allan Napoli

“Allan resterà, non c’erano le  condizioni per la cessione. Non l’ho convocato per la gara di domani contro il Milan poichè per lui è stata una settimana un po’ travagliata e resterà a Castel Volturno ad allenarsi per il match di martedì. Per San Siro sceglierò la migliore formazione: Hamsik sta bene e sarà a disposizione”. Ci pensa in conferenza stampa Carlo Ancelotti, qualche minuto fa, a dissipare ogni dubbio dei tifosi riguardo il futuro del centrocapista azzurro Allan, accostato al Psg nei giorni scorsi.

Arriva la nuova sferzata di De Luca: “Ai tavoli della Sanità niente più risatine sulla Regione Campania”

in Breaking news/Campania by
deluca demagistris

“Ai tavoli nazionali sulla Sanità non ci sono più risatine sulla Regione Campania. Andremo avanti nel cambiamento che abbiamo impresso, sempre più convinti che se non cambiamo le cose adesso non le cambieremo mai più. La realtà si cambia con la fatica e non con i tweet”. Lo ha detto il presidente della Regione Vincenzo De Luca, intervenendo al convegno promosso dalla Asl di Avellino sugli screening oncologici e alla inaugurazione di una unità mobile per lo screening della mammella.

Napoli, Diawara suona la carica in vista del doppio impegno contro il Milan: “Ecco come si espugna San Siro”

in Sport by
napolichampions

Il centrocampista del Napoli Amadou Diawara suona la carica in vista del doppio impegno di campionato e Coppa Italia in trasferta contro il Milan. E’ proprio lui a parlare alla radio ufficiale partenopea, raccontando anche qualche aneddoto della sua esperienza sportiva all’ombra del Vesuvio: “Ci aspettano due partite molto difficili contro il Milan, non sarà facile. Stiamo preparando bene la partita, andiamo lì con la testa di vincere entrambe le gare. Il campionato non è ancora finito, è difficile sicuramente avvicinarci alla Juve ma cerchiamo di continuare così, accumulare punti e accorciare fino a maggio. L’Europa League è un obiettivo per noi, ora però ci concentriamo su campionato e Coppa Italia, che sono più imminenti. Fabian Ruiz? Vedendolo giocare mi chiedo quanti anni abbia, penso almeno 30! Ha una maturità assurda, un talento innato. Il momento più bello al Napoli? Il gol contro il Chievo, non dimenticherò facilmente quella giornata. Giocavo poco, ma feci quella rete che fece esplodere lo stadio. Sono rimasto senza parole, tra messaggi e sorprese varie trovate a casa. Sulla porta trovai lettere, messaggi, ero molto felice ed orgoglioso”.

Maltempo e disagi ad Ischia e Capri, frana sulla statale e collegamenti interrotti

in Breaking news/Campania by
maltempo-napoli

Una frana si è verificata ad Ischia sulla ex strada statale 270, nel tratto antistante l’eliporto, sulla arteria di collegamento tra Casamicciola e Lacco Ameno. Nessuna persona o auto è stata coinvolta. Come riporta l’Ansa, la frana ha interessato una scarpata per un’altezza di 16 metri e per una lunghezza di 50 metri circa. A venir giù con violenza inaudita un terrapieno dall’altezza di 16 metri. La strada resterà comunque chiusa fino al termine delle operazioni e dei sopralluoghi. Rimossi finora circa 170 metri cubi di materiale.

Intanto proseguono i disagi per i collegamenti tra Napoli e le isole. Il forte vento e il mare mosso hanno creato problemi stamattina ai collegamenti marittimi in particolar modo con Capri: annullate la maggior parte delle corse sia delle navi che dei mezzi veloci.

Scoperta una serra di marijuana nel sito archeologico di Bacoli, due arresti

in Campania/News by
guardia-di-finanza

Pensavo fosse un bosco e invece era una piantagione di marijuana. Nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, i finanzieri della Compagnia di Giugliano in Campania hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Napoli Nord, nei confronti di due persone, 46 e 33 anni, entrambi residenti a Bacoli (Na), per produzione e spaccio illegale di sostanza stupefacente. Le attività investigative hanno preso avvio nell’agosto del 2018 quando, a seguito del rinvenimento di una coltivazione di marijuana nel Comune di Giugliano in Campania, fu arrestata una persona collegata agli indagati colpiti dall’attuale misura.

Dalle indagini, è emerso che questi ultimi hanno realizzato a Bacoli, all’interno di un sito archeologico denominato “Grotta di Scalandrone”, una serra per la coltivazione di marijuana. Alla piantagione, posta in posizione defilata e sottostante al piano di campagna, dotata di tutte le più sofisticate apparecchiature, tra cui un sistema di irrigazione, necessarie per la coltivazione intensiva delle piante di canapa indiana e la produzione a ciclo continuo della sostanza stupefacente, si accede tramite un cunicolo posto a lato della strada provinciale che prende proprio il nome dell’antica galleria utilizzata in epoca romana come ramo secondario dell’acquedotto di Serino.

La fidanzata di Emiliano Sala lancia l’appello: “Indagate, non credo sia stato un incidente”

in Breaking news/Sport by
emilianosala

“Non credo a un incidente, indagate sulla mafia del calcio”. A lanciare l’appello è Berenice Schkair, fidanzata di Emiliano Sala, il calciatore disperso dopo che domenica notte l’aereo che lo stava portando da Nantes e Cardiff è scomparso dai radar mentre sorvolava il canale della Manica. Un’accusa forte lanciata tramite un tweet, poi cancellato, che getta ombre sul destino del 28enne italoargentino.

tweet_fidanzatasala

Intanto, sono riprese questa mattina alle 7.30 le ricerche del Piper. La zona su cui si concentrano ora le ricerche è quella di Alderney, pensando a quattro possibilità dell’accaduto: che il Piper sia atterrato altrove, che sia atterrato sull’acqua e sia stato soccorso da una qualche barca ma in nessuno dei due casi ci sia stata la possibilità di mettersi in contatto; che i due passeggeri, una volta atterrati sull’acqua, abbiano abbandonato il velivolo sulla zattera di salvataggio che era a bordo, ed è l’ipotesi principale sulla quale si stanno basando le ricerche; che il Piper si sia schiantato in acqua, lasciando il pilota e Sala in mezzo al mare.

A rendere il caso ancora più spinoso è un file audio dello stesso calciatore, che avrebbe inviato agli amici su Whatsapp poco prima della sparizione. “Sono qui a bordo di un aereo che sembra cadere in pezzi e vado a Cardiff. Che paura che ho! Se tra un’ora e mezza non hanno nessuna mia notizia, non so se manderanno qualcuno a cercarmi perché non mi troveranno”.

Rapinano case e negozi con le divise dei Carabinieri, sei malviventi in manette a Napoli

in Campania/News by
rapina-villa

I carabinieri veri arrestano quelli finti: a finire in manette una banda di sei malviventi che effettuava rapine in case e negozi utilizzando la divisa dell’Arma. Le indagini hanno preso il via a settembre dopo una rapina in una abitazione del quartiere San Carlo all’Arena. Uno dei malviventi, travestito da carabiniere, ha simulato di dover effettuare un controllo nell’abitazione e appena è riuscito ad entrare nel cortile della villa si è fatto raggiungere da quattro complici con il volto coperto. Hanno puntato più volte una pistola alla tempia della vittima e l’hanno costretta a consegnare denaro, gioielli e orologi di valore. Come riporta l’Ansa, i militari della stazione Napoli-Marianella, anche grazie alla visione di numerose telecamere di videosorveglianza, hanno identificato tutti i presunti responsabili. I militari hanno ricondotto alla banda anche un’altra rapina in una casa del quartiere Arenaccia e una commessa lo scorso ottobre in una sala scommesse di via Santa Maria a Cubito.

Il Psg insiste per Allan, De Laurentiis vola a Parigi

in Breaking news/Sport by
Allan Napoli

E’ una delle indiscrezioni di mercato più ghiotte di questa sessione invernale, con i tifosi del Napoli che tremano alla sola idea di poter perdere uno dei giocatori simbolo della squadra di Ancelotti. Il Paris Saint Germain fa sul serio per il centrocampista brasiliano Allan, corteggiatissimo non solo dal blasonato club parigino ma da tutti i top team europei. Per i partenopei non c’è la necessità di vendere ed incassare visto il secondo posto in classifica ed i bilanci da sempre positivi ma la suggestione per il calciatore è ghiotta, così come la richiesta all’ombra del Vesuvio: 100 milioni di euro sul piatto della bilancia, di più ma non in meno.

Se ne parla, si ragiona, forse per giugno, poichè per ora, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha rispedito tutto al mittente. Come scrive l‘Ansa, il massimo dirigente partenopeo sarà stasera alla sfilata di Armani all’Hotel d’Evreux di Place Vendome a Parigi, invitato personalmente dallo stilista insieme a sua moglie Jacqueline, con cui sta trascorrendo alcuni giorni nella capitale francese prima di tornare in Italia domani. Alla sfilata presenzierà tutto il jet set parigino tra cui anche il presidente del Paris Saint Germain Nasser Al-Khelaifi. Chissà che non possa essere l’occasione giusta proprio per parlare del talentuoso brasiliano che giura amore al suo Napoli.

Sorbillo riapre dopo la bomba, la storica pizzeria napoletana offre pizze gratis ai passanti

in Breaking news/Campania by
sorbillo

Ha finalmente riaperto la pizzeria Sorbillo in via Tribunali a Napoli dopo la bomba fatta esplodere all’ingresso del locale la scorsa settimana. Per festeggiare, pizze gratis per tutti i passanti, per la felicità dei turisti che hanno apprezzato di gusto le creazioni culinarie di Gino Sorbillo.

“Non ci scoraggiamo – ha dichiarato il proprietario Gino Sorbillo – e festeggiamo con una semplice marinara per i napoletani che tanto amo, che amano fare rete, che amano la normalità e la legalità, che amano le proprie strade in cui si sentono sicuri fatta eccezione per qualche episodio. La rete, denuncia e legalità faranno risollevare Napoli”.

La serie A è pronta a cambiare: rivoluzione Var e nuove norme per il contrasto al razzismo negli stadi

in News/Sport by
koulibaly

Il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha anticipato due rivoluzioni che presto arriveranno nel mondo del calcio, in particolar modo in serie A e che riguardano il contrasto al fenomeno dei cori razzisti negli stadi ed i miglioramenti legati al Var.

“La procedura contro il razzismo e la discriminazione negli stadi è molto chiara al netto delle interpretazioni. Ci sarà un responsabile della procura federale o un addetto deputato all’ordine pubblico a stabilire che in caso di discriminazioni territoriali o razziali che l’arbitro dovrà portare le squadre a centrocampo per sospendere momentaneamente la gara: se non termina l’atteggiamento di discriminazione, le squadre tornano nello spogliatoio e sarà l’addetto alla sicurezza a stabilire quale sarà l’epilogo. Se c’è uno sparuto gruppo, bisogna applicare la procedura. Ma, c’è da fare attenzione a quelli che sono i cori ed alla psicosi sugli stessi. Quando sono 50 o 100, un numero così esiguo è facilmente identificabile e la società può impedire per lungo tempo l’ingresso negli stadi. La FIGC ha cambiato lo scenario: si fa l’annuncio a gioco fermo deresponsabilizzando l’arbitro che deve pensare ad arbitrare. Faremo in modo che queste innovazioni ci siano in Milan-Napoli, anche se le novità saranno formalizzate il 30 gennaio”.

Qualche cambiamento anche per il Var. Il ricorso alla VAR ed il coinvolgimento dell’arbitro addetto devono essere costanti. Credo che arriveremo a due challenge, a due chiamate di parte. Siamo per l’applicazione alla tecnologia. L’anno scorso l’applicazione è stata straordinaria, quest’anno non mi è piaciuta la stretta, io sono per l’applicazione costante. Quando c’è lo strumento bisogna applicarlo, bisogna restringere la discrezionalità dell’arbitro”.

1 2 3 4 5 48
Go to Top