DAILY MAGAZINE

Primo Piano

gdfnapoli
Campania/Campania News

Covid. Napoli. Gdf sequestra 73mila mascherine non a norma

NAPOLI -In due diversi interventi la Guardia di Finanza del Gruppo di Nola ha sequestrato oltre 73.000 mascherine non a norma, con istruzioni in sola lingua inglese o cinese e prodotte senza autorizzazione ministeriale.

Trentamila dispositivi, ovviamente, non presentavano certificazione obbligatoria di conformità sanitaria mentre altri 43.000 erano mascherine “FFP2” prive dei requisiti di conformità UE. Il titolare dell’attività è stato subito denunciato e segnalato alle autorità amministrative.

Intanto, dopo l’ultimo bollettino della protezione civile, i positivi nazionali al coronavirus aumentano di altri 1452 unità raggiungendo quota 40mila casi in tutta Italia, mai così tanti da Giugno.

Fonte: ansa

Rivolta nelle carceri, Maresca: “L’unica cosa che lo Stato non deve fare è mostrare debolezze e tentennamenti”

in Breaking news by
catello maresca

Dopo la rivolta nelle carceri dei giorni scorsi, il magistrato anti-camorra, sostituto procuratore generale di Napoli, dice la sua al riguardo: “Non si è trattato di mere proteste ma di veri e propri attentati all’ordine democratico dello Stato. Il drammatico bilancio di morti, feriti e di devastazioni ne è testimonianza fin troppo evidente. In questi casi – aggiunge il magistrato – non c’é spazio per il permissivismo, per quell’atteggiamento di deplorevole tolleranza che nasconde una pesante e grave debolezza”. Secondo Maresca, infatti, l’unica cosa che lo Stato non deve fare è mostrare debolezze e tentennamenti. “Non solo niente patti, niente accordi, – avverte Maresca – ma neanche nessun passo indietro”. Un discorso diverso vale, invece, secondo il magistrato anticamorra, per i detenuti più deboli e più cagionevoli. “Ce ne sono – dice – e meritano tutela in una situazione di emergenza”.

Coronavirus, De Luca: “Esercito contro assembramenti”. Lettera a Conte, a ministri Interno e Difesa ed a capo Protezione Civile

in Breaking news by

Un “impegno straordinario delle Forze dell’Ordine e la presenza dell’Esercito, quali misure ormai indispensabili in funzione della dissuasione degli assembramenti, della mobilità ingiustificata, di forme illegittime di ambulantato sul territorio”. E’ quanto chiede il governatore campano Vincenzo De Luca in una lettera al premier, ai ministri di Interno e Difesa ed al capo della Protezione civile nazionale. “Nonostante i numerosi provvedimenti adottati per finalità di prevenzione e contenimento del rischio di contagio da COVID-19, in diverse parti del territorio regionale – osserva De Luca – continuano a registrarsi ancora assembramenti dei cittadini e trasgressioni alle prescrizioni che sono state imposte in sede nazionale e regionale. Le misure adottate, a tutta evidenza, non possono rivelarsi efficaci se non vengono garantiti capillari controlli e se non si irrogano le necessarie sanzioni nei confronti di comportamenti gravemente irresponsabili”.

Coronavirus, Ricciardi (Oms): “E’ bene che ci cominciamo ad abituare ad una guerra lunga”

in Breaking news by

E’ bene che ci cominciamo ad abituare ad una guerra lunga. La Sars, che era meno contagiosa, finì verso maggio-giugno. Questa è molto più contagiosa della Sars e io ho l’impressione che, se ci va bene e lavoriamo tutti insieme, dovremo arrivare all’estate”. Tanto bisognerà attendere prima di tornare a avere una vita ‘normale’, secondo Walter Ricciardi, membro dell’esecutivo dell’Oms e consulente del ministero della Salute. In ogni caso secondo l’Oms “la pandemia è controllabile”.

Coronavirus, oncologo del Pascale: “Farmaco ok”. Migliorato malato dopo assunzione tocilizumab

in Breaking news by

Subito un protocollo nazionale per estendere l’impiego di tocilizumab, farmaco anti-artrite, nei pazienti contagiati da coronavirus ed in condizioni critiche”. Lo chiede l’oncologo Paolo Ascierto, dell’Istituto Tumori “Fondazione Pascale” di Napoli. “Il farmaco ha dimostrato di essere efficace contro la polmonite da Covid-19 – afferma Ascierto – a Napoli sono stati trattati i primi 2 pazienti in Italia, in 24 ore la terapia ha evidenziato ottimi risultati e nelle prossime ore sarà estubato uno dei due pazienti, perché le sue condizioni sono migliorate. Ieri, iniziato il trattamento ad altre 2 persone ed oggi ne tratteremo altre due”.

Coronavirus, Governo stanzia 25 miliardi. Gualtieri: “Il Pil scenderà”. Informativa del ministro dell’Economia sullo scostamento di bilancio

in Breaking news by

Abbiamo stanziato una somma straordinaria, 25 miliardi, da non utilizzare subito ma sicuramente da poter utilizzare per far fronte a tutte le difficoltà di quest’emergenza”. Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa al termine del Cdm. Il decreto sulle misure economiche per l’emergenza coronavirus sarà varato domani e sarà da 12 miliardi. Lo ha annunciato in conferenza il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri. “Tecnicamente è un’autorizzazione del Parlamento a stanziare fino a 20 miliardi in termini di indebitamento, 25 mld in termini di stanziamento. Il livello di deficit dipende da quanto effettivamente sarà impiegato. La prima misura – aggiunge Gualtieri – impiegherà la metà di queste risorse, l’utilizzo dell’altra metà dipenderà anche da eventuali risorse europee. E’ ancora presto dire il livello di deficit che verrà raggiunto”. “Gli indicatori finora disponibili dell’attività economica dopo la caduta di dicembre” segnano “un rimbalzo positivo a gennaio, per tornare a una moderata contrazione verso la fine mese di febbraio”. E’ ipotizzabile “una caduta del prodotto per almeno un paio di mesi a prescindere dagli interventi che saranno messi in campo” ha detto Gualtieri, poi, in audizione davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato sulla richiesta di finanziare in deficit le misure anti-Coronavirus

Dopo sei mesi di ricorsi, a causa della Lega che difendeva la PMG, arriva la sentenza: irrogata alla Volalto la sanzione della “deplorazione”

in Breaking news by
Volalto-logo-750x751

Lo scontro tra Volalto e Lega Volley ebbe inizio il 20 ottobre 2019, giorno della famosa partita tra Volalto e Bisonte; partita, si ricorderà, che non venne trasmessa in diretta Tv. Fu da quella gara in poi che Fabris ed il cda della Lega scatenarono una guerra nei confronti di Turco; guerra che è proseguita fino ai giorni nostri, allorquando il trio Fabris-Garbellotto-Marzari, con comportamento di imposizione ad una esposizione gravosa a rischio esposizione contagio, hanno costretto alla quarantena squadra, staff tecnico e presidente della Volalto 2.0 Caserta. Oggi, a distanza di quasi sei mesi, arriva la sentenza della Fipav che azzera tutto e applica la sanzione della “deplorazione” a carico del presidente Turco. Oggi si mette un paletto fermo a fronte di una guerra scatenata da Fabris e dal cda della Lega nei confronti del presidente Turco. Il Club casertano – rappresentato dagli avvocati Vincenzo Iorio, Paolo Falco e Rocco Curcio – non esulta, dal momento che sapeva di avere pienamente ragione. La Fipav si è trovata coinvolta in uno scontro che è stato voluto ed alimentato dal trio Fabris-Garbellotto-Marzari; e la riprova è data dalla sentenza di oggi. Dallo scorso 20 ottobre ad oggi, a causa della Lega, i rapporti tra Fipav e Volalto sono diventati tesi e sono sfociati in una durissima contrapposizione a colpi di carta bollata e tanto di avvocati in campo. La Volalto, in questi mesi, ha dovuto subire di tutto: colpi bassi sugli ingaggi delle atlete; colpi bassi per i tesseramenti; colpi bassi attraverso quotidiani compiacenti; colpi bassi attraverso i procuratori. Oggi, dopo questa guerra scatenata contro la Volalto, tutti i nodi sono venuti al pettine. Ora si aspetta l’esito delle denunce presentate dalla Volalto nelle sedi giudiziarie competenti nei confronti del cda della Lega. La sentenza della Corte Federale di Appello, a questo punto, farà cadere tutti gli altri ricorsi frutto dello scontro tra Fipav e Volalto alimentato dalla Lega Volley. La Lega pagherà fino all’ultimo centesimo i danni economici patiti dalla Volalto senza alcuno sconto. Il Club Volalto, alla luce di questo pronunciamento, non esulta, ringrazia gli avvocati Iorio, Falco e Curcio per il loro lavoro, e resta fortemente deluso per il comportamento della Lega.

“Defender Europe 20”, un’esercitazione pianificata oramai da anni: al bando le teorie complottistiche

in Breaking news by
Usa

Emergenza coronavirus a parte, la due giorni a Zagabria – alla quale hanno partecipato i ministri della Difesa di tutti i Paesi dell’Ue, Italia compresa – ha dato il via libera al più grande dispiegamento di truppe americane in Europa dalla fine della Guerra fredda. L’esercitazione “Defender Europe 20” ha già preso il via con i primi soldati Usa arrivati nel Vecchio continente. Altri soldati giungeranno ad aprile, con i vertici pronti comunque a rimodulazioni e modifiche proprio sulla scorta dell’emergenza coronavirus che si registra. Non hanno alcuna ragione di esistere, dunque, teorie del complotto oppure dell’invasione a stelle e strisce. L’esercitazione “Defender Europe 20”, pianificata oramai da anni, al contrario serve a consolidare l’Alleanza e ad aumentare la difesa europea, facendo pressione rispetto all’assertività della Russia e, al contempo, testando la capacità infrastrutturale dell’Unione europea. La maxi-esercitazione prevede il coinvolgimento di 37mila soldati, appartenenti a 18 Paesi; in particolare Germania, Polonia e Repubbliche baltiche. Obiettivo? Testare le capacità di deterrenza e dispiegamento massiccio. Previste diverse esercitazioni, tra cui spicca la simulazione della risposta rapida a un’aggressione armata subita da Lettonia e Lituania, in uno scenario che (al netto delle rassicurazioni pubbliche) rappresenta di per sé una risposta alla Russia. Pertanto, in Europa stanno per sbarcare 20mila soldati americani, da aggiungersi ai 10mila già presenti che saranno coinvolti nelle operazioni. Per gli Usa si tratta del più grande dispiegamento di forze nel Vecchio continente da almeno 25 anni, condito da oltre 13mila mezzi tra veicoli corazzati, aerei, navi e sottomarini.

Coronavirus, gli altri governatori prendessero insegnamento da De Luca! Sta bloccando tutto, così si fa!!!

in Breaking news by
De Luca Protezione civile

Il governatore Vincenzo De Luca non guarda in faccia a nessuno, pur di salvaguardare il popolo campano in questo momento di emergenza da coronavirus che attanaglia l’intero Paese. Con proprie ordinanze, De Luca ha chiuso tutti i possibili focolai di contagio. E ha chiesto di fermare anche le consegne a domicilio. Questo è il metodo da seguire per contenere e non far espandere il coronavirus. De Luca avanti così, gli altri governatori prendessero esempio da lui.

Coronavirus, nuova ordinanza di De Luca: sospensione fino al 3 aprile delle attività relative agli esercizi di barbieri, parrucchieri e centri estetici

in Breaking news by
covid-19 aggiornamenti

Nuova ordinanza del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. L’ordinanza, la numero 10 del 10/3/2020 riguarda la sospensione temporanea delle attività relative agli esercizi dei barbieri, parrucchieri e centri estetici. Con decorrenza immediata e fino al 3 aprile 2020 viene “disposta su tutto il territorio della regione Campania la sospensione delle seguenti attività: negozi di barbiere, parrucchiere e centri estetici. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, il mancato rispetto degli obblighi di cui al presente provvedimento è punito ai sensi dell’articolo 650 del codice penale. I soggetti competenti assicurano l’esecuzione delle misure disposte con la seguente ordinanza”. La nuova ordinanza è notificata ai sindaci ed ai Prefetti ed è trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri ed al Ministro della Salute e viene pubblicata sul Burc.

Coronavirus, messaggio del governatore De Luca ai cittadini della Campania: “Uniti nella crisi, riscopriamo le cose importanti”

in Breaking news by
De Luca

Uniti nella crisi, riscopriamo le cose importanti”: è l’incipit del messaggio rivolto ai cittadini della Campania dal presidente della Regione, Vincenzo De Luca. “In questa crisi i nostri concittadini stanno ridefinendo le gerarchie di vita, riscoprendo le cose importanti davvero: le nostre famiglie, i nostri padri, i nostri figli. Per anni ci siamo persi in stupidaggini e in un clima di aggressività e di tensione permanente. Ora stiamo capendo – termina il messaggio del governatore – che ci sono cose importanti e cose che sono insignificanti”.

Napoli, tensioni a funerale 15enne ucciso durante una rapina: cerimonie sospese per decreto

in Breaking news by

Tensioni con le forze dell’ordine questa mattina a Napoli durante il corteo funebre organizzato per Ugo Russo, il ragazzo di 15 anni ucciso mentre tentava di rapinare un carabiniere libero dal servizio. La polizia ha fermato il corteo, in seguito alle disposizioni del decreto sul coronavirus e le decisioni del cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, con la sospensione di tutte le cerimonie. Una bara bianca portata a spalle per le strade di Napoli: era questo l’obiettivo di parenti ed amici del 15enne. Obiettivo riuscito in parte. Dopo il divieto di celebrare il funerale del ragazzo, amici e parenti dalle prime ore del mattino sono partiti dall’abitazione del giovane e hanno trasportato il feretro per alcune centinaia di metri. Dietro i genitori, poi uno striscione con la scritta ‘Verità e giustizia per Ugo’, palloncini bianchi e magliette con il suo volto. Quando il corteo stava per imboccare la centrale via Roma si è trovato davanti un cordone di polizia che ne ha bloccato l’accesso.

Coronavirus, terza vittima in Campania: è una 84enne con patologie pregresse. Morta all’Ospedale di Nola

in Breaking news by

Una donna di 84 anni, risultata positiva al Covid19, è morta ieri sera nell’ospedale civile di Nola (Napoli), dove era stata portata dai figli in seguito a difficoltà respiratorie. Secondo quanto si è appreso, il pronto soccorso del nosocomio è stato chiuso per la sanificazione. E’ la terza vittima in Campania. La donna, residente ad Ottaviano (Napoli), pare non avesse avuto contatti con persone provenienti dalle zone del nord Italia. L’anziana aveva patologie pregresse legate al sistema respiratorio. I figli della donna, due residenti ad Ottaviano ed uno a Brusciano, sono in isolamento. Il sindaco di Ottaviano, Luca Capasso, non appena appresa la notizia ha provveduto ad emettere ordinanze per isolare alle persone con le quali l’anziana donna è venuta in contatto.

Lasciano Parma per vacanza a Madrid, denunciati: due giovani di 20 e 25 anni hanno violato il Dpcm

in Breaking news by

I carabinieri hanno denunciato due giovani di 20 e 25 anni, provenienti da Parma, che stavano andando all’aeroporto Marconi di Bologna per prendere un aereo per Madrid, violando così l’area interessata dalle misure del dpcm per limitare il contagio da coronavirus. Durante un controllo stradale, alla richiesta di specificare il motivo per cui si trovavano fuori dalla loro provincia hanno risposto che stavano andando all’aeroporto per partire per viaggio di piacere. Entrambi sono stati denunciati.

Emergenza Coronavirus, il Tribunale di Milano rinvia di 3 mesi il processo “Ruby ter”

in Breaking news by

Rinvio di tre mesi per il processo ‘Ruby ter’ a carico di Silvio Berlusconi e di altri 28 imputati. Lo ha deciso stamani in aula la settima sezione penale di Milano sulla base dei provvedimenti anche ministeriali emanati in questi giorni per l’emergenza Coronavirus. Il processo è stato aggiornato all’8 giugno, con sospensione della prescrizione, ma è stata ‘prenotata’ anche la data del 20 aprile per verificare se ci saranno le condizioni o meno per riprendere già quel giorno.

Deputati ridotti in voto alla Camera, garantiti proporzionalità gruppi e plenum maggioranza assoluta

in Breaking news by

Accordo informale fra i gruppi parlamentari della Camera su proposta del presidente Fico per rispettare la distanza di un metro e le prescrizioni delle autorità sanitarie per il contenimento del contagio da Coronavirus, garantendo la proporzionalità fra i gruppi e il plenum della maggioranza assoluta dei componenti (necessaria per l’ok allo scostamento di bilancio). Fico ha contattato individualmente i presidenti di tutti i gruppi ottenendo l’ok a questa formula eccezionale che verrà adottata nei prossimi giorni.

Coronavirus, proteste nelle carceri contro lo stop ai colloqui a vista

in Breaking news by

Salerno, poi Modena, Napoli e Frosinone, ma anche Vercelli, Alessandria, Foggia. L’onda lunga del coronavirus arriva nelle carceri italiane e si trasforma in protesta, quando non in aperta rivolta. A Modena i detenuti, protestando per le misure di prevenzione per il Covid-19, si erano barricati nell’istituto della città emiliana. E scoppia una rivolta nel carcere di Foggia: alcuni detenuti riescono ad evadere venendo bloccati poco dopo all’esterno dell’istituto penitenziario dalle forze dell’ordine, hanno divelto un cancello della ‘block house’, la zona che li separa dalla strada, tanti si arrampicano sui cancelli del perimetro del carcere. Sul posto polizia, carabinieri e militari dell’esercito. Rivolta anche al carcere di San Vittore e alcuni detenuti sono saliti sul tetto della casa circondariale. Sul posto le volanti di Polizia. E sono rientrati nelle celle i detenuti del carcere di Pavia: la protesta, nata sull’onda dello stop ai colloqui ‘a vista’ per il coronavirus, riguarda lamentele su “questioni che riguardano il trattamento carcerario”. Sarà l’inchiesta della Procura a far luce sulla dinamica della sommossa.

“Fabris, Garbellotto e Marzari si devono dimettere dal Cda della Lega. Hanno mandato le atlete della Volalto in zona rossa”

in Breaking news by
volalto

Dichiarazione del presidente della Volalto 2.0 Caserta, Nicola Turco: “Fabris, in qualità di presidente della Lega, avrebbe dovuto fermare il campionato e bloccare tutte le gare. Garbellotto, membro del cda della Lega e Presidente del Conegliano, non ha garantito la mia società ma soltanto la sua: per questo motivo, dovrebbe dimettersi! Marzari, che ha sempre avuto una posizione ostile nei confronti di Caserta, come manifestato anche nel corso di diverse assemblee della Lega, ha pensato unicamente a salvaguardare la sua squadra, il Monza, mandando la Volalto in una zona a forte rischio contagio per il coronavirus: dovrebbe dimettersi anche lei! Qualora dovessero mettere in quarantena le mie atlete, chiederò danni personali a tutto il Cda della Lega, anche come persone fisiche. Chiederò anche a tutte le mie atlete ed allo staff tecnico di fare altrettanto, mettendo loro a disposizione i migliori Principi del Foro! Fabris, Garbellotto e Marzari hanno esposto a rischio contagio atlete e staff della Volalto, come già denunciato alla Procura competente”.

De Luca e Marino non hanno mosso un dito per salvare un’eccellenza come la Volalto

in Breaking news by
Marino e De Luca

Rischio esclusione per la Volalto, unica realtà del centro-sud che milita nel campionato di A1 del Volley Femminile. Critiche per De Luca e per Marino che non hanno aiutato le atlete e la società, in un momento così difficile. Domani, rinunciando alla trasferta in quel di Bergamo, la Volalto perderà la partita a tavolino, per la seconda volta dopo quella contro il Novara, e verrà esclusa dal campionato di A1. Ecco la politica del primo cittadino di Caserta e del governatore che fanno solo fumo e, nella sostanza, non hanno difeso una eccellenza, qual è quella della Volalto. Atlete e staff, per evitare possibili contagi da coronavirus, hanno preferito evitare aerei e hotel e di non scendere in campo sul taraflex di Novara Venerdì e di Bergamo domani. Ecco i motivi per i quali la Volalto rischia di scomparire domani alle 16.00. Gli altri Sindaci e Governatori hanno difeso le loro realtà. De Luca e Marino hanno pensato e pensano solo al fumo negli occhi dei cittadini per racimolare solo consensi elettorali.

Coronavirus, Zingaretti positivo al test: “Sto bene ma dovrò rimanere a casa per i prossimi giorni”

in Breaking news by
Zingaretti

Nicola Zingaretti positivo al test per il Coronavirus. Anche il presidente della regione Lazio e segretario nazionale del Partito Democratico colpito dal morbo Covid 19: “I medici mi hanno detto che sono positivo al Covid19. Sto bene – ha scritto Zingaretti sui social – ma dovrò rimanere a casa per i prossimi giorni. Da qui continuerò a seguire il lavoro che c’è da fare. Coraggio a tutti e a presto!”.

Coronavirus, Marche: il vice presidente del Consiglio Regionale in auto-isolamento

in Breaking news by

Volontariamente ed in via precauzionale, il vice presidente del Consiglio regionale delle Marche Renato Claudio Minardi ha deciso di auto-isolarsi nella sua abitazione di Fano dopo aver appreso la notizia di una persona risultata positiva al tampone del coronavirus con cui ha avuto, martedì 3 marzo, un contatto seppur minimo. “Ho segnalato il caso e ho seguito per prevenzione e correttezza verso gli altri, sin da subito, le indicazioni previste dalle misure adottate dal Ministero della Salute e dalla Regione Marche” spiega in una nota. “Sto bene e non presento alcun sintomo – sottolinea – ma è assolutamente necessario seguire regole semplici di prevenzione per contenere la diffusione del contagio, al fine di tutelare la salute di ognuno”. “Coloro che sono stati in contatto con me negli ultimi giorni non dovranno sottoporsi ad alcuna misura precauzionale – conclude -. Lo dovrebbero fare volontariamente anche le altre persone che si trovano nella mia stessa situazione”.

1 22 23 24 25 26 52
Go to Top