guardia giurata

Napoli: sottopagato e con turni estenuanti, Guardia Giurata si toglie la vita con l’arma d’ordinanza

in Campania/News by

Una guardia giurata è stata soccorsa e trasportata di urgenza all’ospedale San Paolo dove è morta. L’ uomo, di 52 anni, napoletano, è stato ritrovato dai soccorritori del 118 sul pavimento dell’atrio nella palazzina dove abitava in via Leopardi con due ferite d’arma da fuoco sull’addome. Dalle prime ricostruzioni di quanto accaduto sembra il vigilantes, intorno alle 7 di questa mattina, si sarebbe sparato con la sua pistola d’ordinanza per poi precipitare nella tromba delle scale. Le gravissime lesioni interne riportate hanno compromesso irrimediabilmente le sue condizioni cliniche provocandone la morte nonostante i tentativi dei sanitari di salvargli la vita.  Da qui, l’appello delle associazioni: “Le tante morti tra le guardie in servizio ed i suicidi con l’arma di servizio molte volte sono riconducibili a condizioni di lavoro estenuanti e sottopagate – ha dichiarato Giuseppe Alviti presidente dell’associazione Nazionale Guardie Particolari Giurate –  stipendi non retribuiti o elargiti in acconti, turni anche a 16 ore e 7 giorni su 7, ritardi nei pagamenti, prese di servizio lontane chilometri. Esprimiamo solidarietà alla famiglia del collega-conclude Alviti – a questo punto, Questura e Prefettura, dovrebbero intervenire anche ritirando le licenze agli istituti se è il caso”.