sarriringhio

Napoli-Juventus, Sarri al veleno: “Basta dire che in Italia non ho vinto nulla, non mi interessa chi affronteremo domani”

in Sport by

Il tecnico della Juventus Maurizio Sarri è tornato a parlare ai giornalisti dalla sala stampa dell’Allianz Stadium alla vigilia della finale di Coppa Italia contro il Napoli, rispondendo a tono anche alle critiche ricevute in settimana dal presidente azzurro De Laurentiis e da vari addetti ai lavori bianconeri per la prestazione nella ripresa contro il Milan, come riporta la Gazzetta dello Sport.

LA RISPOSTA. “Mi arrabbio troppo quando si dice che io in Italia non ho vinto niente, ho conquistato tutte le promozioni sul campo senza saltare nessuna categoria e vinto una Coppa Italia di Serie D, ho fallito solo una promozione dalla C1 alla B. Adesso voglio aiutare i ragazzi a vincere un trofeo, per i tifosi e per tutti noi. Non ho retropensieri sugli avversari, mi sento proiettato solo su di noi. E’ la finale che avrei voluto perché siamo in finale”.

GLI AVVERSARI. Sarri glissa sul Napoli ma elogia Mertens e Gattuso: “Con l’Inter il Napoli ha cercato di aspettare gli avversari più bassi, quando riparte hanno una grande pericolosità: negli ultimi tempi ha vinto con l’Inter e con noi e pareggiato con il Barcellona. Ho avuto sensazioni brutte dopo la sconfitta in campionato, abbiamo commesso errori che contro palleggiatori come loro non si possono fare. Ci siamo allungati e abbiamo perso compattezza. A questo tipo di squadre questo non si può concedere, sbagli che non possiamo ripetere”.