napoliverpool

Il Napoli volta pagina e cambia volto per il big match di Champions contro il Liverpool

in Campania/News/Sport by

Solo chi cade può avere la forza di rialzarsi e ripartire più compatti e consapevoli di prima. Ben lo sa il Napoli di Carlo Ancelotti che si lecca le ferite dopo il ko all’Allianz Stadium al cospetto della scudettata Juventus, dopo essere persino passato in vantaggio in avvio con Mertens. Poi, la paura di sbagliare ha avuto il sopravvento, così come il calo dei terzini, l’espulsione di Mario Rui ed una gestione superficiale dei cartellini da parte dell’arbitro Banti, così come l’ha etichettata il tecnico all’ombra del vesuvio. Tanto da cui ripartire ma anche sul quale lavorare, ma c’è immediatamente da voltare pagina. Mercoledì infatti, è nuovamente tempo di big match ma questa volta al San Paolo: Fuorigrotta sarà teatro della seconda sfida di Champions contro i campioni del Liverpool e bisognerà cercare l’impresa per rimettersi in corsa nel girone. Il tecnico del Napoli avrebbe in mente tre cambi rispetto alla sfida con la Juventus: Malcuit è il favorito per concedere un turno di riposo a Hysaj. L’altra opzione riguarda l’impiego di Simone Verdi dal primo minuto. Sul piano tattico è meno predisposto per la fase difensiva, ma il Napoli deve cercare d’imporsi sul piano del gioco. A Lorenzo Insigne dovrebbe essere affiancato Arek Milik per garantire un po’ di sostanza e fisicità negli ultimi venti metri.