1500797_tribunale_sdanta_maria

Maxi truffa con tremila falsi incidenti, diciotto avvocati napoletani ai domiciliari

in Uncategorized by

Professionisti della truffa alle assicurazioni, finti testimoni e fascicoli costruiti a tavolino, in una vicenda consumata all’ombra dei giudici di pace di Barra e di Caserma Garibaldi e che approdava a Malta per operazioni di riciclaggio. Sono diciotto gli avvocati finiti ai domiciliari al termine di indagini su false testimonianze e false denunce ma non ci sono magistrati coinvolti. Una inchiesta nata dall’azione coraggiosa di denuncia del consiglio dell’ordine degli avvocati; otto esponenti del consiglio dell’ordine hanno preso parte alle perquisizione.

Come scrive Il Mattino, associazione per delinquere finalizzata alle truffe assicurative finalizzata ai falsi sinistri, interi studi legali coinvolti al termine del blitz napoletano.  Associazione per delinquere, riciclaggio che avveniva all’estero, attraverso società che avevano sede a Malta. Ritrovati pc e supporti informatici che hanno ancora dentro elementi ritenuti utili alle indagini. Dalle indagini è spuntato anche un tariffario: cento euro a testimonianza; 2.800 sinistri, 2.200 già iscritti al ruolo, secondo quanto è emerso da un anno di indagine; una truffa per milioni di euro.