De Luca Maresca

Maresca, magistrato di grande spessore, non si può bruciare per la candidatura alla Presidenza della Regione

in Breaking news by

Dal momento che noi abbiamo sempre fatto la differenza, allorquando scriviamo di politica, vi spieghiamo perché a Catello Maresca non conviene sfidare De Luca. Magistrato di grande spessore, Maresca suscita grande simpatia nell’opinione pubblica; simpatia che gli deriva dalle grandi inchieste da lui fin qui firmate. Ma, in politica, si sa, non basta avere soltanto la simpatia. La stima è una cosa e la politica un’altra. Allo stato attuale misurarsi elettoralmente con De Luca rappresenterebbe per il magistrato un’impresa ardua. A sostegno della candidatura del governatore uscente, ad oggi, ci sono 11 liste; ce ne sono, però, altre 4/5 in sospeso e che potrebbero andare a rafforzare le 2/3 liste delle 11 più deboli. Maresca, dal canto suo, per organizzare la campagna elettorale, dovrebbe avere a che fare in Campania con Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega Nord; partiti, questi, che non sono all’altezza di Maresca, noto e valente magistrato anti-camorra. Inutile che ci nascondiamo dietro ad un dito, in politica ci sono accordi, spartizioni e altro. Ecco perché noi crediamo che Catello Maresca sia più indicato per un ruolo istituzionale nazionale. Considerando quello che ha fatto, fino ad oggi, per i cittadini della Campania sarebbe un errore bruciarsi in una competizione dall’esito incerto.