salvinilega

Blitz in casa Lega: perquisizioni per riciclaggio di 49 milioni!

in Breaking news/Primo Piano/Scelti dall'Editore by

Una brutta tegola ha colpito la Lega questa mattina. Così come riporta in esclusiva l’Espresso, sono in corso una serie di perquisizioni a Bergamo presso lo studio di due commercialisti di fiducia del partito. La richiesta è partita dalla procura di Genova, che ha il fascicolo più scottante, quello sull’ipotesi di riciclaggio di parte dei 49 milioni di euro di rimborsi elettorali. Quasi 50 milioni oggetto di sequestro dopo la condanna in appello di Umberto Bossi e Francesco Belsito, l’ex tesoriere del Carroccio, colpevoli di truffa ai danni dello Stato. L’operazione in corso coordinata dai pm liguri è stata condivisa con la procura di Bergamo, che invece indaga sul finanziamento illecito all’associazione culturale leghista. Usata, è l’ipotesi, come schermo per incamerare donazioni senza farle passare dai conti del partito, finiti nel radar dei giudici per il sequestro milionario. Come scrive l’Espresso, questa mattina gli investigatori hanno così suonato al civico 24 di via Angelo Maj a Bergamo per sequestrare i documenti della Dea Consulting dei commercialisti di fiducia del partito, con incarichi in società della Lega e ruoli di controllo nei gruppi parlamentari del Carroccio. Insomma, non c’è pace per Matteo Salvini.