daisyosakue

La campionessa Daisy Osakue aggredita da una macchina in corsa, indagano i Carabinieri

in Campania/News by

La campionessa Daisy Osakue, atleta della Nazionale azzurra, è stata colpita nella notte al volto da un uovo lanciato da un’auto in corsa a Moncalieri. “E’ per fortuna solo un’abrasione, qualche giorno di riposo, qualche goccia e dovrei star bene”, ha detto la primatista italiana under 23 di lancio del disco. Non dovrebbero dunque esserci problemi per la sua partecipazione agli Europei di atletica a Berlino. Daisy Osakue è nata a Torino da genitori nigeriani. “L’hanno fatto apposta. Non volevano colpire me come Daisy, volevano colpire me come ragazza di colore. In quella zona ci sono diverse prostitute, mi avranno scambiate per una di loro. Mi era già capitato di essere vittima di episodi di razzismo, ma solo verbali. Quando però si passa all’azione, significa che si è superato un altro muro. Non escludo i motivi razziali. Non voglio essere criticata per questo, ma secondo me mi hanno lanciato quel uovo, in viso, da un’auto che viaggiava a tutta velocità, semplicemente perché sono di colore. Spero che trovino i responsabili – conclude -: solo così si potrà sapere il motivo del gesto”. Per i Carabinieri invece sono esclusi i motivi razziali. Nei giorni scorsi precisano, era già stato segnalato a Moncalieri, il Fiat Doblò da cui la scorsa notte è partito il lancio di uova che ha ferito al volto Daisy Osakue ed erano stati segnalati altri lanci di uova contro passanti.