FOTO – Le sceneggiate “napoletane” sono ormai consuete solo all’ombra della Mole. In attesa del 22 aprile o meglio, del 20 maggio…

in News by

“Aprite le porte ai tifosi del Napoli”. E’ questa l’iniziativa di appassionati ed addetti ai lavori del calcio che, con largo anticipo sta facendo il giro del web per far sì che il 22 aprile a Torino, all’Allianz Stadium bianconero, il settore ospiti sia aperto ai sostenitori partenopei. “Un bene per il calcio”, per una sfida che, probabilmente e si spera, sarà già decisiva per lo scudetto. Insomma, si ritorna ai valori romantici di un calcio pulito, fatto di antagonisti e rispetto, proprio lo stesso che ahimè, ultimamente sta paradossalmente mancando da parte di alcuni giornalisti o presunti tali. Non meriterebbero pubblicità eppure, facciamo uno strappo alla regola perchè alcuni “colleghi” made in Juve si sono proprio superati.  Vi screenshottiamo quanto scritto da loro, così da mantenere intatta la “poesia” (?!) in queste parole. E vi avvisiamo. Le sceneggiate napoletane, il folklore di cui tanto parlano, da un po’ di tempo a questa parte, stanno diventando specialità all’ombra della Mole. Leggere per credere. Lasciamo a voi i commenti e facciamo solo una considerazione, è necessario: la mamma degli stolti è sempre incinta ma, la cosa diventa pericolosa quando si impugna una penna, una tastiera, un mezzo di comunicazione pubblico che può influenzare masse, giovani, frange di tifo, istigando all’odio, alla violenza, alla risposta insensata. Perchè? Cosa c’entra col calcio? Con la professionalità, con la passione con lo sport? E’ la sagra dei luoghi comuni, della superficialità, da una parte e dall’altra. Che si rifletta prima di scrivere, prima di pubblicare, sempre. Di qualsiasi fede o colore si sia.