Stefano-Graziano

Graziano chiede le dimissioni di Lavornia. E la proposta “salva-scuola”di De Luca che fine ha fatto? Parole al vento? Promesse da marinaio?

in News/Primo Piano/Scelti dall'Editore by

Dopo l’annuncio dell’imminente chiusura degli istituti superiori gestiti dalla provincia, del Presidente Lavornia, si è svolta un’assemblea pubblica richiesta dai sindacati a cui hanno preso parte oltre ai dipendenti dell’amministrazione provinciale, senza stipendio dal mese scorso, anche i dipendenti della società Terra di Lavoro, i lavoratori della ditta di pulizia, i genitori e gli studenti, i dirigenti scolastici, alcuni consiglieri provinciali e i consiglieri regionali Massimo Grimaldi (Nuovo Psi), Gianpiero Zinzi (Fi), Stefano Graziano (Pd) e Giovanni Zannini (Centro democratico). “La situazione della provincia di Caserta è drammatica c’è bisogno di restare uniti e di essere operativi – a parlare è il presidente del Partito democratico della Campania e consigliere regionale Stefano Graziano che aggiunge: ho chiesto all’assemblea di lavoratori, studenti e genitori, le dimissioni del presidente facente funzioni Lavornia che non può pensare di chiudere le scuole e conservare la poltrona”.

Il secondo passo è quello di chiedere  a tutti i parlamentari campani di firmare e sostenere l’emendamento salva provincia già presentato alla Camera.  Ma la proposta di De Luca: un milione di euro per salvare le scuole casertane? Che fine ha fatto? Poco credibile?!