pegasoconvegno

Grande successo per il convegno dell’Università Pegaso “Le innovazioni possibili nelle pratiche del benessere”

in Breaking news/Campania/News/Primo Piano by

I determinanti esterni (metalli o altri inquinanti), le scelte alimentari in relazione alla qualità dei componenti e alla specifica sensibilità dei singoli consumatori, le modifiche del metabolismo cellulare indotte da agenti nocivi ambientali e/o alimentari e le loro conseguenze organiche, la flora batterica e l’ambiente intestinale. Questi sono i temi portanti del seminario scientifico organizzato dalla Società Italiana di Medicina Personalizzata e Università Telematica Pegaso che si è tenuto venerdì 23 marzo presso la Sala degli Specchi di Palazzo Zapata a Napoli, nel quale sono state presentate le premesse concettuali e le linee programmatiche di un innovativo progetto di ricerca applicata alla pratica clinica. All’incontro hanno partecipato: Danilo Iervolino, presidente dell’Università Telematica Pegaso; Alessandro Bianchi, rettore dell’Università Telematica Pegaso; Luigia Melillo, professoressa straordinaria di Statistica medica e Bioetica dell’Università Telematica Pegaso. La “Medicina di Precisione”, da estendere agli ambiti più vasti della pratica medica corrente e a cui si ispirano una serie di attività progettuali (formative e operative) già cantierizzate dall’Università Telematica Pegaso, offre la possibilità di disegnare, grazie all’avanzamento delle conoscenze scientifiche e delle nuove risorse tecnologie e bioinformatiche, protocolli di cura “tagliati” e “cuciti addosso” al singolo soggetto, applicabili alla gestione clinica di malattie: immunologiche e allergiche, metaboliche, cardiologiche, vascolari, oncologiche, neuropsichiatriche e di “area critica”.