Azzolina e Manfredi

Governo, Salvini chiede le dimissioni dei ministri Azzolina e Manfredi. La replica: “Solo schiocchezze”

in Primo Piano by

Non lasciatevi prendere in giro, non è né una tesi di laurea, né un plagio. Ho sentito tantissime sciocchezze in queste ore, d’altra parte non mi stupisce che Salvini non sappia distinguere una tesi di laurea da una relazione di fine tirocinio Ssis (scuola di specializzazione all’insegnamento secondario). Non ha mai studiato in vita sua e sarebbe strano se le distinguesse”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina, replicando alle critiche del leader della Lega, Matteo Salvini, che ne ha chiesto le dimissioni. “Fare peggio del ministro Fioramonti sembrava impossibile. E invece Azzolina ci stupisce: non solo si schiera contro i precari ma ora scopriamo che copia pure le tesi di laurea. Un ministro così non ha diritto di dare (e fare) lezioni. Roba da matti. Si vergogni e vada a casa”: rincara la dose Salvini. “Un ministro (Azzolina, ndr) che assume i professori che ha copiato la tesi ed un altro ministro indagato (Manfredi, ndr) che ora rappresenta studenti e insegnanti. Penso sia indegno per la scuola italiana, si dimettano subito perché in classe ci devono andare persone preparate e al ministero ancor di più”, ha rincarato la dose Salvini da Novellara, nel tour elettorale in vista delle Regionali in sostegno di Lucia Borgonzoni.